Articoli marcati con tag ‘storia’

Watergeuzen 2018, la liberazione dagli Spagnoli a Leida

lunedì, 1 ottobre 2018

Watergeuzen Leida 3 ottobre

Il 3 ottobre si celebra a Leida il 3 ottobre del 1574, giorno in cui gli olandesi assediati dagli spagnoli rimasero senza viveri per mesi ma furono alla fine liberati dai ‘Watergeuzen’ che portarono il cibo ai perseguitati, e per questo furono considerati dei veri e propri eroi. Da quell’anno in poi gli abitanti della città si ritrovano nella Chiesa di San Pietro per ringraziare Dio che gli ha concesso la liberazione dal dominio spagnolo. Alle ore 13.00 si festeggia dando via al gran corteo con dei carri mascherati che attraverseranno il centro storico.

Nel 1573 e il 1574 Leiden fu assediata due volte dagli spagnoli. Guglielmo d’Orange riuscì a far innondare le parti occupate dagli invasori per poi cacciarli. Una storia leggendaria racconta di come, il 3 ottobre, un orfano di nome Cornelis Joppensz, riuscì ad avventurarsi tra gli accampamenti spagnoli per tornare in città con un piatto pieno di cibo, lo ‘spezzatino’. Più tardi quel giorno, i mendicanti del mare, l’esercito irregolare di Guglielmo d’Orange, liberò la città portando agli abitanti affamati, aringhe e pane bianco. Il 3 ottobre il popolo di Leiden mangiò anche dello stufato.

I saccheggiatori erano un gruppo di corsari e filibustieri. Saccheggiavano le navi e le città costiere intraprendendo incursioni terrestri. Provenivano dall’ Inghilterra e dalla Frisia orientale e dalla Germania. Terschelling e i villaggi di Monnickendam e dell’Olanda Settentrionale sono stati spesso un bersaglio di diversi raid. Le navi attaccavono non solo quelle spagnole e olandesi, ma spesso quelle neutrali vendendo il loro bottino in Inghilterra, Germania o in Francia. Il ceto sociale costuito per la maggior parte da olandesi e dai frisoni, era di diversa provenienza: nobiltà, borghesia, marinai e artigiani che furono espulsi dalla società perché erano protestanti, per aver resistito al dominio spagnolo o solamente perchè volevano essere mercenari. In origine, i pezzenti del mare erano una sorta di pirati non adeguatamente organizzati. Più tardi, i dirottatori furono ingaggiati dal 1568 da Guglielmo d’Orange. Il primo tentativo non riusci’ a liberare i Paesi Bassi, poi lo stesso Guglielmo fornì la giusta organizzazione e disciplina nominando nel 1572 suo fratello Luigi, quale comandante della flotta Geuze e autorizzandoli ad operare a suo nome oltre che all’uso della bandiera rosso bianco blu.

Un monumento permanente fu dedicato dagli abitanti di Leida al loro sovrano in quel sito che oggi è divenuta Università.

Il Prinsjesdag 2018

venerdì, 14 settembre 2018

Prinsjesdag, i Principi Olandesi

Come ogni 3° martedì del mese di settembre, dal 1887, anche quest’anno il Sovrano sfilerà in una carrozza dorata trainata da 8 cavalli verso il Ridderzaal, all’L’Aja, per recarsi presso la ‘Sala dei cavalieri medievali‘ del palazzo del ‘popolo’, dove leggerà al Parlamento ‘il Discorso dal Trono’.

Il Prinsjesdag celebra infatti l’apertura del Parlamento Olandese e quindi la nuova sessione legislativa. Questa speciale manifestazione, tra gli avvenimenti più tradizionali e caratteristici d’Olanda è importante perchè illustra il piano governativo dell’anno successivo. Alla fine della manifestazione, il Sovrano si affaccierà dal balcone reale per salutare cittadini e turisti curiosi.

L’Open Monumentendag 2018. Aperti i musei dell’Olanda

mercoledì, 5 settembre 2018

Open Monumentendag

L’ 8 e 9 settembre nel corso dell’Open Monumentendag, chiese, musei e monumenti saranno aperti gratuitamente al pubblico in tutta l’Olanda. Per l’evento sono organizzati spettacoli e balli, teatro e musica che riporteranno le strutture al loro antico splendore. Ben oltre quattromila edifici e siti storici caratteristici e suggestivi apriranno le loro porte al pubblico. Quelli che partecipano alla manifestazione si riconoscono da una bandiera.

Vlaggetjesdag 2018, la festa delle aringhe, un pezzo di storia tipica olandese

lunedì, 11 giugno 2018

Vlaggetjesdag (Flag Day)

Il 16 Giugno avrà luogo nella nota località balneare olandese di Scheveningen la 71° edizione dello Vlaggetjesdag, meglio conosciuta come la festa delle aringhe o il giorno delle bandiere.
Infatti nel porto più bello d’Olanda viene ospitato il primo carico della stagione di aringhe con una competizione tra i pescatori, tra loro, il più bravo avrà l’onore di portare i primi esemplari alla Regina Beatrice. Il primo barile di pesce sarà venduto all’asta. L’occasione è particolare per i numerosi spettacoli organizzati.

Un gruppo di volontari entusiasti accompagneranno i bambini con un programma di cultura orientato al gioco nostalgico. Un passo indietro nel tempo! Barili che rotolano, scarpe di legno, scatole di pesci, i piccoli saltano, corrono e si divertono. A fine competizione i partecipanti saranno ricompensati con dolci tradizionali olandesi.

Giusto per saggiare un’anteprima, ecco un video del 2010.

Il Mercato del formaggio 2018

lunedì, 14 maggio 2018

I Portatori di Formaggio di Alkmaar

Il tradizionale mercato del formaggio è uno degli eventi più pittoreschi, tipici che si tengono in Olanda.

E’ da oltre quattrocent’anni che ha luogo ogni venerdi, dalle 10 alle 12.30 di ogni mattina, sulla Waagplein di Alkmaar e i primi di Settembre e ogni mercoledi dalle 10.30 alle 12.30 nella piazza Jan van Nieuwenhuizenplein di Edam. Qui uno dei primi giorni di agosto dalle 21 alle 23 l’evento si svolge eccezionalmente anche la sera.

Centinaia di forme gialle vengono disposte nelle rispettive piazze e sottoposte pubblicamente alla pesatura e all’ispezione dei Kaaszetters mentre al battimano rituale i Kaasdragers (i portatori di formaggio) sollevano e spostano con una portantina in legno il formaggio dalla piazza al magazzino perchè venga pesato, man mano che si decidono gli acquisti.

Viene veramente vissuta la tradizionale contrattazione di un tempo.. dopo lo squillo del campanello che fa partire la manifestazione è sufficiente ascoltare le incomprensibili frasi olandesi pronunciate dai commercianti in camice bianco mentre vengono sventolate su e giù le mani, quasi litigando, per contenderso tra loro il prezzo da pagare.. Difronte alla piazza è possibile visitare il Museo del Formaggio dove è possibile conoscere la storia, le tecniche di lavorazione impiegate una volta dai caseifici e le antiche attrezzature. A fine manifestazione è possibile ammirare la mercanzia delle bancarelle con file altissime di formaggio e che propongono un assaggio.

Potete dare uno sguardo alle foto che mi sono state scattate il 23 Aprile 2010, quando, in occasione di un viaggio stampa offerto dalla Holland.com, ho avuto l’onore di trasportare il formaggio con la portantina assieme ad un tradizionale portatore.

Il giorno della memoria ai caduti e della liberazione 2018

martedì, 1 maggio 2018

4 e 5 Maggio in Olanda, il Giorno della Memoria ai caduti e della Liberazione

In Olanda, il 4 e 5 Maggio, si celebrano due feste nazionali fondamentali: il Giorno della Memoria ai Caduti: in olandese ‘Dodenherdenking’ e ‘Bevrijdingsdag’, quello della Liberazione.

Il 4 Maggio tutti gli olandesi si fermano due minuti per osservare rispettosamente il giorno della Memoria per i Caduti in guerra. La manifestazione è molto sentita perchè l’Olanda ha da sempre ripudiato la guerra. Il momento presenziato dalla Re è davvero solenne.. è un’occasione per fissare in modo indelebile nella memoria soprattutto dei giovani un ricordo che potrebbe essere cancellato dal tempo e far comprendere quanto possa essere fragile la civilizzazione e la democrazia.

Rinnovarlo ogni anno è necessario per rammentare ai posteri quanto l’uomo nel corso della storia possa essere crudele e distruggere intere civiltà.. quindi nel riaffiorare alla luce questo particolare evento, la speranza è quella di fare sì che le guerre non si possano più ripetere.

Un quarto d’ora prima delle ore 20:00, suoneranno le campane in una Chiesa nel centro di Amsterdam.. poi il silenzio assoluto in segno di rispetto per tutti quei caduti in guerra. Sospenderanno la lor
o attività anche i mezzi pubblici. Simbolo di un futuro migliore, sarà un fanciullo a recitare una poesia dopo la cerimonia.

Dopo, in Piazza Dam, il Re Alexander e il Primo Ministro, deporranno una corona di fiori al Monumento Nazionale e difronte all’intera Olanda, pronuncieranno un discorso che sarà diffuso in tutto il Paese.

I due giorni, uno successivo all’altro sono quindi molto legati tra loro e non a caso, il sito web ufficiale ha infatti questa denominazione: 4en5mei.

Il Dickens Festival 2017

lunedì, 11 dicembre 2017

 Dickens Festival

Il 16 e 17 Dicembre si terrà il Dickens Festival. Il centro storico della città di Deventer ospiterà la manifestazione dove prenderanno vita moltissimi personaggi narrati nelle opere dello scrittore inglese dell’800′. Potrete incontrare il Signor Pickwick, Oliver Twist, Scrooge, gli orfani, i cantori di Natale, gli ubriachi, gli impiegati e assaporare un punch, godervi le migliaia di luci, gustare le castagne arrostite e il grande albero di Natale.

Nella piazza principale si potrà vivere un’accogliente atmosfera natalizia visitando un mercato con oltre 200 bancarelle. L’atmosfera natalizia prosegue anche all’interno delle chiese del centro, grazie ad un ricco programma culturale. Numerosi gruppi musicali, cori e orchestre saranno dedicate alla musica di Natale. La sua romantica atmosfera dell’epoca di Dickens rivive non solo nelle strade, ma anche nelle case, dietro le vetrine dei negozi, nelle gallerie e nelle piccole botteghe.

Charles Dickens visse dal 1812 al 1870 ed è lo scrittore inglese più influente del XIX° secolo. Il mondo fiabesco ha descritto il mondo della sua infanzia. E’ l’occasione per fa rivivere molti personaggi principali. L’epoca vittoriana, è un momento storico di forti contrasti sociali della della povertà e della ricchezza. Molti personaggi dai libri di Dickens sono orfani, venditori di castagne, spazzacamini, lunatici, vagabondi e ubriaconi ma anche impiegati, cameriere giovani e vecchi, e personalità distinte.

Durante il Dickens Festival a dicembre i negozi rimarrano aperti anche sabato e domenica. Si potrà fare dello shopping natalizio al Paris Christmas City, inoltre diversi concerti saranno gratuiti. Il festival è visitato ogni anno da oltre centosessantamila persone. L’entrata è gratuita

A rischio gli assistenti di Sinterklaas. Zwarte Piet, SI o NO?

martedì, 5 dicembre 2017

Sinterklaas e i bambini

Cari amici lettori di Blogolanda, in occasione della festa di Sinter Klaas vi mando, ovviamente dai Paesi Bassi, cari saluti e un ricordo in occasione di una ricorrenza tanto sentita in questo Paese. Che però ha corso il rischio di essere abolita o almeno privata dei suoi famosi Zwarte Piet, gli assistenti del Santo. Infatti, già nel 2013 un comitato dei diritti umani, a seguito di una denuncia, è giunto alla conclusione che la festa di San Nicola, “ potrebbe considerarsi razzista a causa dei suoi paggetti di pelle nera, che fa pensare ai tempi della schiavitù.” Persino l’Onu è intervenuto per valutare se potrebbe essere discriminante. “Non esageriamo, hanno detto i cittadini oandesi! E una nostra tradizione secolare…e guai a chi ce la tocca! Adesso persino il colore della pelle degli Zwarte Piet deve diventare un affare di stato! Ma stiamo scherzando?” Leggi il resto di questo articolo »

Il Museo a cielo aperto dei Paesi Bassi 2017

venerdì, 1 dicembre 2017

Nederlands Openluchtmuseum

Fino al 15 Gennaio 2018 al Dutch Open Air Museum, il Museo all’aria aperta dei Paesi Bassi di Arnhem potrete godervi a degli spettacoli che raccontano i freddi inverni del passato: dalle cioccolate calde alle slitte sulle piste di pattinaggio sul ghiaccio, alla classica borsa dell’acqua calda usata per scaldarsi di notte, ai pupazzi di neve e ai ricami di ghiaccio sulle finestre.

Nella ‘fabbrica dello stroop’ potrete gustare il tradizionale dolce al caramello. Una passeggiata nel tipico quartiere ‘Zaanse Buurt’, una visita alla contadina a Nunspeet e la scoperta dei mestieri dell’epoca vi porteranno a confrontare una differenza tra il passato e il presente.
Ogni fine weekend e nei giorni festivi potrete ascoltare la musica sacra nella tradizionale chiesa ‘Zeeuwse Kerkje’. I piccoli possono conoscere il lavorare la maglia e preparare del pane fresco cotto sul fuoco.

Hoorn, una delle città più importanti della VOC

mercoledì, 15 novembre 2017

Hoorn

I tempi d’oro di Hoorn risalgono al 17° secolo, l’età dell’Oro, quando Hoorn essendo una delle città più importanti della VOC, la Compagnia Olandese delle Indie Orientali, divenne una città portuale molto prospera. Oggi è ancora possibile respirare l’atmosfera storica grazie alla presenza di decine di storici edifici e chiese. La cittadina è un piccolo paradiso dello shopping, con molti caffè con tavolini all’aperto e ristoranti dove piacevolmente rilassarsi, tanti i monumenti storici senza considerare i diversi sport acquatici che si possono praticare. Le dune e le spiagge nei dintorni sono la destinazione ideale per gli amanti della natura. Leggi il resto di questo articolo »


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline