Makkum, le case mercantili monumentali

23 ottobre 2017

Makkum

Lungo la costa della Frisia abbiamo visitato cittadine, un tempo affacciate sullo Zuiderzee: Workum, Makkum, Hindeloopen e Stavoren. Si tratta di pittoresche località portuali da scegliere per una piacevole passeggiata o per concludere la giornata con una cena sull’acqua. Leggi il resto di questo articolo »

L’Hotel Centraal ad Harlingen

20 ottobre 2017

Hotel centraal Harlingen

Situato a Harlingen, a 27 km da Leeuwarden, l’Hotel Centraal, un albergo di tipo classico, offre camere climatizzate con connessione Wi-Fi gratuita in tutta la struttura. Alcune dispongono di bagno privato con vasca idromassaggio, tra queste la Suite nuziale, altre sono adatte agli ospiti disabili.
In ognuna e’ disponibile il set bollitore te’/caffè e una TV a schermo piatto. Non è possibile fumare in stanza ma esistono zone per fumatori.
E’ possibile usufruire del bar in loco, giocare a biliardo e freccette. Il ristorante (e à la carte) bar offre anche un menu’ dietetico speciale su richiesta e pranzi preconfezionati.
A poca distanza, il centro è facilmente raggiungibile a piedi. L’auto si può parcheggiare difronte ad un costo di eur 5 per tutta la giornata, eur 2 in posizione più distante.
Come nella maggior parte degli hotel olandesi è possibile prendere a noleggio le biciclette. Leggi il resto di questo articolo »

De Nieuwe Afsluitdijk, la grande Diga di sbarramento

18 ottobre 2017

Si tratta di una delle aree naturali più ricche dell’Olanda che, dal 2009, è annoverata nel patrimonio mondiale dell’UNESCO e pertanto un’opera di ingegneria idraulica unica al mondo e, con circa 300.000 visitatori all’anno, una delle più popolari dei Paesi Bassi.
Lunga 32 km, l’Afsluitdijk si snoda trasversalmente attraverso il mare, suddividendo così l’antico Zuiderzee, l’ex Mare del Sud, di cui rappresenta un’importante opera del suo recupero, negli odierni IJsselmeer e Waddenzee, costituiti rispettivamente da acqua dolce e acqua salata e visibili da un lato e dall’altro. Leggi il resto di questo articolo »

De Rijp, le case restaurate del XVII° secolo

16 ottobre 2017

DeRijp

Mentre si percorre De Rijp con le sue splendide case restaurate del XVII° secolo, si puo’ apprezzare il motivo per cui il famoso ingegnere idrico Jan Adriaanszoon Leeghwater lo ha definito “il villaggio più bello d’Olanda“.

Secoli di storia sono ancora evidenti: unico il Municipio con le sue bilance e l’opera di Jan van der Heyden, la grande Chiesa gotica con le sue 23 vetrate, le pittoresche aziende agricole e le case di legno a metà testimoniano lo stile e la gloria del passato immerso in una lunga tradizione di pesca baleniera e pesca delle aringhe. Leggi il resto di questo articolo »

Visita della zona De Shermer e De Beemster

13 ottobre 2017

Il polder De Beemster è un’opera simbolo del rapporto tra gli olandesi e l’acqua nei secoli. Qui, nel periodo antecedente la graduale trasformazione in polder, l’acqua è stata in grado di spazzare via intere porzioni di territorio, di distruggere dighe e di sacrificare molte vite umane. Fu in quel periodo che un gruppo di ricchi signori appartenenti alla Compagnia delle Indie Orientali presentò grandi progetti per la messa in sicurezza delle terre circostanti. Tra il 1607 e il 1612, con l’ausilio di 43 mulini, fu per esempio trasformata in polder una porzione di terra insistente a ben 3,5 m sotto il livello del mare. Leggi il resto di questo articolo »

Come funziona un mulino a vento da polder

11 ottobre 2017

Come funziona un mulino a vento da polder

Leggi il resto di questo articolo »

Il Museum-molen Schermer. La storia

9 ottobre 2017

Il Museum-molen Scherme

Sullo scorcio del secolo XV nella provincia Noord-Holland iniziavano i lavori per il prosciugamento dei tanti laghi, che sempre di più costituivano una minaccia per la terra intorno di essi. Nel 1596 emergevano i polder Zijpe e Hazepolder. Nel 1615 tovvaca a Wieringerwaard ed al Beemster.
Seguivano il Purmer nel 1620 e Huigenwaard nel 1627. Lo Schermer era l’ultimo della serie. La bonifica era stata già deliberata nel 1631, ma solo nel 1634 si dava l’effettivo avvio ai lavori. Fu un’impresa veramente audace in quanto il lago Schermeer con la sua superficie di 4670 ed una profondità di 4 metri era un lago esteso e pericoloso. Leggi il resto di questo articolo »

Il Museum-molen Schermer. Sotto il livello del mare, all’altezza del mondo

6 ottobre 2017

Il Museum-molen Scherme

Dopo aver effettuato il ceck-in al Laag Holland Bed and Breakfast di Purmerend, ci siamo recati subito presso il Museummolen di Schermerhorn.
Dei 52 mulini ad acqua di una volta, ne sono rimasti 11. Tre, posti in fila, dello Schermerhorn tra cui quello del museo, funzionante ed ora accessibile al pubblico, per dare un’idea di come per tre secoli si è effettuato il pompaggio a vento. Leggi il resto di questo articolo »

Attraversare l’Olanda in auto

4 ottobre 2017

pecore, verde, strade, chiuse, acqua

Circolare in auto non è solo avere la libertà di spostarsi senza orari o vincoli di distanza ma in Olanda significa soprattutto avere la possibilità di respirare intensamente la sua atmosfera: non ha prezzo godere, mentre si è alla guida, del panorama, tra, un lato: praterie sconfinate verdi in cui pascolano pecore, capre, cavalli, mucche, dall’altro: corsi di acqua, Mulini a vento, pale eoliche che, per come sono disposte, non deturpano il territorio ma anzi lo abbelliscono. Leggi il resto di questo articolo »

L’Olanda in 5 giorni: Il diario viaggi della nostra vacanza

2 ottobre 2017

L'Olanda in 5 giorni in Agosto 2017. L'itinerario

In occasione del decimo compleanno di BlogOlanda eccomi ritornare in missione per l’Ente Nazionale Olandese in Italia, alla riscoperta, anzi alla scoperta di luoghi meravigliosi per lo più sconosciuti al turista italiano.

Un viaggio, diverso dal solito, attraverso il quale abbiamo visitato zone che non hanno interessato l’itinerario turistico che, generalmente, siamo abituati ad ammirare dell’Olanda, soprattutto le prime volte che si sceglie quale meta i Paesi Bassi. Per assaporare, in tutto e per tutto, la vera e tipica atmosfera olandese, quella che si respira vivendo da vicino, in prima persona, in contatto intimo con i paesini caratteristici, palpare il vero territorio, e avere, nel contempo, la totale libertà di movimento, la mia famiglia (moglie e figlia di 13 anni) ed io abbiamo deciso di percorrere 18 tappe (14 se si escludono le strutture ricettive) in 5 giorni, dal l5 al 20 Agosto 2017, con un Auto a noleggio, dopo l’arrivo in Aereo. Non si tratta di un tour de force (anzi, con inizio alle 9.30, vi è anche il tempo di fare delle soste per godere appieno il soggiorno e fruire, senza corri e fuggi, di tutte le attrazioni) come ad un primo approccio potrebbe sembrare dato che la distanza tra una meta e l’altra, ad eccezione di due (di massimo 1 ora ciascuna), richiede, in media, appena 20 minuti di percorrenza. Leggi il resto di questo articolo »


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline