Articoli marcati con tag ‘musei’

La notte dei musei di amsterdam 2019

venerdì, 1 novembre 2019

Museumnacht, La Notte dei Musei di Amsterdam

Il 2 novembre ad Amsterdam, dalle ore 19 alle due di notte, 50 Musei e locali saranno straordinariamente aperti al pubblico. Si tratta della 18° edizione della Museumnacht, la Notte dei Musei di Amsterdam, un nome costruito dalle parole ‘acht‘ che vuol dire 8 e ‘nacht‘ che significa notte, quindi l’evento viene individuato con l’acronimo N8. Oltre alle esposizioni temporanee e collezioni permanenti, verranno presentati dei programmi speciali, con variegati itinerari creati appositamente per l’occasione.

Eindhoven. Il Dutch Design Week 2019

mercoledì, 16 ottobre 2019

Dutch Design Week

Dal 19 al 27 ottobre, Eindhoven presenta l’ Dutch Design Week (Graduationshow e Super Tuesday), la più grande manifestazione design dell’Olanda.

Il DDW offre una manifestazione senza paragoni, eccentrico il lavoro penetrante di soluzioni progettuali innovative. Oltre 1.500 progettisti esporranno i loro lavori che varieranno dalla progettazione industriale a quella spaziale, alla grafica, tessile, moda, architettura, design sostenibile e gestione del design. Sarà discussa la progettazione in tutte le sue discipline e i suoi aspetti. I partecipanti saranno di alto profilo: progettisti, nuovi talenti e designer ma anche i laureati da poco. Durante la settimana del design olandese il pubblico e il designer condivederanno conoscenze e informazioni.

Photo Breda 2019

venerdì, 4 ottobre 2019

Photo Breda 2008. I Lavori per strada

Fino al 25 ottobre si terrà nell’omonima città un evento davvero interessante anche per i non adetti ai lavori, si tratta del Photo Breda, una manifestazione che coinvolgerà tutti i suoi musei e le gallerie d’arte e che quindi la trasformerà in una grande esibizione fotografica con un vasto programma di attività per bambini, ragazzi e adulti, dilettanti e professionisti.

Cinquanta fotografi provenienti da tutto il mondo mostreranno a Breda la loro visione sul mondo attuale: ambiente, conflitti, crisi economica. Il titolo dato quest’anno è infatti Tilt, un mondo folle.
Le popolazioni stanno migrando. Norme e valori che sembravano forti sono sfidati ancora una volta. L’ambiente è più che mai all’ordine del giorno. Al Gore ? I suoi avversari ? Chi ha ragione ? Una parte del mondo soffre la fame, mentre l’altra parte produce in sovraquantità. L’uomo moderno guarda tutti questi sviluppi che si avvicinano sempre più. Un’esperienza intensa per alcuni che cercano di trovare una risposta, altri di ignorare. Alcuni assumono una responsabilità propria, altri si affidano a tutte le iniziative intraprese dalle istituzioni.

La gente in tutto il mondo deve affrontare gli stessi problemi e tuttavia questi non possono essere confrontati. In diversi paesi africani il problema è la fame. La disuguaglianza è qualcosa da risolvere negli Stati Uniti come nella ex-Germania orientale. Ad Anversa, i nazionalisti di estrema destra sono riusciti ad ottenere oltre un terzo degli elettori. I Paesi Bassi si trovano di fronte ad un folto gruppo che è passato da sinistra a destra. Il popolo della Groenlandia sta letteralmente perdendo la propria terra a causa del riscaldamento globale. Nell’Europa occidentale le strade sono piene di motori che ruggiscono, mentre si sta cercando di ridurre l’effetto serra da anni. Negli Stati Uniti, le persone sono sfrattate dalle loro case perché non possono più pagare i loro mutui. I dipendenti stanno perdendo i loro posti di lavoro. La linea di demarcazione tra controllo e caos totale è spesso sottilissima. E’ quindi fondamentale l’equilibrio tra questi due fattori.
I sistemi che abbiamo sempre pensato che potevano lavorare bene per sempre, si sono invece incrinati. I prezzi del carburante sono incredibilmente cresciuti rispetto ad appena due anni fa cosi’ come la nostra dipendenza dal petrolio e dai paesi produttori che ci ha portato improvvisamente a pensare di ottenere soluzioni più ecologiche. La crisi finanziaria rende improvvisamente molto più facile mettere in discussione gli amministratori delegati per i bonus esorbitanti che ricevono.

Anche se non ci si aspettano soluzioni da fotografi, la materia è infatti troppo complessa, quello che la fotografia può fare è fornire intuizioni visive di ciò che è accadendo. Cosa che può essere anche fatto con una dose di ironia.

Ad Vlemmix, un amante della fotografia di Breda è il fautore di questa iniziativa che vide la luce per la prima volta nel 2003. Nel 2005 Photo Breda fu condotta sotto la sua direzione. La terza edizione del 2008 ha avuto un nuovo consiglio di amministrazione che ha portato alla manifestazione un aspetto più professionale.

L’Open Monumentendag 2019. Aperti i musei dell’Olanda

lunedì, 16 settembre 2019

Open Monumentendag

Il 14 e 15 settembre nel corso dell’Open Monumentendag, chiese, musei e monumenti saranno aperti gratuitamente al pubblico in tutta l’Olanda. Per l’evento sono organizzati spettacoli e balli, teatro e musica che riporteranno le strutture al loro antico splendore. Ben oltre quattromila edifici e siti storici caratteristici e suggestivi apriranno le loro porte al pubblico. Quelli che partecipano alla manifestazione si riconoscono da una bandiera.

Amsterdam. Un giro in periferia

mercoledì, 19 giugno 2019

I Amsterdam City Card 72h

Grazie alla I Amsterdam City Card è stato possibile visitare, comprese nel costo della tessera, alcune attrazioni interessanti nei quartieri meno centrali della capitale olandese. Leggi il resto di questo articolo »

Il Van Gogh Museum ad Amsterdam

venerdì, 14 giugno 2019

Van Gogh Museum Amsterdam

Il Museo mostra la più vasta collezione al mondo di opere di Van Gogh. Quella permanente comprende 200 tele, 500 disegni e più di 700 lettere tra cui quelle inviate al fratello Theo, oltre alla sua collezione personale di stampe giapponesi. Il tutto è raggruppato in ordine cronologico: i primi lavori realizzati in Olanda come il “Cesto di patate” e i “Mangiatori di patate“, le opere parigine come il “Boulevard de Clichy” e l'”Autoritratto“, e, infine i lavori degli ultimi anni di vita tra cui i “Girasoli” e “La stanza“. Leggi il resto di questo articolo »

Il Rijksmuseum ad Amsterdam

mercoledì, 12 giugno 2019

Rijksmuseum - Rembrandt

Situato nel cuore della Piazza dei Musei di Amsterdam (Museum Plein), il Rijksmuseum, ristrutturato nel 2013, è uno dei musei d’arte più famosi al mondo. Già la visita della sola Galleria d’Onore offre uno spaccato della migliore arte olandese. Leggi il resto di questo articolo »

Anne Frank Museum ad Amsterdam

lunedì, 10 giugno 2019

Anne Frank Museum La parete di foto

Rimodernato rispetto alla versione che ho visto 15 anni prima il museo offre la vista di alcune sale attigue, dove scoprire altri dettagli della Vita di Anne, prima di addentrarsi, dopo la libreria girevole che nascondeva l’ingresso clandestino, nelle stanze in cui l’adolescente assieme alla famiglia e ad altri è rimasta segregata per mesi. Leggi il resto di questo articolo »

Museo Ons’ Lieve Heer op Solder. Nostro Signore in soffitta

venerdì, 7 giugno 2019

La chiesa clandestina nostro Signore in Soffitta

In seguito alla riforma protestante i cattolici potevano professare il proprio credo ma solo in clandestinità. La casa, che si affaccia sul canale Oudezijds Voorburgwal al n. 38-40, fu trasformata, nel XVII° secolo, dal mercante Jan Hartman, in una chiesa privata: dall’esterno sembra una normale abitazione con le facciate caratteristiche olandesi, dall’interno si cela, su tre piani, una chiesa cattolica clandestina con un organo nascosto nella soffitta dell’edificio che narra anche dei diversi ambienti di un abitazione signorile dell’epoca con i loro preziosi e corredo. Qui tramite un pannello sinottico che le localizza su una mappa visuale della città abbiamo scoperto che ad Amsterdam esistono almeno venti chiese nascoste. Dal 203 che non lo visitavo hanno ridipinto gli ambienti dell’Organo con lo stesso colore originario individuato dopo diverse ricerche storiche.
Questo è il Museo Ons’ Lieve Heer op Solder, meglio chiamatp Amstelkring: Nostro Signore in soffitta Leggi il resto di questo articolo »

L’Hortus Botanicus di Amsterdam

mercoledì, 5 giugno 2019

Hortus Botanicus

Fondata nel 1638 dopo l’epidemia di peste, inizialmente come un giardino di erbe medicinali, oggi, l’Hortus Botanicus di Amsterdam, con una estensione di 1,2 ettari, è uno dei più antichi giardini botanici al mondo. Nel giardino e nella serra sono presenti 4000 specie di piante provenienti da tutti i continenti. Con la sua ricca storia, l’Hortus rappresenta un’oasi verde nel cuore della capitale frenetica. Qui è possibile coltivare all’aperto molte piante tropicali nell’orto grazie al microclima caldo ricostruito, studiare le piante apprezzando la diversità tassonomica completa di quelle da fiore, ammirare e toccare le farfalle scoprendo il loro processo di nascita: dal bozzo alla crisalide, sperimentare sette climi diversi, partecipare ad attività culturali o semplicemente leggere un libro nel giardino. Leggi il resto di questo articolo »


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline