Scoprire Amsterdam in 4 giorni

Amsterdam Case Tipiche Frontoni

La visione di alcuni articoli sul blog ha spinto una delle visitatrici di BlogOlanda a contattarmi per segnalarmi la sua esperienza. Non me lo sono fatto dire due volte, e voilà, eccomi in possesso del suo racconto di viaggio, oltre alle foto che vedete pubblicate qui.

Ho letto davvero con entusiasmo il diario di Manuela Boccone.. che ho voluto subito far entrare in famiglia per i dettagli con i quali, giorno dopo giorno, vengono dispensati consigli molto utili per il turista che si accinge a visitare per la prima volta Amsterdam e i suoi dintorni.

Attenzione agli orari, usufruite di questa possibilità, c’è questo evento, prendente questo tipo di trasporto, ecc.. senza contare i diversi spunti per conoscere già in anticipo cosa fare e cosa visitare nella capitale olandese.. l’unico rimorso: l’impossibilità di vedere altre attrazioni e musei di Amsterdam, oltre a qualche cittadina un pò più lontana.. ma Manuela, hai avuto solo 4 giorni e non potevi fare di meglio.. ma come hai tu stesso riferito, quello che non sei riuscito a visitare saranno il pretesto per ritornare in Olanda appena possibile.. anzi subito…

Se avete in programma una visita ad Amsterdam di circa 3-4 giorni, potreste dare un’occhiata al mio diario di bordo per trarvi qualche spunto utile.

Primo giorno:
arriviamo all’aeroporto Schiphol di Amsterdam e prendiamo un autobus che ci porta in città. Saremmo dovuti scendere ad un’altra fermata per raggiungere direttamente il nostro albergo (situato poco fuori dal centro) e in pratica ci perdiamo ma approfittiamo per fare una passeggiata.
Carichi dei nostri bagagli, percorriamo la Prinsegracht, su cui si trova la casa-museo di Anne Frank, ma che è anche una delle vie principali del Jordaan, quartiere all’interno del quale va dedicato un giretto a piedi.
Alla fine arriviamo alla stazione centrale dove troviamo l’ufficio turistico da cui acquistare la I Amsterdam Card della durata di 72 ore (58 €) che ci permetterà di viaggiare illimitatamente sui tram e di accedere a numerosi musei e ad altre attrazioni. Inoltre dallo stesso ufficio compriamo il biglietto supplementare per la mostra “Van Gogh e i colori della notte” allestita presso il museo dedicato all’artista, e questo vi farà evitare la coda in loco.
Attenzione: l’ufficio turistico chiude tassativamente alle 18 e le file sono abbastanza lunghe.
La prima sera ad Amsterdam la dedichiamo alla scoperta del tanto noto quartiere a luci rosse, tra le ragazze in vetrina, i canali e i coffe shops, ma noi ci limitiamo ad una birra e poi subito in albergo a dormire.

Secondo giorno:
Prima tappa NEMO (ingresso incluso nella Amsterdam Card), un futuristico edificio costruito poco lontano dalla stazione centrale e dal porto, progettato dall’architetto Renzo Piano, ospita un museo delle scienze dedicato ai più giovani, quindi la visita risulta molto divertente…basta dire che mi sono ritrovata a giocare con un videogame…
All’uscita del NEMO è possibile visitare la nave Amsterdam (2 € di supplemento con AC).
Torniamo alla stazione centrale e da lì ci imbarchiamo per l’irrinunciabile giro in battello (della durata di un’ora circa e incluso nella AC) tra i canali della città, per averne una visione più completa e più comoda.
Scesi dal battello ci dirigiamo sul Damrak che ci porta dritti su piazza Dam da cui si ha accesso al museo delle cere Madame Tussaud (che però non abbiamo visitato e per cui è previsto uno sconto per i possessori della AC) e alla Nieuwe Kerk (ingresso incluso nella AC) che in questo periodo ospita una mostra dello Stedelijk Museum. A dire il vero la mostra in questione (che ha come tema la religione) ci ha colpiti negativamente, e siamo usciti dopo un rapido giro.
Nel pomeriggio puntiamo al Rijksmuseum (incluso in AC), il più grande museo di Olanda che vanta, tra le sue numerose opere, diverse tele di Rembrandt e Veermer.
Dopo tanta cultura ci vuole un pò di svago e così si va all’ Heineken Experience (sconto con la AC), da cui usciamo divertiti e con un livello alcolico per cui non potremmo guidare nemmeno una bici ma con i nostri fantastici e puntualissimi tram che ci portano da una parte all’altra della città, il problema non sussiste.
Visto l’orario, l’unico museo ancora aperto è la casa di Anne Frank (ingresso non incluso nella AC), che chiude alle 21 (giorno di chiusura sabato). L’esperienza in questo luogo è indescrivibile, a difficoltà riusciamo a trattenere le lacrime e ci vengono i brividi mentre sfioriamo le pareti o i corrimano delle scale. All’interno non c’è mobilio ma quello che è rimasto è sufficiente a far percepire la sofferenza e l’umiliazione vissuta dagli abitanti di quella casa. Lasciamo la casa-museo un po’ sgomenti, infatti non riusciamo a fare nemmeno una foto all’esterno o alla statua di Anne ma acquistiamo un bellissimo poster in cui viene ritratta in 4 pose differenti e dove ha un sorriso bellissimo, pieno di speranza e di sogni.
Concludiamo la giornata a Leidsplein, una zona sempre molto affollata da giovani, dove durante il giorno è facile imbattersi in esibizioni di artisti di strada, mentre la sera, centinaia di locali (soprattutto argentini, italiani e asiatici) illuminano le strade con le proprie insegne.

Terzo giorno:
Nel nostro itinerario riserviamo una mattinata a Zaanse Schans, una località caratteristica per la presenza di numerosi mulini a vento e il paesaggio tipico dell’Olanda. E’ raggiungibile con il treno o con il bus; noi preferiamo quest’ultimo perché ci è sembrato più semplice. Dal piazzale della stazione centrale prendiamo il n.91 che ci lascia direttamente davanti all’ingresso.
In realtà i mulini sono stati trasportati da altri luoghi e concentrati in questa zona, dove poi sono stati ristrutturati per poter attrarre i turisti.
Qui visitiamo dall’interno un mulino frantoio dove viene prodotto olio di arachidi, proprio come avveniva tanti secoli fa.
Nel pomeriggio andiamo a zonzo, un po’ sul tram e un po’ a piedi, passando per Rembrandtplein, Waterlooplein, il Rokin ecc. in attesa di recarci al Van Gogh Museum (compreso nella AC) dove avevamo prenotato per le ore 19, un orario che si è rivelato perfetto perché non c’è un’eccessiva confusione e si può effettuare una visita completa, dato che la chiusura del museo avviene alle 22.
Questa visita è obbligatoria qualora vi troviate ad Amsterdam. Vi consiglio di andarci nel pomeriggio inoltrato, stesso discorso vale per il museo di Anne Frank, perché la mattina e all’ora di pranzo le code sono lunghissime e poi entrambi chiudono tardi e si ha possibilità di visitarli con calma.

Quarto giorno:
Eccoci arrivati all’ultimo giorno in questa meravigliosa città che ne avrebbe meritati molti altri, e così decidiamo di sfruttare la mattinata per curiosare ancora un po’ in giro, prima di andare in aeroporto.
Facciamo un salto in centro al Begijnhof, un luogo incantato dove regna la pace e il silenzio. Sembra un luogo a parte dal resto della città sebbene si trovi nel suo cuore. All’interno di questo cortile racchiuso da edifici d’epoca, al numero civico 34, si erge la casa più antica di Amsterdam, l’unica infatti, ancora in legno.
Tutti i musei che vorremmo vedere aprono alle 11 e quindi nel frattempo decidiamo di andare al Molen Van Sloten (compreso nella AC), un mulino alla periferia di Amsterdam (capolinea del tram 2), una zona ricca di verde e di abitazioni pittoresche che creano un paesaggio così gradevole da sembrare fiabesco.
Infine, ultima tappa di questo nostro viaggio, è l’houseboat museum (compreso nella AC), sulla Prinsegracht. Un battello trasformato in una casa museo che mostra come sia possibile vivere galleggiando sull’acqua.
Non ci resta che tornare all’albergo per recuperare i nostri bagagli e andare allo Schiphol per prendere l’aereo. Ci sono tante altre cose che avremmo voluto vedere come il Museo Storico di Amsterdam, la Chiesa Vecchia, il Vondel Park e poi le gite fuori porta ad Edam e a Utrecht: saranno un ottimo pretesto per tornare in Olanda appena possibile.

Manuela Boccone

Nemo, Insegna del Museo delle Scienze

Heineken Ingresso

Mulini a Vento

Amsterdam, il Mercato dei Fiori

Amsterdam Van Gogh Museum, Insegna

Amsterdam, Case Tipiche, panchina e fiori, ingresso

{lang: 'it'}

Tag: , , , ,

20 Commenti a “Scoprire Amsterdam in 4 giorni”

  1. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Ragazzi.. mi è arrivata questa notizia..
    Olanda: La regina Beatrice potrebbe abdicare lunedì

  2. Manuela Scrive:

    Grazie 1000 Francesco…non sai che soddisfazione condividere le proprie esperienze di viaggio! E tu che fai? Vai alla festa della regina?

  3. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Grazie a te Manuela.. beh mi piacerebbe tanto andarci.. ma lo faranno per me, per noi, Piero e altri inviati speciali :)

    Intanto questa notizia sulla Regina sembra essere sempre più vera:
    Olanda, scommesse aperte
    sull’ abdicazione della regina

  4. cristina Scrive:

    Bel viaggetto, Manuela! E raccontato molto bene!

    Francesco, io non ho sentito nulla di un’eventuale abdicazionë della regina: e comunque se ne parla già da anni…vedremo! Ora vado a vedere il telegiornale e sentiamo se ci dicono qualcosa…

  5. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Ehh Manuela.. se te le dice una giornalista professionista come Cristina.. è proprio vero.. facci sapere per la Regina..

  6. signorarita Scrive:

    complimenti…ci sto pensando ad andare..mi hai fatto venire voglia!

  7. admin Scrive:

    Ciao Rita.. Piero è giò partito, Simone lo farà fra un mesetto, Cristina e Bianca.. si trovano già sul posto, manchiano solo noi e Gloria

  8. Laura Scrive:

    posso chiedere in che hotel hai soggiornato? grazie

  9. Piero Scrive:

    Quale ti piacerebbe andare…? perchè io ci sono andato più di 20 volte ad Amsterdam…eheheee
    Se non hai probl. di money,ti consiglierei un hotel in centro…per un sacco di ragioni,poi te la caveresti con un 500_600 eu x una settimana,altrimenti se siete in 4 0 5 persone ti consiglierei un appartamento,oppure degli ostelli se siete alla buona e con pochi money…dimmi te…

  10. Laura Scrive:

    preferirei un hotel ma con una spesa per camera a notte sui 70-75 euro… ho letto che i campeggi sono una soluzione economica anche prendendo dei bungalow ma mi sembra poco sicuro lasciarci le proprie cose stando fuori tutto il giorno…

    oppure mi piacerebbe anche l’idea di un appartamento ma siamo solo in 2…

    secondo voi conviene fare la amsterdam card oppure comprare i biglietti per i trasporti?

  11. Piero Scrive:

    Andiamo per ordine…
    con 70_75 Eu a notte ti trovi un comodo hotel in centro….con o senza colazione all’inglese….se poi prendete una doppia spendete anche meno…..il che significa …
    hai tutto a portata di mano se ti vuoi anche divertire come pub…coffe ecc.
    Tieni presente che se ti va di camminare, i musei a piedi in un 15 _20 min. li raggiungi.. io ad esempio ero proprio al centro del centro .Hotel Terminus…una favola di Hotel a 65 Eu a notte con una singola senza colazione…ma chi se ne fregava…stanza pulita con tutto dalla Tv al plasma alla doccia ecc…una pacchia ed era a 10 metri dalla piazza Dam..
    Per i campeggi,non ci sono mai stato,a me piace la comodità,ma sono carini comunque e dubito che ci siano probl. di sicurezza.
    Ovviamente avrai le docce a gettoni e i bagni credo in comune…ma lì poi ti toccherebbe noleggiare una bici x andare in centro oppure prendere un tram o taxi…no grazie non fa per me….quei soldi che spenderei in più,piuttosto li spendo in un hotel.( so che Simone un olandese come me,c’è stato in un campeggio e lui ti potrebbe darti qualche consiglio meglio di me )
    Infine per quanto riguarda l’Amsterdam Card,da un lato risparmi,ma tutta questa comodità non la vedo e per giunta va poi sfruttata …metti caso che un giorno ti va di oziare !!
    Ad ogni modo aspetta qualche giorno e vedrai che qualcun’altro ti risponderà e ti potrà dare sicuramente dei consigli meglio del sottoscritto…io sono 14 anni che ci vado e se dipendesse da me,ci andrei x altri 20 anni…ma di una cosa sono sicuro…meglio 50 Eu in più per un hotel in pieno centro ( e per centro intendo dire attorno alla piazza Dam ) ed eventualmente una colazione fatta con cornetto e cappuccino,piuttosto che un hotel fuori dal centro a basso costo per poi dover prendere 2 tram al mattino x andare in centro e un taxi al rientro , perchè caso mai sono un poco “brillo ” o stanco e non mi va di camminare ( i tram ci sono fino alle 23 -24 a seconda della zona…)
    Il mio consiglio alla fin fine è…spendi quei 1000 Eu come ho fatto io con il mio amico ( 500 a testa ) con il risultato di…
    Hotel di fronte alla stazione centrale e tutto a portata di mano..
    Metro ..taxi e tram.
    P.s. il treno x l’aereoporto di Shippol costa 3.80 Eu e il binario è sempre il 14a eheheheee da 3 anni a sta parte…
    Hola

  12. enzo Scrive:

    ragazzi festa della regina 2010….. senza parole, una miriade di gente e battelli stracolmi, musica in ogni angolo della strada, gente che ha tirato fuori di casa divani e sparava musica dai balconi……. 30 aprile 2011 da non perdere !!!! intanto io continuo regolarmente ad andare 1 volta ogni 2 mesi anche solo per 2 giorni… non si può rinunciare ad uno stile di vita come quello olandese

  13. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Fantastico Enzo :) Condividiamo tutti noi il tuo grande entusiasmo..
    Se ti va, potrei pubblicare qualche tua foto di questo bellissimo evento con 4 righe di riflessioni e citandoti in BlogOlanda.it come autore dell’articolo e delle immagini.. se ti va.. contattami su guidaolanda@gmail.com

  14. Maria Cristina Giongo Scrive:

    Hai ragione, Enzo! Quando gli olandesi si godono la vita….la godono davvero! Forse per reazione al brutto tempo…..

    Bella la festa della regina; tutti in arancione e via! Canti, balli, mangiare e bere!

    Allora buona vacanza in Olanda e ricordati di visitare altre città, non solo Amsterdam! Ci sono paesini deliziosi! L’ Olanda non è solo Amsterdam, lo dico sempre agli amici di questo bellissimo blog!!!!

    Cari saluti,

    Cristina

  15. enzo Scrive:

    certo Cristina,
    programma ben preciso stavolta per visitare anche se già piu’ o meno vista utrech.

    Mi hanno detto di evitare eindhoven in quanto città solo ricca di centri commerciali e vie per lo shopping.

    quindi per questa volta visita culturale amsterdam e utrech visto che sono in dolce compagnia:)

  16. angelo Scrive:

    Salve a tutti, siamo due coppie in partenza per amsterdam, già biglietto aereo preso, dal 17 al 21 marzo 2011.
    vorremmo prendere o un appartamento o un b&b o se c’è qualche offerta vantaggiosa un hotel …tutto però deve essere al centro non distante dai punti fondamentali di Amsterdam :)
    cosa ci consigliate?
    angy78m@hotmail.it
    Angelo
    se volete potete contattarmi anche nella mia e-mail
    ringrazio tutti

  17. admin Scrive:

    Ciao Angelo.. qui ho raccolto Link e Risorse per Hotel di Amsterdam e dell’Olanda.. qui per i B&B.. puoi provare a contattarli direttamente..

  18. angelo Scrive:

    ma un consiglio da chi è stato o da chi vive ad amsterdam, sapere le zone da evitare ed invece quelle migliori :)

  19. admin Scrive:

    Questo è un’itinerario che ho documentato dal vivo in uno dei miei viaggi ad Amsterdam: Città Vecchia, l’Amstel, Kalverstraat

    Zone pericolose esistono come in tutte le metropoli del mondo.. ma rispetto a queste è certamente più sicura: Amsterdam, una città sicura, non abbiate paura di visitarla !

    Per sapere cosa visitare, le attrazioni e i punti di interesse.. sfoglia il mio sito.. http://www.amsterdamtour.it: sono tutte informazioni che ho raccolto sul posto :)

  20. Nico Scrive:

    tre giorni ad amsterdam e non ti sei fatta neanche una canna?

Lascia un Commento


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline