Il Watersnoodmuseum

20 novembre 2017

A Ouwerkerk, sull’isola di Schouwen-Duiveland, si trova un museo straordinario che illustra la storia della disastrosa inondazione che nel 1953 cambiò la Zelanda per sempre. Una meta imperdibile per tutti coloro che visitano la Zelanda e che desiderano scoprire di più sulla gestione delle acque nei Paesi Bassi.

Via Holland.com

Le opere del Piano Delta

17 novembre 2017

Le opere del Piano Delta, composte da 13 strutture, formano nel loro insieme il sistema di barriere antitempesta più grande del mondo e meritano sicuramente di essere visitate. Questo progetto imponente, considerato anche come una delle sette meraviglie del mondo, dimostra la capacità.

Via Holland.com

Hoorn, una delle città più importanti della VOC

15 novembre 2017

Hoorn

I tempi d’oro di Hoorn risalgono al 17° secolo, l’età dell’Oro, quando Hoorn essendo una delle città più importanti della VOC, la Compagnia Olandese delle Indie Orientali, divenne una città portuale molto prospera. Oggi è ancora possibile respirare l’atmosfera storica grazie alla presenza di decine di storici edifici e chiese. La cittadina è un piccolo paradiso dello shopping, con molti caffè con tavolini all’aperto e ristoranti dove piacevolmente rilassarsi, tanti i monumenti storici senza considerare i diversi sport acquatici che si possono praticare. Le dune e le spiagge nei dintorni sono la destinazione ideale per gli amanti della natura. Leggi il resto di questo articolo »

Il Museum Nieuw Land Erfgoedcentrum

13 novembre 2017

Un viaggio di ricerca nel patrimonio culturale del Flevoland. Il progetto Zuiderzee in tutti i suoi aspetti. Il Museo Nieuw Land presenta la storia dell’area che ora viene chiamata Flevoland. Qui abbiamo potuto ammirare il mondo del popolo che ha vissuto in età preistorica: un gruppo di cacciatori e pescatori che abitavano in questa zona ben sei mila anni fa o potrebbe avere vissuto: un viaggio nel tempo delle loro storie personali. Un filmato, all’ingresso, documenta i territori in origine, come vivevano gli abitanti, come si sono recuperate dall’acqua vaste zone di terra su cui poi si sono costruiti quelli che poi sono diventati i primi agglomerati urbani e i successivi grattacieli delle città. Leggi il resto di questo articolo »

Urk. Il villaggio dei pescatori

10 novembre 2017

Urk è una cittadina vivace e caratteristica di pescatori. Un’ex isola. Un villaggio pittoresco che vanta ancora questa sensazione, una sensazione che può essere sperimentata attraverso una passeggiata nel labirinto di vicoli nel centro storico dove ogni cottage è diverso. Vi accoglieranno viste sorprendenti, piazze accoglienti, facciate caratteristiche e numerose decorazioni ornate di figure marittime come navi e ancore. Leggi il resto di questo articolo »

Schokland. L’ex isola che testimonia 10.000 anni di lotta contro l’acqua

8 novembre 2017

Schokland, un’antichissima isola dell’ex Zuiderzee, l’attuale IJsselmeer, è stata inglobata nella terraferma a causa del prosciugamento del polder nord-occidentale. Questa zona è stata terra, penisola, isola e infine polder. In quanto isola all’interno del Zuiderzee era molto più grande di adesso. Centinaia di uomini vivevano su rialzi artificiali: contadini, pescatori e navigatori. Per i marinai rappresentava un rifugio in caso di tempesta e un segnale nella notte, quando sull’isola venivano accesi fuochi per la navigazione. Il mare, però, costituiva sempre più una minaccia. Con le inondazioni provocate dalle tempeste si perdeva sempre più terra e gli abitanti dovevano ritirarsi in rialzi artificiali sul lato orientale. A causa della diminuzione di terreno Schokland divenne sempre più piccola. L’isola veniva regolarmente inondata, case e chiese si indebolirono ed essa diventava sempre più povera.
Oggi, è un originale combinazione di archeologia, storia culturale e natura. Una storia anche dei suoi abitanti che simboleggia la lotta incessante degli Olandesi contro l’acqua. Nel 1995 l’ex isola, e i suoi dintorni, sono stati il primo monumento olandese ad essere inserito nella prestigiosa lista dei siti appartenenti al patrimonio dell’umanità UNESCO. Leggi il resto di questo articolo »

Lo Steam Pumping Station Ir. D.F. Woudagemaal a Lemmer

6 novembre 2017

L’ Ir. D.F. Woudagemaal, uno dei monumenti olandesi più belli e innovativi ma soprattutto la più grande idrovora a vapore del mondo mai costruita e ancora in funzione, tanto da essere annoverata, nel 1998, nell’elenco del patrimonio mondiale dell’UNESCO. La stazione è in grado di pompare ben 4.000.000 di litri di acqua al minuto verso lo IJsselmeer, ovvero 6 milioni di m³ d’acqua al giorno, può svuotare in 35 secondi una piscina olimpionica, l’intero Sneekermeer in due giorni.

Si tratta di un raro esempio nell’applicazione dell’energia a vapore, una nuova fonte energetica del 19’ secolo, una nuova arma e potente che gli olandesi seppero ben utilizzare nella loro lotta secolare contro l’inondazione dell’acqua per difendere una terra che si trovava e si trova sotto il livello del mare. Nel 1920 fu costruita, in particolare, per prosciugare grandi porzioni del territorio della Frisia e del quartiere ovest di Groningen che erano sempre sommerse nella stagione invernale. Se non fosse gestita quest’area si troverebbe sott’acqua!. Leggi il resto di questo articolo »

L’Hotel Restaurant Grandcafe ‘t Voorhuys di Emmeloord

3 novembre 2017

Hotel Restaurant Grandcafe 't Voorhuys a Emmelord

Il ‘t Voorhuys, un hotel di lusso, ma conveniente, che vanta una grande caffetteria, grandi e piccole sale per riunioni e feste, una deliziosa suite e 24 spaziose camere doppie con bagno e/o doccia. Naturalmente tutte completamente attrezzate: telefono, TV a schermo piatto, porta dati e connessione Wi-Fi gratuita (KPN Hotspot). Tutte per non fumatori e dotate di aria condizionata. Gli animali domestici non sono ammessi. Qui si percepisce una sensazione calda e classica, piacevole, ogni ospite si sente davvero come se fosse a casa propria. Leggi il resto di questo articolo »

Giethoorn e il De Weerribben-Wieden National Park

1 novembre 2017

Giethoorn, un villaggio sull’acqua nella provincia dell’Overijssel, all’interno del parco nazionale Weerribben-Wieden è localizzata in un ambiente caratterizzato da laghetti, canneti e boschi, tipiche fattorie dai tetti ricoperti di canne e costruite su piccoli isolotti di terreno torboso collegati tra loro da oltre 170 ponticelli di legno. La cittadina nasce come insediamento per l’estrazione della torba per cui fu necessario scavare canali e fossati. Queste operazioni hanno dato luogo alla formazione di laghi e bacini artificiali, le case venivano costruite sugli isolotti che vi si trovano nel mezzo, ed erano accessibili attraversando i ponti o con tipiche imbarcazioni chiamate “punter”. Leggi il resto di questo articolo »

Il Camping Welgelegen di Workum

30 ottobre 2017

Welgelegen, una struttura diversa dal solito, isolata dalla centro cittadino, ma dislocata in aperto contatto con la natura. All’esterno, all’orizzonte, si scorge la prateria olandese e i suoi canneti. Qui infatti gli ospiti vengono per fare campeggio, esplorare in bici le zone circostanti e praticare il tiro con l’arco e sport acquatici come canoa e surf, ma dal 2007 è anche B&B. Ed è in quest’ultima struttura che noi siamo stati accolti, una stanza curiosissima, all’ultimo piano: un letto era raggiungibile da una scaletta di legno circondata da un’ambiente pittoresco legato alla natura. Il soffitto di questa camera è splendidamente dipinto in stile Art Deco, sotto una piccola zona per il relax, con tavolini, sedia, poggia piedi. Leggi il resto di questo articolo »


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline