Amsterdam, il Grachtenhuis Museum. Il museo delle case lungo i canali

Grachtenhuis Museum

Dal 1 aprile 2011 il ‘Grachtenhuis Museum‘, il museo delle case lungo i canali di Amsterdam, sull’Herengracht apre le sue porte al pubblico, introducendovi alla storia della cerchia o cinta dei canali della nota capitale olandese. E’ il luogo perfetto per iniziare a scoprire la storia della nascita della città nell’acqua.

Per i turisti provenienti dai Paesi Bassi e dall’estero, per gli stessi Amsterdammer, e per gli alunni della scuola secondaria, il Grachtenhuis, con audio, filmati e animazioni, fornisce il punto di partenza ideale per acquisire familiarità con questo pezzo di fama mondiale del patrimonio culturale e storico entrato a far parte dell’UNESCO dal 1 agosto del 2010.
Si potrà infatti assistere a delle gite a piedi e in barca allo scopo di svelare tutti i principali siti culturali e storici dei dintorni oltre che i piani di costruzione e i progetti nel dettagli. Ad esempio sarà possibile vedere le palafitte sulle quali vennero costruite le case lungo i canali.

Localizzato in Herengracht 386, l’attrazione culturale è facilmente raggiungibile dalle linee del tram 1, 2 o 5 che viaggiano tra Leidseplein e la stazione centrale di Amsterdam. L’aeroporto internazionale di Schiphol è raggiungibile in venti minuti.
A pochi passi di distanza è possibile usufruire di tutte le comodità che Amsterdam è in grado di offrire come aree commerciali, musei, parchi, club e ristoranti. La Borsa della capitale olandese si trova a due chilometri, tutte le aziende importanti nel settore bancario e del mondo delle imprese hanno qui una loro rappresentanza. Amsterdam è il centro dell’economia e della cultura olandese, e l’ubicazione di questa attrazione si erge al centro di entrambi.

Nel 1663 il commerciante di successo Karel Gerards costruì la sua casa signorile sulla Herengracht, il canale di Amsterdam appartenente ai governanti della città. Da allora, l’Herengracht 386 ha ospitato molti mercanti e banchieri di primo piano come Pieter Pels e Jan Willink, e nelle stanze di questo edificio si sono svolte operazioni molte importanti con l’aristocrazia russa, il Re di Francia e la classe importante degli Stati Uniti. Willink fu sostenuto dal governo americano a partire dall’inizio della guerra d’indipendenza per molti anni con i prestiti di credito.

Nel 1663 Karel Gerard è riuscito ad acquistare due lotti costosi sul Herengracht. All’architetto Vingboons fu chiesto di progettare una villa monumentale e di prestigio per l’intera larghezza dei due lotti e per quasi 16 metri di larghezza.
Con le facciate di inverosimile ampiezza per quella città e in quell’epoca, e quindi mostrando eccezionale importanza, l’architetto del 17° secolo cerco’ di creare degli effetti di stile, applicando un ordine di lesene e un timpano triangolare, seguendo l’esempio classico. Gli ordini dorici furono utilizzati per il piano terra e in modo sfarzoso per i piani superiori.

Le camere sul cosiddetto stile dell’Bel Etage furono appositamente costruite per offrire il benvenuto ufficiale agli eventi del 17° secolo e furono rappresentative della classe e dell’importanza dei proprietari. Oggi sono ancora in buon stato conservativo. Queste testimonanze ci mostrano quello che i proprietari orgogliosi dell’epoca hanno realizzato occupando Herengracht 386 in ben quattro secoli.

Ecco i video dei dintorni e dei giardini.

Tag: , , , , ,

3 Commenti a “Amsterdam, il Grachtenhuis Museum. Il museo delle case lungo i canali”

  1. Emanuela Scrive:

    è meraviglioso…

  2. Francesco GuidOlanda Scrive:

    e aggiungerei grandioso.. Emanuela..

  3. Emanuela Scrive:

    vero sì… non so per quale motivo ma mi sembra di vedere un quadro d’altri tempi tuttin quei palazzi allineati e affacciati sui fiumi, canali… bellissime sensazioni….

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline