Seedorf, Cavaliere dell’Ordine di Orange Nassau

Berlusconi, l'Ambasciatore e Seedorf

La settimana scorsa, con mia grande sorpresa, ho ricevuto da S.E. Stoelinga, Ambasciatore del Regno dei Paesi Bassi in Italia, l’invito ufficiale e personale a presenziare la cerimonia di onorificenza reale olandese del calciatore del Milan Clarence Seedorf per i suoi meriti sportivi e soprattutto per l’impegno profuso in attività umanitarie di grande rilevanza internazionale da ormai diversi anni. Si tratta della nomina a Cavaliere dell’Ordine di Orange Nassau, un’onorificenza che viene attribuita per meriti particolari verso la società a soggetti che si sono distinti in maniera eccezionale nei settori del sociale e del culturale. L’evento ha avuto luogo a Roma, Giovedi 28 Aprile scorso, alle ore 16.00, presso la residenza dell’Ambasciatore, alla presenza dell’On. Silvio Berlusconi, in veste di Presidente del Milan. Per motivi di sicurezza dovuti alla presenza del Presidente del Consiglio e per il fatto che quindi la notizia non fosse stata resa ancora pubblica, non potevo riferirlo prima della stessa data di convocazione. Davvero intenso è stato l’entusiasmo con il quale ho accolto questa opportunità per cui ringranzio sentitamente S.E., l’Ambasciatore. Avrei infatti voluto, sin da allora, divulgare l’evento ai quattro venti.

Get the Flash Playerto see this player.

(www.zie.nl)

L’ Ambasciatore Stoelinga, che è stato incaricato da Sua Maestà, la Regina Beatrice dei Paesi Bassi, di consegnare l’onorificenza con le relative insegne, ha decantato con grande ammirazione la carriera sportiva del campione olandese originario del Suriname, sia all’estero che in Italia e in particolare nella squadra del Milan ma soprattutto l’impegno nel sociale e i notevolissimi traguardi raggiunti, oltre a trasmetterci la sua sentita emozione per l’onore nell’infiggere la preziosa croce maltese. Questo evento è un’occasione per illustrare quello che fa di Seedorf un olandese all’estero di cui l’Olanda può essere davvero fiera anche per la prestigiosa e bella immagine che il calciatore riesce a dare al mondo della sua nazione, per merito di tutto quello che intraprende con grande successo.

L’On. Berlusconi ha descritto con grande fervore le capacità sportive di Seedorf, non solo a livelli di tattica e azione e nel saper condurre un buon gioco tale da assicurare un’innalzamento di livello di classe della squadra …”dell’assenza di un campione del genere, lo spettatore se ne accorge…” Una capacità di rompere una geometria con la genialità di pochi e quella di mantenere un self control anche nei momenti più difficili, quando pressato, anche da falli e azioni poco corrette degli avversari, si potrebbe facilmente reagire in modo diverso… e si sa in campo, difronte a queste situazioni è facile perdere le staffe in modo smisurato o poco ortodosso. Seendof, infatti, in tutti questi anni, è il calciatore che ha ricevuto meno provvedimenti disciplinari. E anche per questo motivo che Berlusconi ha dichiarato Seedorf un vero signore, un leader nel campo e fuori, un esempio di vita per tutti noi… Scherzando (ma poi non troppo) il Presidente del Milan ha riferito di vedere Seedorf nel futuro, quando non potrà più giocare per anzianità sopraggiunta (in realtà, rispondendo ad una domanda, Berlusconi lo vorrebbe vedere giocare fino all’età di 52 anni), allenatore della squadra, per meglio seguire i due fratelli e il cugino che monitorati e osservati, al momento giocano nel Monza .. Berlusconi ha riferito allegramente che la famiglia Seedorf infatti produce industrialmente calciatori…

Seedorf ha ringranziato tutti i presenti parlando delle proprie origini, della sua famiglia a cui è profondamente legato e che in questo giorno speciale era presente (compresi i suoi genitori e suo fratello), delle difficoltà che nella vita ha dovuto superare lui e chi lo ha cresciuto, scoprendo che il lavoro e l’impegno, alla fine, paga sempre e regala infinite soddisfazioni. Seedorf, nonostante gli importanti livelli mondiali raggiunti, è sempre rimasto una persona semplice, un uomo di tutto rispetto, umile sia in campo che fuori, che avendo conosciuto personalmente lo stato di disagio, soprattutto dei meno giovani, adesso dedica tutto se stesso ad attività che possono aiutare queste persone ad avere un futuro migliore e più dignitoso. Per questo motivo utilizza con grande merito la sua bella notorietà e lo stesso sport per promuovere tutte queste importantissime e ammirevoli iniziative. Il calciatore mette al centro dei suoi interessi l’amore e il rispetto verso gli altri, quello che gli è stato insegnato quando era ancora bambino, perchè dare significa anche ricevere. La sua grande forza sta infatti nel non aver mai dimenticato quello che è stato in passato, nella sua povertà.. e si sa, le persone migliori di questo mondo, sono quelle che hanno vinto grandi ostacoli e che ne escono rafforzate.

Affettuoso ma al tempo stesso molto forte e sentito è il suo legame con il presidente della squadra in cui gioca, ricambiando la stima reciproca. Lo ha dimostrato in questo giorno citando i traguardi raggiunti da Berlusconi anche come imprenditore intelligente e di gran cuore e con la sua personale riconoscenza per averlo fatto sentire della famiglia anche fuori dal campo di gioco. Lo ha dimostrato nel concreto anche quando ha saputo dirottare le interviste divenute poi un pò spigolose di alcuni giornalisti presenti alla manifestazione, tra cui olandesi. Infatti, dopo un primo momento in cui si sono sostoposte domande a tema, poi si è scivolato sulla solita politica e sul futuro di questa attività del Presidente del Consiglio.

La celebrazione si è conclusa con la divertente visione mostrata dall’Ambasciatore di una coppia di zoccoli di colore rosso nero, a voler rappresentare una volontà di unione tra l’Olanda e il Milan. I tradizionali zoccoli gialli sono invece stati consegnati ufficialmente al Presidente del Consiglio, come regalo di Stato.

L’onorificenza dei Cavalieri dell’Ordine di Orange Nassau
L’Ordine di Orange Nassau è una decorazione olandese, introdotta dall’allora Reggente dei Paesi Bassi, la Regina Emma. Il prestigioso titolo viene nella sua storia sovente equiparato per valenza all’inglese Ordine dell’Impero Brittanico. La consegna dell’onorificenza avviene tradizionalmente uno o due giorni prima della Festa Nazionale della Regina del 30 Aprile. In Olanda sono i sindaci ad effettuare la consegna delle insigne, mentre all’estero gli ambasciatori. La medaglia dell’Ordine consiste in una croce maltese smaltata di blu, bordata di bianco che al centro riporta un disco sul quale si trova il leone araldico olandese in smalti oro e blu, circondato da un anello bianco col motto olandese le Maintiendrai (lo manterrò). Sul retro, nel disco centrale è posto il nonogramma “W” coronato (indicante la Regina Guglielmina, in vece della quale l’ordine venne fondato) circondato dal motto God Zij Met Ons (Dio sia con noi). La medaglia è sormontata da una corona che si aggancia al nastro. La classe civile ha una corona d’alloro tra le braccia della croce maltese, mentre quella militare riporta due spade incrociate sul retro della croce stessa.

Il Curriculum nel sociale di Clarence Seedorf
Clarence Seedorf svolge un’attività in questo settore di grandissimo rilievo a livello internazionale mediante la sua Fondazione Champions for Children, nata nel 2005, con progetti tesi ad educare i bambini delle aree disagiate o colpiti da disastri naturali e guerre, principalmente attraverso lo sport e in particolare con la realizzazione dei Champions Playground: campi sportivi polivalenti, indoor e autdoor, dove attraverso anche la scuola e la fornitura di strumenti che possano incentivare lo sviluppo di capacità, si può dare ai bambini un’opportunità di avere un futuro migliore e una vita dignitosa. Nei 5 anni di attività la Fondazione ha anche curato dei progetti in Brasile, Kenya, Cambogia e in Suriname, terra natale del calciatore, che qui ha fatto costruire lo stadio di calcio nazionale.
Da sempre convinto che attraverso le generazioni future si possa attuare un vero cambiamento sociale in positivo e spinto dalla volontà di avvicinarsi ai giovani come role-model dentro e fuori dal campo di gioco, Seedorf ha sempre portato il suo contributo, sia attraverso le visite ai bambini in ospedale che mediante la partecipazione a momenti di condivisione e dialogo per la costruzione di politiche sociali ed educative di impatto (come la partecipazione al ‘WeFreeDay’ presso la Comunità di San Patrignano nell’ottobre 2009 e l’intervento al ‘Peace Day’ a fianco dell’Arcivescovo Desmond Tutu a Cape Town nel giugno 2010).
Nel giugno 2009, Seedorf ha l’onore di diventare uno dei Legacy Champions della Nelson Mandela Foundation, come Bill Clinton e David Rockefeller.
Dal Febbraio 2010, unico sportivo accanto ai premi Nobel Desmond Tutu, Kofi Annan e Mohammad Yunus, Seedorf è Consigliere del Forum Internazionale One Young World, che ha lo scopo di riunire e connettere i migliori e i più brillanti giovani under 25 che ricoprono posizioni di leadership nel loro campo e che vogliono condividere e diffondere messaggi di pace basati su valori positivi. Seedorf è attivo anche in Special Olympics e Time for Climate Justice, altre cause umanitarie volte alla sensibilizzazione nel creare un futuro di speranza per le generazioni future.

Il dietro le quinte
Non appena sono arrivato, all’esterno due incaricati lasciavano passare, previo presentazione della carta d’indentità solo le persone invitate o autorizzate.. con me hanno avuto accesso un funzionario della Presidenza del Consiglio dei Ministri e la sua stretta collaboratrice.. mentre è stato impedito di entrare ad altri giornalisti che avevano saputo all’ultimo momento dell’evento. Un’ imponente forza di polizia arrivata in camionetta all’esterno tale da bloccare tutto il traffico e carabinieri in moto all’interno, oltre ad addetti alla sicurezza in borghese, controllava costantemente accessi e vie di percorso. Diverse le macchine blu hanno parcheggiato all’interno.
Ho trovato molto accogliente la residenza romana dell’Ambasciatore, una villa interna, casereccia, estesa e immersa in una bella e folta vegetazione. Uno stand di accoglienza distribuiva brochure sull’Olanda mentre più all’interno un artigiano olandese mostrava come costruire dal legno grezzo degli zoccoli. Personalmente mi ha fatto dono di alcune striscie di legno intagliate da ceppi su cui ha scolpito il mio e i nomi delle mie due donne.. ovviamente non poteva mancare accanto l’effige del tradizionale tulipano. All’interno un ritratto della Regina Beatrice, tavoli, tovaglie, bandierine con i colori tipici nazionali oltre a delle fascie arancioni abbellivano in modo molto decoroso e frizzante l’ambiente circostante.. la bici arancione, l’icona più rappresentativa dei Paesi Bassi e protagonista di tutte le manifestazioni a tema, era disposta sul prato in bella vista..tutto era stato predisposto anche per la festa della Regina che qui all’Ambasciata in Italia si celebra generalmente qualche giorno prima rispetto a quella ufficiale olandese e alla quale mi sarebbe piaciuto molto partecipare. Agli ospiti, tra cui c’erano personaggi importanti politici italiani e olandesi, sono state offerte della birra, formaggio e altri stuzzichini tipicamente olandesi.

Divertente è stato vedere tutto quel tram tram di giornalisti di importanti reti radio e televisive nazionali, internazionali e noti quotidiani di stampa, sia italiani che olandesi, che ammassati l’uno sull’altro, tra microfoni, registratori, macchine fotografiche e videocamere ingombranti, nonostante un servizio di sicurezza intransigente e molto rigido, alla fine invadevano sempre un campo non consentito. Si era creato tra loro un rapporto di amore e odio, da una parte di collaborazione tanto da voler rintracciare i pochi colleghi che erano riusciti ad entrare nella zona dedicata agli ospiti per sapere cosa Berlusconi in quel momento stesse facendo.. dall’altra, di concorrenza.. tra chi doveva arrivare alla notizia prima dell’altro o poteva intervistare prima il Presidente.. Senza contare tutti quelli che con auricolari e cellulari inviavano (comprese di punteggiatura..) in tempo reale e in modo sintetico e telegrafico alle proprie redazioni online le notizie che venivano man mano generate, carpendo le frasi più significative riferite al momento dal Presidente del Consiglio.

Tre sono state le cose che avrei voluto fare e che non ho fatto:
1) domandare di nuovo a Berlusconi di fare una foto con lui (e quando mi ricapiterà ? ). Nella saletta dove si è svolta la cerimonia, molto cortesemente, nonostante la pressa di guardie del corpo, giornalisti e sicurezza, il Presidente del Consiglio mi ha mostrato la sua disponibilità invitandomi a farla fuori ma poi è dovuto giustamente scappare via.
2) Non essere riuscito a porre la mia domanda nello spazio di tempo riservato ai giornalisti perchè nel frattempo il clima era divenuto un pò incandescente.
3) Non aver insistito nell’entrare nella saletta attigua dedicata al rinfresco per i soli ospiti visto che a differenza dei giornalisti che avevano ricevuto solo l’accreditamento, io ero stato invitato ufficialmente dall’Ambasciatore.

Ma sono stato felice di aver vissuto appieno questo giorno particolare e aver avuto l’onore di partecipare ad una così importante manifestazione che mi ha consentito di conoscere da vicino una persona come Seedorf, che credo di poter affermare a ragion veduta, essere come poche, uniche e speciali al mondo… ringranzio il Signore per tutto quello che fa…

La Rassegna Stampa sull’evento
Seedorf Cavaliere dell’Ordine di Orange-Nassau, l’intervento di Berlusconi. Il Video di SkySport

Il patron del Milan alla cerimonia per la nomina Cavaliere dell’Ordine di Orange-Nassau del giocatore olandese: “Clarence? Gioca fino a 52 anni”. Il centrocampista: “Non ho intenzione di smettere. Da ‘La Gazzetta dello Sport’.

Berlusconi incorona Seedorf allenerà il Milan (www.ilpallonaro.com)

Il Cav incorona Seedorf: Allenerà il Milan (Ilgiornale.it)


Premi le frecce che appariranno dopo aver posizionato il cursore sull’immagine di su oppure vedi lo SlideShow

Berlusconi e l'Ambasciatore olandese

Berlusconi e l’Ambasciatore olandese

La bici arancione olandese

Il palco Holland

Le preziosi collaboratrici dell'Ambasciatore

Le preziosi collaboratrici dell’Ambasciatore

Il militare olandese

Berlusconi, l'Ambasciatore e Seedorf

L'onorificenza a Cavaliere di Seedorf. L'ambasciatore è molto contento

L’onorificenza a Cavaliere di Seedorf. La contentezza dell’Ambasciatore

Zoccoli in versione Milan

Zoccoli in versione Milan

L' Ambasciatore, Berlusconi e Seedorf con zoccoli milan e tradizionali

L'ambasciatore si complimenta con la moglie di Seedorf

L’ambasciatore si complimenta con la moglie di Seedorf

Seedorf fa il suo discorso

Seedorf che emozionato legge il suo discorso

Berlusconi e l'Ambasciatore olandese

I giornalisti che aspettano l'uscita del Premier

I giornalisti che aspettano l’uscita del Premier

Il tavolo con il bordino dei colori olandesi per i festeggiamenti

Il tavolo con il bordino dei colori olandesi per i festeggiamenti

Berlusconi all'esterno

Tutti i giornalisti sul prato

La cerimonia all''aperto

L'artigiano olandese

L’artigiano olandese

Le strisciette in legno prodotte dall'artigiano

Le strisciette in legno prodotte dall’artigiano

Il cortile esterno

Il cortile esterno

Il cortile interno

Il cortile interno

Il cortile esterno

Il cortile esterno

Il cortile esterno

Il cortile esterno

La moglie di Seedorf

La moglie di Seedorf

Berlusconi saluta rispettosamente la famiglia di Seedorf

Berlusconi saluta rispettosamente la famiglia di Seedorf

Berlusconi, l'Ambasciatore e Seedorf

Giornalisti ammassati

Giornalisti ammassati in attesa che Berlusconi vada via

Giornalisti ammassati in attesa che Berlusconi vada via

Berlusconi con Letta e altri politici prima di andare via

Berlusconi con Letta e altri politici prima di andare via

L'altro cortile

L’altro cortile

Tag: , , , , , ,

8 Commenti a “Seedorf, Cavaliere dell’Ordine di Orange Nassau”

  1. Maria Cristina Giongo Scrive:

    Veramente interessante, Francesco! Che esperienza!

    Pazienza per …le occasioni che ti sei lasciato scappare; sarà per la prossima volta! Sono fiera di te!

    Anche l’Ambasciatore Stoelinga è una persona degna di stima.

    A tutti voi ancora tanti complimenti e…saluti dall’Olanda ( dove oggi la festa della Regina si è svolta senza incidenti e sotto il sole),

    Cristina

  2. admin Scrive:

    Grazie Cri.. sono felice che la festa più importante dell’anno in Olanda si sia svolta con una bella giornata di sole.. ..

  3. marni Scrive:

    ma Francesco sei veramente una sorpresa continua!!! complimenti per questo invito e questa partecipazione ad un evento di tal portata… diventi sempre più importante e ricercato e noi siamo fiere di esser tue amiche :-)
    E non ti preoccupare per la foto con il berlusca sei sicurametne più bello senza ! ;-) abbracci grandi a te ..ciao cris!!!!

  4. admin Scrive:

    Ma grazie Marni.. e io sono onorato di essere Vs amico… un abbraccio

  5. al Scrive:

    in olanda che opinione avete di berlusconi?

  6. maria cristina giongo Scrive:

    In Olanda escono solo articoli contro di lui, soprattutto dopo il caso Ruby.

  7. Hans Scrive:

    Grande Francesco,

    Diventi davvero famoso, francesco, un bel articolo e spero che ti sia divertito tanto.
    In bocca al lupo con i prossimi resoconti.

    Tanti cari saluti, e mi permetto di ringraziarti da parte di tutti i Olandesi.

    Hans.

  8. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Grazie infinite Hans.. un abbraccio..

    Approfitto per riportare altre foto che una delle preziose collaboratrici dell’Ambasciatore ha scattato all’interno dove non hanno avuto accesso i giornalisti: dall’ALbum di Facebook di Karlijn Arlette van Bree

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline