Come vivono gli olandesi e il costo della vita

Costo della vita in Olanda

Ho trovato in rete questo simpaticissimo intervento di Elisabetta, un’italiana che vive in Olanda.

Ho avuto fortuna nel conoscerla, una diretta e concreta esperienza italiana quotidiana vissuta spalla spalla con gli olandesi, giorno dopo giorno soprattutto nelle più piccole cose, anche quelle che per noi italiani sembrerebbero scontate.
Senza contare che a prescindere dai contenuti, il modo con cui viene narrata questa esperienza è davvero divertente !

Cosa ci può essere di meglio per un Blog, come questo, che si propone di riflettere sullo stile di vita olandese ?
Io non riuscirei a raccontarvi tutto questo, un’esperienza di viaggio è troppo breve, troppo ristretta per vivere in pieno scene di vita reale !

La sua esperienza decennale è scandita in 10 punti, li ho letti tutti di un fiato con il sorriso stampato sulle labbra ! Ero a conoscenza del problema della circolazione, del parcheggio delle auto ad Amsterdam, dei furti di bicicletta, ma non pensavo che gli olandesi fossero cosi’ tremendi !

Certo che la cultura e il modo di vivere italiano è completamente diverso da quello olandese !

Ecco il racconto:
In dieci anni me ne sono capitate diverse di cose spiacevoli… ne elenco solo 10 per far contenta mia sorella (Ale il lekker bekken fa schifo e non lo tolgo dalla lista dell’altro giorno).

1. Il furto della mia bicicletta
Appena arrivata in Olanda con la bici italiana una graziella da passeggio vecchiotta ma sempre in grado di portarmi dappertutto, mi fermo davanti alla Konmar (catena di supermercati presente in qualsiasi paesino olandese) per fare la spesa … lego la bici, entro… cinque minuti… riesco… e la bici non c’e’ piu’! E questo e’ stato il benvenuto..

2. Come orientarsi in citta’
Non lo so ancora oggi come posso orientarmi in questa citta’ (come del resto in tutte le citta’ olandesi) che e’ priva di punti di riferimento. Dove non c’e’ un bar, una farmacia, un’insegna che possa aiutarti a ricordare un percorso.
E’ tutto assolutamente uguale…e io giro con la cartina… non si sa’ mai…

3. Le ganasce
Fino all’anno scorso se dimenticavi di pagare il parcheggio spesso trovavi la macchina con le ganasce.
A me e’ successo all’inizio, quando ancora non ero entrata nel meccanismo parcheggio/biglietto/corri corri che il tempo e’ scaduto! (ne sa qualcosa mia sorella)
Cosi’ mi sono ritrovata con delle belle ganasce gialle alla macchina e un cartello attaccato al vetro davanti con scritto STOP… non provare ad accendere la macchina che altrimenti salta in aria e ti ritrovi a contare gli uccellini che ti girano sopra la testa.
E non avete l’idea di quanto ho dovuto aspettare, dopo aver pagato la multa, perche’ la polizia liberasse la macchina… perche’ e’ lei che decide quando, come, dove e perche’… ahime’!

4. Multa per eccesso di velocita’
Prima e unica volta che m’ha fermato la polizia….con un dito. Un motociclista mi fa segno d’accostare dopo avermi seguito per un bel pezzo aspettando proprio di trovare una piazzola di sosta in modo da non intralciare il traffico (sembra l’Italia vero ?).
Mi spiega con molta gentilezza che avevo superato il limite (di 50 km/ora) di ben 6 km … e che suo malgrado era costretto a farmi contravvenzione. Infine mi chiede il perche’ della mia velocita’…io rispondo … sono in ritardo devo andare a prendere mia figlia a scuola. E lui con pazienza mi dice… vuole scriverlo sul verbale ?
E io…perche’ cosi’ mi toglie la multa?
E lui… no!

5. Cazziatone a scuola
Sempre all’inizio del mio soggiorno in questo paese cosi’ incredibile… mi ritrovo dalla preside della scuola di mia figlia perche’ aveva notato che la bambina aveva le occhiaie.
Con molta pazienza mi sono sorbita una predica di un’ora e la promessa che mia figlia sarebbe andata a dormire, come tutti i bambini in questo paese, alle otto e mezza.
Ma si puo’????

6. La macchina
Ordunque era inverno e la macchina aveva perso l’abitudine di accendersi quando avevo bisogno che lo facesse.
Cosi’ spesso chiedevo aiuto ai vicini che mettevano a disposizione la loro macchina e riuscivo a partire mettendola in moto con i cavetti (cambiare la batteria no?!!!).
Una mattina, accendo la macchina con i cavetti, salgo a casa a prendere la borsa, riscendo… e la macchina era spenta, chiusa e la mia vicina di casa con le chiavi in mano che mi dice…signora le ho spento la macchina perche’ a lasciarla accesa inquina!!!!

7. Il secchio della spazzatura
Meno male che l’estate in olanda dura lo spazio di una giornata altrimenti poveri noi!
Avevamo il permesso di lasciare il secchione della spazzatura nel giardino del nostro sottino che dava sulla strada. Una mattina di un’estate di qualche anno fa, mi chiama e mi dice… Elisabetta hai un problema col tuo secchio della spazzatura (traduzione letterale… perche’ qui non si usa chiamare le cose col loro nome specialmente se sono cose spiacevoli… ci si arriva per gradi
Cosi’ scendo a vedere che era successo al secchio.
Meglio che non vi dica che ho trovato…ho passato due ore della vita mia a lavarlo con la candeggina…

8. Controllo livello alcolemico
Proprio quest’anno, dopo esser stati fuori con amici al ristorante arabo che e’ in centro e che consiglio a tutti perche’ si mangia benissimo, siamo stati fermati dalla stradale per il controllo dell’alcool.
Premesso che qui piu’ di un bicchiere di birra non puoi bere, si avvicina il poliziotto con un aggeggetto strano. Mi dice di soffiare dentro con forza (ero io alla guida come sempre accade quando andiamo fuori a cena).
Mentre lui parlava s’e’ scatenato l’inferno in macchina.
Mia figlia traduceva dall’olandese all’italiano le istruzioni del poliziotto, mio marito mi diceva che dovevo fare, come soffiare, come respirare, mangiarmi subito una caramella (perche’ di birre ne avevo bevute due), l’altra figlia che stava cominciando a piangere perche’ s’era spaventata.
A me e’ venuto da ridere e non riuscivo a soffiare niente, il poliziotto che si stava innervosendo e’ andato a chiamare il suo capo perche’ pensava sicuramente… ecco la solita famiglia italiana inaffidabile e casinara.
Alla fine per sfinimento m’ha lasciato andare, tanto io non riuscivo a soffiare sufficientemente forte, gli altri chi piangeva, chi rideva, chi urlava…
Come ricordo della serata ho un bellissimo portachiavi giallo e sono stata nominata BOB.
Ole’!

9. I fiori della vicina
La strada dove abito e’ una strada piccolina, dove lungo il marciapiede sono piantati non a caso fiori e per riuscire a camminare devi fare la gimcana…non vi dico per entrare a casa…saltellando tra una pianta e l’altra si riesce sempre a guadagnare la porta.
Un giorno non volendo, assorta nei pensieri e carica di buste della spesa, per sbaglio ho messo il piede su una panse’ che stava li’ in mezzo alla strada. Giuro che non l’ho vista…La mia vicina e’ uscita fuori come una pazza dicendo … perche’ calpesti i miei fiori… i suoi fiori!!!! Erano in mezzo al marciapiede che serve proprio per far camminare la gente che altrimenti verrebbe falciata dalle macchine e dalle biciclette…

10. Parcheggio macchina
Prima di avere la citroen avevamo la micra in Olanda. La mitica schizzo che ora e’ esiliata a Trevignano
Abituata ai parcheggi di Roma, dove per trovare parcheggio a un km da casa dovevi perdere anche mezzora, all’inizio ho fatto fatica ad abituarmi all’idea che la macchina potesse essere parcheggiata addirittura davanti la porta. Quindi figuratevi lo spazio che c’e’…
Un giorno si avvicina una signora e mi dice… guardi che lei la macchina deve parcheggiarla meglio e’ troppa la distanza tra la sua e quella davanti. si deve accostare di piu’.
No comment

I conti bancari ? In Olanda i migliori, in Italia i peggiori. 10 Euro olandesi contro 120 l’anno italiani
Ebbene si.. nonostante gli sforzi di favorire in qualche modo i consumatori e nella fattispecie i contocorrentisti di istituti di credito con iniziative come “patti chiari” o dove i premi delle assicurazioni sono finalmente cominciati a calare, è proprio l’Italia a risultare il Paese più caro, mentre l’Olanda il migliore..
Lo riferisce il Rapporto ufficiale 2007 sull’integrazione dei mercati finanziari nell’Ue. In Italia si parla di 120 euro l’anno mentre in Olanda si paga poco più di 10 euro l’anno.. che differenza davvero vertigonosa.. ma si può ?
Mahh non sarebbe il caso di mettere i propri risparmi sotto il mattone ? (Scherzo.. e chi rinuncia più alle comodità tecnologiche di un conto online ?) Magari ci penserebbero meglio le Banche italiane ad essere cosi’ onerose.. O perchè no.. magari rivolgersi direttamente in Olanda.. ma quando ci sarà veramente una concorrenza estesa in tutta l’Europa ?
Infatti come dice lo stesso rapporto il cammino da fare per arrivare ad un’integrazione completa è ancora molto lungo. Inoltre il settore al dettaglio continua ad essere caratterizzato da «un livello insufficiente di competizione
E poi.. a parte il conto arancio che è tutto automatizzato e ovviamente tutto olandese anche se affermato in tutto il mondo, le spese di gestione di una Banca non sono uguali per tutti ? Italiane, spagnole o olandesi ?
Ringranzio il consueto Michele per la dritta

Negli ultimi tempi, ho ricevuto sulla mia Guida Viaggi diverse richieste da parte di italiani in cerca di lavoro in Olanda..
Quello che mi ha colpito di più è stato un ragazzo che voleva diverse spiegazioni su quello che poteva essere il costo della vita ad Eindhoven rispetto ad una città italiana campione come Milano.
Credo se lo sia domandato giusto per farsi due conti, se lo stipendio che avrebbe percepito poteva essergli sufficiente per ripagarsi delle spese in Olanda oppure probabilmente, se valeva la pena spostarsi e forse cercare prima un lavoro in Italia..
In ogni caso, ho cercato di soddisfare le sue esigenze attraverso l’aiuto prezioso dell’amica Elisabetta, che vive da oltre undici anni in Olanda e che volenterosa rispose subito alla mia richiesta.
Anche se la vita in Olanda è qualitativamente migliore di quella italiana, quello che mi ha sconvolto è venire a conoscenza di alcuni prezzi: il filetto costa 50 euro al kg, una casa di 100 mq puo’ costare anche fino a 3.500 euro al mese.
Certo ad un costo maggiore di vita corrisponderanno sicuramente maggiori benefici come i vestiti che costano di più ma che sono migliori di quelli italiani… però mi sembra comunque esagerato.
Sebbene lo stipendio medio di un olandese si aggiri intorno ai 2.000 euro, e credo sia migliore di quello di un italiano medio, mi domando come quest’ultimo possa sopravvivere e soprattutto come lo possa fare un emigrato italiano se e’ costretto a scegliere anche una scuola internazionale il cui costo all’anno si aggira sui 6.000 euro
Dalla lettura del racconto di Elisabetta sorgono allora spontanee alcune domande:
Perchè in Olanda si lavora di meno e si guadagna di più ? Perchè gli italiani dopo un’esperienza olandese fanno molta fatica a riadattarsi ai ritmi italiani ?
Ma è giusto pagare di più per avere maggiori servizi ? Potrebbero essere della stessa qualità ad un costo inferiore ?
Invece, in un Paese come l’Italia, se si pagasse di più, questo si tradurrebbe direttamente in servizi più efficienti ?
Non potrebbe essere utile al cittadino italiano usufruire in Italia di mutui vantaggiosi come quelli che forniscono le banche in Olanda che coprono tutti i costi persino il trasloco o la ristrutturazione ?

Ecco alcuni passaggi degni di nota che anche se riferiti all’anno scorso riporto integralmente e su cui vale la pena riflettere.

Non sono d’accordo col fatto che la vita sia qualitativamente migliore in Olanda.Tu Francesco perchè lo pensi ?. Secondo me è proprio il contrario. Per tantissime ragioni. D’accordo con Elisabetta che gli olandesi sono dei grandi risparmiatori anche se a volte diventano quasi ridicoli. Ad esempio un mio collega spengeva completamente la caldaia durante la notte per metterne solo una minuscola accanto al letto. Una notte gli si è gelata pure la caldaia Una cosa che costa moltissimo e che a mio avviso è anche molto cara sono i trasporti pubblici. Vi faccio un esempio per fare una distanza di circa 15Km su Roma che so S. Pietro Montesacro si spende per l’abbonamento 30 euro. E si può prendere qualunque mezzo. In Olanda spendevo 80 euro al mese e potevo solo viaggiare su quella medesima linea i cui autobus passano solo 2 volte l’ora. Il cibo è carissimo, pesce fresco non si trova per loro sogliole e orate sono strange fish a meno che non si vada ai discount tedeschi che si trovano soprattutto nella regione Est. Si paga tutto anche prendere libri o cd in biblioteca. Le scuole hanno ottime strutture ma costano un sacco di soldi.

Vivo da 11 mesi a Den Haag e non mi trovate d’accordo sul caro vita. A Den Haag solo 4 cose sono più care di una città media italiana gli affitti è vero sono alle stelle e i trasporti pubblici, la carne di qualità, strano ma vero, e andare a mangiare fuori. Tutto il resto generalmente costa uguale se non di meno come per esempio la spesa, con 35 euro riempio il frigo per una settimana cosa che non esiste neanche a Palermo. Per il resto visto che la casa me la paga la compagnia in cui lavoro ma se si vuole rinunciare al lusso con 600 euro si trova già qualcosa di decente e per muovermi uso la bicicletta posso tranquillamente dirvi che senza esagerare non spendo più di 400 euro al mese.

Ciao a tutti. Rispondo a Sebastiano…Felice di trovare un italiano nuovo a Den Haag. Io ci vivo da 11 anni e devo dirti che quando sono arrivata qui c’era ancora il fiorino che valeva circa 850 lire e la lira italiana. Sono d’accordo quando elenchi le quattro cose che secondo te sono le più care di tutte. La carne gli affitti, i trasporti e andare a mangiare fuori.. anche se su quest’ultimo punto avrei qualcosa da dire. Certo se scegli un ristorante italiano … non te la cavi con meno di 50 euro a persona … sempre che tu voglia mangiare veramente italiano. Ma ci sono tante cucine diverse. L’indonesiana, la greca, l’araba e ti assicuro che io Ale trovo deliziose e a buon prezzo. vero che se vai al mercato e tu lo conoscerai credo… 9 di Hobbemaplein risparmi ma io trovo che la qualità sia estremamente scadente rispetto a quella italiana. Sai, vedendo l’altro giorno una trasmissione su Rai uno… mi è venuto da ridere perchè facevano vedere i pomodori olandesi ancora belli freschi dopo tre settimane di frigo. Ed e’ cosi purtroppo… sono bellissimi ma senza sapore e chissà come sono coltivati. Ma ovviamente a tutto c’è rimedio. Si scelgono altre cose nuove magari che vengono dall’asia o da altri paesi e si sperimentano nuovi sapori e nuovi modi di cucinare. Passando ad altro… l’abbigliamento sportivo per esempio e’ qualitativamente migliore di quello italiano e con i saldi davvero si possono fare grandi affari. Ma poi penso… ai coni gelato. Non so se hai figli .. io si ne ho due e’ogni tanto la piccola mi chiede di comprarle il cono in una gelateria famosa del centro che si chiama Marinello che e’ aperta solo d’estate . Ora… qui si va a palline.. una pallina di gelato costa un euro. Non ti sembra un po’caro Come faccio a dirle… ok solo una pallina pero’, e se metti la panna … extra euro ovviamente. Parliamo della benzina. Io sono costretta a prendere la macchina tutti i giorni per accompagnare le figlie alle varie attività sportive. Ti sarai reso conto anche tu di quanto costa qui la benzina. Per non parlare delle tasse di circolazione. Certo tanto tanto aiuta andare in bici… che qui tra l’altro e’ l’unica cosa che rubano a me ne hanno rubate tre in 11 anni e tutte legate con la catena. Parliamo della sanita’ di quanto puo’ essere costoso e di quanto tu debba soffrire per avere una visita specialistica. Certo poi quando vai in ospedale ti sembra di entrare in un Grand Hotel. con tanto di negozi e di inservienti che continuano a passare offrendoti te e caffe’. Ma io ne ho viste cosi’ tante qui che non mi farei toccare nemmeno se mi pagassero oro. Pero’ non e’ tutto negativo. Io da quando sono qui per esempio vedo e sto con mio marito tanto piu’tempo. Le mie figlie parlano 4 lingue. Io ho imparato lo spagnolo e parlicchio l’olandese. Ho conosciuto tante persone e un mondo nuovo. Ho imparato a relazionarmi con gente diversa. Ad apprezzare e a capire che esistono culture differenti dalla nostra ma non per questo meno belle. Con molta umilta’ 11 anni fa mi sono rimboccata le maniche e ho cercato di inserirmi piu’ possibile. Non so se ci sono riuscita ma per lo meno ora posso dire ogni volta che si presenta un problema… io posso risolverlo tenendo conto anche di come la vedono gli altri. Saro’ felice di risentirti ancora e se vorrai potremmo magari prenderci un caffe’ un giorno e se posso esserti utile… sono qui

Ciao Elisabetta grazie per la risposta su alcuni punti sono d’accordo su altri meno. Quanto tempo che non torni in Italia ?. La benzina costa uguale mentre il gasolio meno un euro circa contro un euro e 20 se non di più in Italia . Per la sanità ci stanno le assicurazione di cui una parte dovrebbe essere coperta dal contratto di lavoro stesso. Per i vegetali credevo che quelli scadenti si trovassero solo da Albertheijn infatti avevo intenzione di visitare un mercato classico me lo consigli ma in linea di massima non mi lamento con gli olandesi che non hanno la minima idea di cosa significa mangiare ma il chicken sat non mi dispiace ed ogni tanto per fortuna vado a mangiare dal mio amico Enzo palermitano come me dove ricevo pure uno sconto speciale .

Caro Sebastiano in Italia l’ultima volta sono stata in Febbraio ma ogni volta che vado mi muovo con i mezzi. Sai…dopo 11 anni di guida olandese.. non mi ci ritrovo tanto a guidare con lo stile italiano Il mercato per eccellezza all’Aia e’ quello che si chiama Haagse Markt ed e’ nel quartiere turco. Solo 4 volte a settimana il lunedi’ mercoledi’ venerdi e sabato. Io ci vado tutti i venerdi perche’ proprio quel giorno arriva il pesce fresco e posso trovare una specie di vongole che qui chiamano kokkels e sono tipiche dello zeeland insieme alle cozze. In ogni quartiere poi una volta a settimana c’è un mercatino… per esempio il mercoledi è quello biologico vicino alla Grote Kerk. Ma quello del quartiere turco e’ gigantesco. Ti lascio qui di seguito il link se per caso andasse di fare un giro virtuale www.dehaagsemarkt.nl. Se posso esserti d’aiuto a farti conoscere … per esempio il mio ometto del pesce di fiducia il vero olandese doc… non ci crederai o il banco dove puoi trovare a volte i carciofi italiani.. o l’uva di Bari o i pomodori di Pechino… beh fa un fischio e unica raccomandazione… non andare in giro con anelli bracciali o collane. Anche se il mercato e’ molto controllato dalla polizia purtroppo sono frequenti i furti. Meglio andare la mattina presto prima delle nove perche’ dopo le 10 e’ pienissimo di gente e fare la spesa diventa complicato. E mai di sabato… per lo stesso motivo. Per il resto… portati la macchinetta fotografica vedrai delle cose incredibili Buona domenica a tutti da Elisabetta.

Rubano in Olanda eccome… A me hanno rubato pure a scuola una chiavetta USB in sala prof ovviamente E dentro c’era il mio CV per cui avrebbero potuto benissimo risalire al proprietario. Del resto…è vero che non sono educati al cibo. Tutto stampato. Ho cucinato al mio coinquilino qualche volta e alla mia domanda su quale sugo preferiva una volta ho fatto pasta al tonno, un’ altra amatriciana con guanciale d.o.c mi ha detto… Ma non e’ lo stesso sugo. Vi assicuro che cucino bene.
Un mio amico si è appena trasferito a Dublino…prende 4000 dollari al mese lavorando alla società dei telefoni e può tranquillamente vivere in hotel…mah…

Ciao a tutti e grazie per gli interessanti contributi sul blog: una precisazione, lo stipendio medio di 2.000 euro al mese si intende netto tasse? Se lordo, a quanto corrisponde il netto? Basta per vivere decentemente ad Amsterdam? Grazie Alessio

Alessio, la statistiche, ed soprattutto i risultati, lasciano il tempo che trovano. 2000 EUR al mese, con o senza tasse, sono quindi un valore quasi del tutto arbitrario. Per quando riguarda le tasse qui in Olanda ti consiglio di visitare il sito dell’ufficio tasse (in inglese): http://www.belastingdienst.nl/english/individuals.html. Il sistema fiscale funziona abbastanza bene, il che vuol dire che i controlli (fortunatamente) ci sono e l’evasione, almeno apparentemente, e’ meno diffusa che in Italia. Compilare la dichiarazione dei redditi e’ molto piu’ semplice qui (in una lingua straniera – olandese o inglese) che in Italia in italiano… In linea di massima direi che 2000 EUR al mese (tassati o no) dovrebbero essere piu’ che sufficienti per vivere ad Amsterdam o in altre citta’ olandesi. L’unica spesa importante e’ l’affitto, che in realta’ puo’ essere anche molto oneroso, ma se ci si accontenta non dovrebbe superare i 900/1000 EUR in centro citta’. In linea di massima gli affitti in centro citta’ costano circa da 10 a 15 EUR al metro quadrato al mese. 80 metri quadrati = circa 1000 EUR. Nota pero’ che oltre i 120 metri quadrati gli affitti crescono molto. Se si e’ sicuri di rimanere in Olanda per alcuni anni (direi minimo 3) e si ha uno stipendio fisso e’ piu’ conveniente comperare: si paga meno di interessi che per l’affitto di una casa equivalente, e gli interessi possono essere dedotti dalle tasse.

Ciao, ho una mezza intenzione di trasferirmi ad amsterdam e ho trovato questa discussione molto interessante. Partirei senza lavoro e con un inglese buono ma non eccellente… avrei difficoltà a trovare lavoro ? Se possibile preferirei stare in un posto a contatto col pubblico, tipo bar, pub, coffeeshop, ostelli ecc. ma mi posso adattare a qualsiasi cosa. Altra domanda: Elisabetta ha scritto che lo stipendio medio di un olandese è attorno ai 2000 euro, gli italiani li pagano meno ? E uno stipendio da 2000 euro a che tipologia di lavoro corrisponde? Grazie mille a chiunque risponderà…

Mi fa piacere trasmettere quello che ho appreso nella mia vita (sette anni) in Olanda sperando di essere utile. Sono a contatto con molte realtà locali (le più diverse) e la mia idea è che il tenore di vita in Olanda dipenda da tanti, molti e molteplici fattori: non ultimi, gli alti e bassi dell’economia, il modo nel quale na persona si gestisce/amministra eccetera. Ne ho visto davvero di tutti i colori… e ho constatato che all’interno dello stesso Paese e delle possibilità offerte la differenza la fa la persona. Un caro saluto.

Due indirizzi che forse potrebbero essere utili: – il sito italiansonline.net/sezione Amsterdam con tante notizie sui documenti, casa lavoro, questioni burocratiche; – cliccando su google.it le parole chiave “ACLI UTRECHT” si trovano le dritte relative alle ACLI in Olanda, danno informazioni sulle pensioni, è vero, ma sono persone esperte che possono essere un punto di riferimento per gli italiani. Il nuovo centro ha aperto qualche giorno fa e il presidente è il sign. Andrea Mantione, con me nei Comites. Qualcosa in Olanda si trova sempre, come lavoro e casa: non ho mai conosciuto nessuno, né olandese, né italiano ma nemmeno bulgaro, turco o di altre nazionalità che stesse con le mani in mano. L’Olanda ha ancora molto da offrire e io personalmente sono contentissima della mia scelta. Un po’ di criterio nell’afferrare le occasioni utili e sapersi gestire: molto dipende dalla persona. E risolvere specialmente la questione ‘casa’, magari la prossima volta do altre dritte. Se uno lavorando non ha qualcuno con cui dividere l’affitto, non può o non se la sente di comprare, non ha maturato il numero di anni per avere la casa del sociale (è più difficile di prima) è presumibile che si arrangi in stanze ammobiliate… circa 350 euro come minimo. Spero di avere detto qualcosa di utile visto che oggi ho imperversato nel blog!!

Salve a tutti… ho appena visitato questo forum. Ho ritenuto giusto farlo poichè spaziando tra pagine e pagine, ho notato che è molto utile e funziona veramente bene. non so se è la sezione adatta ma avrei qualcosa da chiedere. a luglio (2008) conseguirò la laurea specialistica in comunicazione istituzionale e d’impresa…ma da circa due anni (a luglio 2008 saranno 3!) lavoro presso un’agenzia di comunicazione qui a Napoli. Svolgo varie funzioni(dato che è un agenzia giovane e non dispone di un gran numero di personale) tra cui graphic designer (ottimo utilizzo del pacchetto macromedia e adobe), web designer (dreamweawer, flash mx), ma soprattutto partecipo quotidianamente in maniera attiva a tutte le fasi strategiche di un’agenzia di comunicazione a tutti gli effetti. (in qualità di art director…) Vado al dunque: a Settembre, grazie ad un buon gruzzoletto di soldi messo da parte, mi piacerebbe trasferirmi ad amsterdam (zona centrale)… (Idea non a caso visto che ci sono stato già 4 volte da turista ed è una città che mi affascina sempre di più…) …per poter crescere ancora di più professionalmente, testare il mio livello di conoscenze e migliorare il mio inglese che non è certo eccellente, provando ad inserirmi in agenzie di comunicazione olandesi. (di sicuro diverse dal contesto napoletano che ahimè…mi sta sempre più stretto) Domande: Secondo voi con le mie referenze (laurea specialistica e 3 anni di lavoro nel settore) avrei molte difficoltà a trovare un posto di lavoro??? .. non so quante agenzie ci sono e se assumono in base a determinati parametri differenti da quelli che mi aspetto. Ci sono anche Agenzie Italiane???? se si…come posso trovarle? Secondo voi…questa mia scelta di cambiare aria…può rivelarsi la scelta giusta???? perdonate la lunghezza del messaggio…… Grazie, Slash.

Caro Slash, l’amico Francesco mi ha chiesto se, visto che io sono una persona in possesso di moltissime informazioni, posso rispondere alla tua richiesta. Cosa che pensavo già di fare… ma mi sono trovata in imbarazzo: perché non vorrei scoraggiarti ma io in Olanda (avant’ieri sono sette anni) NON lavoro da più di tre anni. Ho paura di non essere la persona più adatta! e senza sussidio. Certo non ho calcato la mano nelle ricerche ma ti posso assicurare che per quanto riguarda le mie potenzialità è stato praticamente IMPOSSIBILE usarle. È una cosa che non ha avuto bisogno di molte ricerche: l’ho capito da me. Questa è la mia esperienza. Non parlo comunque tanto degli olandesi ma più che altro degli italiani. Il problema è più generale. Però ti consiglio ugualmente di provare. Ripeto: niente di grave ma questa è la prova di una situazione molto più complicata di quello che si creda. Se vuoi puoi mandarmi una e-mail: lo uso con molta parsimonia (altrimenti mi distraggo troppo) ma il tempo di risponderti lo trovo! Ciao / Bianca.
Grazie a te Francesco… certo io tanto per cambiare mi devo sempre distinguere ed essere particolare (!) ma mi nei limiti del tempo che devo dedicare alle mie cosucce personali mi fa piacere dividere le mie esperienze con gli altri. Magari può servire. Non vorrei essere stata troppo brusca con Slash prima, e magari anche la tua amica Annarita seguirà il blog per info, quindi mi spiego. Intendiamoci: io in Olanda sto benone e se non lavoro da così tanto tempo forse non ci crederete ma un lavoro non l’ho mai cercato attivamente. Proprio così. A parte che sono ‘accompagnata’ e questo conta eccome… diciamo che io sono molto intuitiva e le cose me le sento. Andare a cercare lavoro (e carriera) a casaccio a me non va: e potrebbe essere inutile. Bisogna sempre individuare le giuste vie e le giuste conoscenze. Perché attenzione funziona così: non la raccomandazione (a me questo concetto fa senso!) ma ripeto le giuste strade sennò è tutto inutile. Si gira a vuoto senza concludere niente. Molto dipende da te e molto da altro. Io uso i miei accorgimenti, tipo quello (mi dispiace esprimermi così) di non rendermi mai troppo disponibile nei confronti (mi dispiace nr.2) degli italiani. Non se ne cava un ragno dal buco: già molto se ringraziano, al contrario del nostro Francesco che lo fa sempre. Sembra incredibile ma è così. Non riescono a creare un ponte tra te e il lavoro, a me, scusate, danno l’impressione di provarci un gusto matto a farti lavorare gratis e la cosa mi piace punto poco. Non è tanto per la remunerazione al momento ma il fatto che quello che fai non è nemmeno tenuto in considerazione per il dopo. Francamente io ero abituata ad altro… ma giusto per essere buonina questo potrebbe anche essere lo specchio di una crisi economica del Paese che ti ospita. Ho parlato al proposito con un amico italiano che vive vicino ad Amsterdam da quasi 40 anni e conferma tutto. Però l’Olanda offre molte possibilità, solo che bisogna gestirle e non tutti sono in grado di farlo. Ti valutano per quello che servi. E anche il mero discorso di stipendio non basta: specie (sono fissata) quando ci si mette in mezzo la situazione casa. Comunque prima sono stata un poco esagerata: io le mie potenzialità le ho sfruttate certamente ma non è stata una passeggiata: e comunque da un punto di vista pratico con gli olandesi. Bisogna fare molta attenzione altrimenti si gira a vuoto.
Non capisco tanto il senso di questo post. Dici “una casa di 100 mq puo’ costare anche fino a 3.500 euro al mese”…e perche`, a Milano no? Che discorsi sono…dipende dov’e` la casa. Casa mia (Amsterdam) e` piu` di 100 mq e costa 1200 euro al mese. Ed ad un certo punto fai un mutuo, dato che qui il lavoro a tempo indeterminato esiste ancora. E poi permettimi una cosa che non vuole assolutamente sembrare classista: lo stipendio medio di 2000 euro in che campo? Nel campo dell’IT, per laureati lo stipendio medio netto mensile e` intorno ai 3000 euro, con lo sconto 30% sulle tasse (che non hai menzionato)…Chi guadagna 2000 euro non si prende una casa in centro a 1200 euro, se ne prendera` una in condivisione a 400-600 euro mensili. E poi mi sembra che con 1100 euro prendi un certo tipo di casa: http://www.pararius.nl/nederlands/showObjectDetails.php?object_ID=352045 Esattamente come in Italia devi vivere secondo il tuo stipendio, che comunque e` piu` alto che in Italia. Il filetto?certo, ci sono cose che costano di piu`, e altre che costano nettamente di meno. Seccondo me basta che ognuno dia un occhiata al sito dell’Albert Hein, il maggiore supermercato olandese, per farsi un’idea. Io non spendo piu` di 200 euro al mese di mangiare…e non mi faccio mancare proprio nulla, anzi, mi abboffo di torte :) http://webwinkel.ah.nl/ Secondo me dovremmo evitare le informazioni del tipo: “Mio cuggino ha detto che..”: ci vogliono link, fatti (non pugnette) Ciauz, G.

Giulio ha ragione. I miei figli, a 21 e 26 anni, che lavorano hanno potuto comprarsi un appartamento con un mutuo agevolato per i giovani. Il vantaggio dell’Olanda è che, anche nelle città care, grazie a sussidi ed agevolazioni, puoi vivere bene. Segnalo, per chi cerca lavoro, il sito Italiansonline. I cuochi sono i più richiesti ma anche altre categorie di lavoratori. Per la spesa economica consiglio la catena di supermercati ALDI, LYDEL e YUMBO.Da ALDI esci con un carrello strapieno dopo aver speso non più di 50 euro. Yumbo ha prodotti di maggior qualità. Il supermercato Albert Hein, citato da Giulio è più caro ma anche di qualità migliore.

Oltre queste esperienze che credo possano essere utili a potenziali italiani, probabilmente non sapete che in Olanda i lavoratori che si infortunano nell’alzare carichi di peso maggiore ai 23 kg sono rimborsati direttamente dal loro datore di lavoro.
E’ quanto ha deciso la Corte Suprema dei Paesi Bassi sul divieto di sollevare manualmente questo tipi di carichi.
Tutto è partito da un lavoratore che lamentando forti dolori alle ossa ha intentato una causa per denunciare che il fatto dipendesse da dei carichi troppo pesanti trasportati nel corso del suo lavoro.
Questa sentenza ha già coinvolto ben 2,6 milioni di operai olandesi impiegati regolarmente proprio per movimentare pesi maggiori di questo limite.
Secondo la la federazione sindacale olandese (FNV), da una parte i lavoratori faranno più attenzione alla prevenzione dall’altra ci saranno meno aggravi finanziari per la salute pubblica visto che in Olanda gli infortuni muscoloscheletrici costituiscono il 39% dei congedi per malattia e dei costi sostenuti per la salute dei lavoratori.
Una delle immagini illustra il movimento corretto per il sollevamento dei carichi, la seconda quello sbagliato.

Via Sicurweb.it

Soldi in Olanda

Sicurezza sul lavoro in Olanda

Sicurezza sul lavoro in Olanda

Olandesi

Tag: , , , , , , ,

309 Commenti a “Come vivono gli olandesi e il costo della vita”

  1. Come vivono gli olandesi e il costo della vita Scrive:

    […] la lettura con la fonte di questo articolo:  Come vivono gli olandesi e il costo della vita Author: admin     02 16th, 2009 in Banche, Comparazione, Prestiti […]

  2. cristina Scrive:

    Mi sono divertita a leggere quest’articolo, perchè anch’io ho passato molte delle esperienze descritte ed ho imparato che: non devi MAI calpestare i fiori della vicina di casa, lasciare la bicicletta incustodita, impicciarti degli affari altrui perchè gli olandesi sono riservati, guidare a 55 all’ora dove non si possono superare i 50…non allacciare le cinture di sicurezza…E so che cosa vuole dire avere nostalgia del sole del mio Paese e anche delle mozzarelle, pomodori saporiti, pasta fatta in casa e soprattutto del pane.

    Però sono in Olanda da 27 anni e ci resto. Perchè in Italia ci sono tante altre cose che non vanno e dovendo scegliere, preferisco “soffrire”qui che nel mio Paese.

    Comunque quando sono arrivata in Olanda la situazione era migliore; si usciva di casa alla mattina senza neanche chiudere la porta a chiave, si lasciava la bicicletta incustodita e già un furto di bicicletta era talmente raro, che quando avveniva…lo scrivevano sul giornale.

    Purtroppo attualmente la situazione non è più così idilliaca; la criminalità organizzata si è infiltrata ovunque e si comincia a vivere male anche qui.

    La recessione si fa sentire ma non come negli altri Paesi. Mio marito guadagna quasi 2000 euro netti; ha 46 anni ed è “ingegnere disegnatore”.
    L’anno scorso ha lasciato un posto dove lavorava da 17 anni perchè stavano cominciando a licenziare il personale e nel giro di un mese ne ha trovato subito un altro, con un contratto di un anno che speriamo adesso diventi definitivo.

    Le spese per l’assistenza sanitaria sono altissime, è vero: e anche le tasse.
    Ma solo a seconda del reddito. E ci sono molti sussidi. Non ho mai sentito affitti di 3500 euro al mese! Ma sicuramente Amsterdam è la città più cara.

    Le città dove si vive meglio, secondo i miei amici italiani sono Utrecht, Breda, Leiden, Delft, Maastricht, Harlem, ecc.

    Ci sono supermercati molto economici dove puoi acquistare di tutto a prezzi veramente buoni: Aldi, Lydel, Jumbo. Anche la carne, i ravioli italiani, la frutta.

    I miei figli hanno già comprato un appartamento, con un mutuo agevolato, ed hanno solo 21 e 26 anni.

    In conclusione penso che quando una persona decide di andare a vivere all’estero deve prima di tutto sapere che il paradiso non esiste in nessun posto al mondo. Ovunque tu ti stabilisca ti mancherà sempre qualcosa; qualcosa non andrà bene, qualcosa sarà meglio che al tuo Paese d’origine, qualcos’altro peggio. Quando mi sono rotta una gamba in modo “catastrofico” sono andata a Milano a farmi operare, dopo essermi resa conto che gli ortopedici dell’ospedale di Eindhoven non sapevano neppure dove cominciare per rimettermi in sesto.

    Allora, se volete venire in Olanda provate a viverci per qualche mese, cercate lavoro via gli uffici di collocamento, affittate le case solo da persone serie, meglio se rivolgendovi agli uffici comunali, cercate di avere già qualcuno sul posto che conoscete e che potrebbe aiutarvi in caso di necessità.

    Questo magnifico blog è una fonte di informazioni preziosissima, che potrà aiutarvi anche a prendere la decisione giusta.

    In bocca al lupo a tutti!

  3. Piero Scrive:

    Sono senza parole…il tuo articolo è esauriente in ogni forma…io ho sempre pensato che l’Olanda fosse un paradiso…vederlo da turista 4 volte all’anno,lo è sicuramente ….suppongo che viverci è tutt’altra cosa…ma nonostante tutto…se avessi una 15na di anni di meno ,ci proverei…l’Italia è un paese dove il cibo…i vestiti…i paesaggi…sono il n°1…ma se uno guarda più in profondità,scopre un paese dove le leggi sono retrogote e antiquate..dove lo studio non ti garantisce un futuro se non un lavoro a termine quando ti va bene…dove la scienza e le innovazioni non sono di casa…allora vedo l’Olanda e mi rendo conto che l’Italia è indietro almeno di 100 anni….fatta eccezzione come ho detto per il cibo ,per i vestiti e per i suoi paesaggi…città…ecc.

  4. admin Scrive:

    Grazie infinite Cri.. se questo blog sta diventando una risorsa utile, questo lo deve a persone come te e tutti i lettori di BlogOlanda che riportano le loro esperienze di vita a beneficio degli altri. Elisabetta, non ha vissuto i tuoi tempo gloriosi, ma tanto da poter confermare quello che hai detto.. La situazione, soprattutto in questo momento non è delle più felici, visto che anche in Italia, molte fabbriche stanno chiudendo.. speriamo questa crisi possa aiutare a farci recuperare gli antichi principi, quelli di cui si sente soprattutto il bisogno, in momenti come questo… la cosa che mi ha colpito, è scoprire che in Olanda non sapevano aiutarti, quando ti sei fatta male alla gamba.. spero che le cose siano migliorate.. invece ho saputo che in Odontoiatria sono davvero bravi e hanno costi inferiori.. una volta aiutari un italiano, grazie ad un’associazione italo-olandese :)

  5. admin Scrive:

    Grazie Piero.. ma il merito è tutto di Elisabetta, italiana che ha vissuto in Olanda per 11 anni e che da 2 anni è in Polonia.. ho perso le sue traccie.. spero un giorno.. di ritrovarla nell’oceano del web :) Certo che vedere l’Olanda da turista è differente che viverci :)

  6. Bianca Scrive:

    Ciao a voiiiiiiiiiiiiiiiii, che piacere ritrovarvi!!

    Eccomi dalla biblioteca pubblica spanciata tra mangime (slurp!), quotidiani, riviste e Internet for free, una pacchia.

    Salutino al volo tra un ripasso e l’altro del virtuale: per ora Cristy in casa ho il mio bel computer ma non ho Internet e me la godo, ci penserò dopo, certo mi manca ma se pensi che ho letto a raffica solo negli ultimi giorni come ai bei vecchi tempi… devo spicciarmi a combinare qualcosa sennò non farò mai il salto da aspirante VIPPINA a vip.

    Ormai ci siamo assestati come trasloco, certo mancano dei pezzi d’arredamento e due stanze sono ancora vuote ma la casa mi piace molto e la mia camera è delizosa, sciocchezzuole, tra breve la dimora sarà un bijoux.

    Ciao alle signore, ad Annarita, poi Gloria e Cristina, i nostri signori del blog e naturalmente lui, il Moderator esperto in tematiche olandesi.

    Qui si vivacchia ancora benino anche se concordo con quello sostenuto da qualcuna/o qui poc’anzi, che è meglio evitare di ascoltare il cugino dello zio del fratello del cognato… ognuno ha le sue esigenze e trova la sua strada, le casistiche sono troppo differenti ma basti pensare che arrivano notizie drammatiche da tutto il mondo compreso il Giappone (mai così giù economicamente dall’inizio degli anni Settanta).
    Cerchiamo di tirare avanti e di “sorpassare” questo difficile momento.

    Ha da passa’ a’ nuttata…

    Saluti a voi e a prestissimo,

  7. Piero Scrive:

    Ehi…a proposito d’olanda !! so che non è il thread adatto,ma ci sono delle novità per quanto riguarda la Red light..coffe ecc.?
    Visto che è un po’ che non se ne parla ?

  8. Francesco GuidOLanda Scrive:

    Ciao Bianca.. ben tornata.. ma si le letture sono un tocca sana :)

    Auguri ancora per la tua casetta nuova..

    Piero effettivamente è da molto che non abbiano notizie..

  9. cristina Scrive:

    Sempre carini ed arguti i tuoi commenti, Bianca!

    Auguroni per la casa nuova. Se ti serve qualcosa fammelo sapere; con tutti i traslochi che ho fatto mi sono sempre rimaste delle cose che giacciono inutilizzate nel garage.

    Brava, leggi ,leggi.

    Koffieschop? Niente di nuovo. Se non…. che ne hanno aperto uno nuovo fiammante ad Eindhoven. Altro che chiusura!

  10. veronique Scrive:

    ciao a tutti,sono una ragazza di 26 anni…ben presto andrò a vivere in Olanda,mi serve il tempo per cercare una casa, un lavoro, e per iscrivermi alla specializzazione di neuroscienze,dato che mi sono appena laureata in biologia.Esistono borse di studio per studenti stranieri?mi darò molto da fare, e dopo aver vissuto le realtà del sud Italia, di certo non sarò così distratta da calpestare i fiori della vicina che sono sul marciapiede,quì da noi sui marciapiedi ci sono parcheggiati i tir…….un saluto a tutti e grazie

  11. Piero Scrive:

    Veronoque…che dirti se non che hai un bel nome….sei giovane e sicuramente sarai anche molto carina …detto questo..ti auguro di trovare la tua strada ..
    Per quanto riguarda le tue domande ,non saprei che dirti..in Olanda adesso non è facile trovare un lavoro fisso oppure un lavoro a tempo determinato che ti permetta di studiare e nello stesso tempo di mantenerti,ma sono sicuro che qualcuno qui sul blog, i saprà darti qualche consiglio utile..
    Hola

  12. admin Scrive:

    Ciao Veronica.. benvenuta.. prova a dare uno sguardo a questi link

    http://www.rsm.nl/home/mba
    http://www.guidamaster.it/da-non-perdere/dettaglio.html?iId=593&masterId=0
    http://ec.europa.eu/education/erasmus/doc/ip0708/nederland.pdf
    http://ec.europa.eu/education/programmes/mundus/index_it.html
    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=ApFQv0oNwB.4ea_BKH6_UcOSNxV.;_ylv=3?qid=20090312173237AAWyiZ1

  13. LUCREZIA Scrive:

    ciao a tutti volevo chiedere visto ke io e 3 miei amici abbiamo intenzione di andare a viere in olanda volevamo sapere quanto e diversa dall italia poi anche per trovare casa e lavoro come possiamo fare
    ciao e grax

  14. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Pensioni: confronto Italia/Olanda

  15. Marco Scrive:

    salve a tutti gli utenti del blog! io vorrei venire a vivere in Olanda, premetto di averla già visitata come turista già 5 volte e ne sono rimasto affascinato, ma siccome so che ogni medaglia ha il suo rovescio ho cercato apposta un blog dove trovare persone che ci vivono e quindi sanno dirmi molto di più dei soliti bla bla bla, io ho la possibilità di frequentare un corso di olandese prima di partire, so che non riuscirò a parlarlo fluentemente ma già mi sembra un piccolo vantaggio piuttosto che la totale ignoranza sulla lingua, ho una buona conoscenza dell’inglese e voglia di lavorare, cosa mi dite ne vale vermante la pena vivere là da solo ? e un’ultima domanda anche se un po’ inconsueta; cosa ha spinto a tutti voi residenti in olanda di rimanere là di rinunciare a tutta la vostre cose come per esempio la via di tutti giorni, gli amici, i parenti, la buona cucina, il sole? vi ringrazio in anticipo Marco

  16. Piero Scrive:

    Ciao Marco..per prima cosa rispondo alla tua domanda sul vivere in Olanda…
    Chi x un motivo o per un’altro ha deciso di cambiare vita…chi per motivi legati all’amore,chi per trasferte lavorative e chi in un certo senso ha deciso di dare un taglio alla sua vita con il suo passato amici compresi…difficile dirti x quale motivo uno/a vuole cambiare vita…Conosco persone che per non avere a che fare con un genere di “vita ” e di “amicizie ” ha deciso di cambiare aria….
    Ora veniamo alla tua domanda sul vivere in Olanda…per prima cosa ci vogliono una serie di documenti non indifferenti…poi x ottenere la residenza devi seguire una certa procedura…domicilio…conto bancario ecc. il tutto vincolato a un lavoro che senza del quale non ottieni le cose che ti ho elencato..obbligo di imparare l’inglese e di avere una conoscenza non dico perfetta,ma quasi,dell’olandese…comunque eccoti un indirizzo dove troverai parecchie risposte alle tue domande…http://www.amsterdamtour.it/
    Se hai pazienza ti risponderanno sicuramente quelli che ora vivono in Olanda e che sicuramente ti potranno dare info. più dettagliate di me.

  17. Marco Scrive:

    caro piero ti ringrazio della tua risposta! già tu hai detto molto, per quanto ne volevo sapere! allora ascolterò il tuo consiglio e aspetterò che qualche nostro connazionale mi dia dettagli più precisi in merito! comunque mi hai fatto pensare che per andare a vivere là serve un budget abbastanza sostanzioso visto che devi trovare lavoro-conto bancario- casa nello stesso istante se vuoi rimanere là! grazie ancora Marco

  18. Bianca Scrive:

    Guarda Francesco rispondo qui alla tua richiesta sulle domande di Marco… io credo che si rischi di dare risposte troppo generali a domande delicate quali il costo della vita e la possibilità di vivere da soli in Olanda, ognuno fa le sue scelte diversissime da persona a persona e le motivazioni sono ancora più diverse, diverse le situazioni, le città e ancora molto altro.

    Consiglio il portale italiansonline.net, a destra ci sono tutte le sezioni, la prima è Amsterdam, di fare scelte razionali e pensarci bene ma allo stesso tempo buttarsi se ci si crede.
    Inoltre vedo che ci sono utili notizie nei commenti precedenti.

    Leggo che in zona europa la nazione meglio messa è l’Olanda con appena il 3.4% di disoccupati, se Marco conosce l’inglese, sta iniziando a fare un corso di olandese, ha voglia di lavorare e sa muoversi, beh, le prospettive (e il lavoro) non dovrebbero mancare.

    Buona fortuna e dai ancora notizie!

  19. Marco Scrive:

    ciao Bianca ti ringrazio per la risposta immediata! io spero veramente di sentirmi a casa come le volte che ci sono venuto in vacanza, spero che la mie esperienze fruttino qualcosa, d’altronde sono abituato a sfacchinare pesante avendo fatto lavori quali il manovale l’operaio e il soldato! spero che tutto questo mi sia servito a qualcosa perchè abitare da solo in un paese straniero è la prova del 9! quindi incrociamo le dita e che dio ce la manni bbona! tanti saluti
    Marco

  20. Bianca Scrive:

    Figurati Marco, vorrei dirti di più ma l’esperienza mi insegna che c’è una tale diversità di situazioni che poi si rischia di cadere nel generalista… complimenti davvero per la tua volontà e il tuo spirito di iniziativa.
    Se stai cominciando a studiare l’olandese i locali ne saranno felicissimi ma all’inizio l’inglese va bene… in ogni caso gente arrivata qui ce l’ha fatta anche se in Italia a malapena ha studiato l’italiano.

    In questo post sul costo della vita trovi dettagliate informazioni e se hai fatto l’operaio potresti (almeno per cominciare) lavorare in qualche fabbrica: io abito alle porte di Amsterdam a Zaandam ed è una zona industriale, per esempio c’è la celebre Verkade, la fabbrica di cioccolato, perché non provi?

    Il sito è http://www.zaanstad.nl, mannaggia è solo in olandese ma ci dovrebbe essere la e-mail, va bene anche se scrivi in inglese.
    Anche werk.nl è in olandese, poi http://www.uwv.nl, tutti siti ufficiali di lavoro.

    Poi call-center, ristoranti, e mi permetto di dire che affrontare tutto da soli è ok ma dividere le spese (specie di affitto) con un’altra persona è mica male!

    Un salutone e in bocca al lupo, facci sapere!
    Bianca

  21. Bianca Scrive:

    Marco, aggiungo che all’inizio, visto che trovare una casa potrebbe essere una cosa non immediata, puoi puntare su una stanza ammobiliata… occhio a bidoni, pacchi e truffe!
    Ti costa circa (una stanza) 350-400 euro.

    Fai sapere!

    Buonanotte a voi.

  22. Marco Scrive:

    ottimo bianca! quindi per non incorrere in “pacchi” una stanza ammobiliata costa max 400 euro! perfetto! non finirò mai di ringraziarti per queste piccole chicche! buonanotte!

  23. Bianca Scrive:

    Grazie sei molto gentile!
    Ehm Marco… veramente il rischio bidone c’è anche a 400 euro circa: occhi sempre aperti dunque.
    Io sono stata molto fortunata e prima di avere la mia casa ho sempre (sub)affittato da persone affidabili.
    Non hai un amico come base almeno per l’inizio?

    Comunque sono sicura che te la caverai, se hai bisogno di altre dritte ripassa qui.

    Buonanotte!

  24. Marco Scrive:

    davvero? scusami la domanda stupida come riconosco un pacco dalla svolta? sai com’è l’unica esperienza di vita fuori casa l’ho avuta fuori casa al militare e capirai che il vitto e alloggio non erano un problema, ci sono tipi di agenzie “oneste” che potrebbero aiutarmi? si purtroppo parto da solo e non conosco nessuno!

  25. Bianca Scrive:

    Caro Marco, è un gatto che si morde la coda: le agenzie oneste ci sono eccome ma vogliono garanzie. In molte chiedono in busta paga il triplo dell’affitto, cioè se trovi un appartamento a 700 euro al mese devi guadagnare circa 2000 euro.

    Le altre soluzioni? Stanze, conoscenti e/o agenzie delle quali non sempre ho sentito parlare bene.
    Vai al sito italiansonline.net, elenco sezioni a destra, Amsterdam è la prima, chiedi a qualcuno: ma hai un budget, una somma di denaro insomma che ti permetta di vivere almeno i primi tempi?

  26. Marco Scrive:

    ehhehe ho capito l’antifona allora! comunque già mi sono salvato il link che mi hai detto! per ora sto mettendo da parte i soldi che almeno mi consentano di sopravivvere i primi tempi quando passerò le giornate a mendicare un lavoro e una casa! ma fammi capire una cosa tu mi hai detto Amsterdam perchè è più facile per uno agli inizi? no perchè io sono innamorato di Utrecht e mi paicerebbe molto andare a vivere là, ma se mi dici che appena arrivati bisogna accontentarsi ebbene sia allora :-)

  27. Bianca Scrive:

    Caro Marco, se sei innamorato di Utrecht è meglio per te credimi.
    Amsterdam? Come si fa a trovare non dico un appartamento ma anche solo una stanza dall’Italia senza conoscere nessuno? È meglio un ostello per i primi giorni e fai bene: mai partire con i soldi contati.

    Ma no, non la metterei così sul mendicare casa e lavoro e credimi, nonostante consigli eccetera sempre la persona interessata è protagonista!

    Ciao!

  28. Marco Scrive:

    vada per Utrecht allora, a questo punto mi conviene l’ostello dove vado solitamente in vacanza, e conosco anche il propietario di una pizzeria lì accanto che è di catania e vive lì da 21 anni non so quanto mi potrà tornare utile ma vedremo! grazie!
    Marco

  29. Bianca Scrive:

    Ottima idea Marco, ti dico la verità, anche io sono arrivata sola, ad ottobre che non è certo alta stagione e sono pure una femminuccia però… va bene lo spirito di avventura ma un punto di appoggio non può fare male.
    Per esempio prova a a cliccare su google “comunità italiane Olanda”, dovresti diverse di loro.

    Facci sapere il proseguimento e in bocca al lupo.

    Ciaooo.

  30. Bianca Scrive:

    “Dovresti trovarne diverse di loro” intendevo.

  31. Marco Scrive:

    ok ok mi documenterò anche con loro, poi se riesco nella mia impresa ti offro da bere! speriamo arrivi presto questa fase! crepi il lupo! ciao ciao marco

  32. Bianca Scrive:

    Ci conto.
    Ciao!

  33. admin Scrive:

    Ecco un commento tra i molti utile di Bianca che l’automatismo aveva sospeso dalla pubblicazione perchè ritenuto spam (tanti link) e che solo adesso ho potuto autorizzare.. grazie Bianca.. è tornata il turbine.. evviva :)

  34. Bianca Scrive:

    Un turbine nel turbine, qui il vento soffia e mugghia, che p@**e.
    Vabbò che mi piace l’autunno, però…
    Ciao a tutti voi.

  35. Davide Scrive:

    Ciao Bianca…anche io da diverso tempo sto’ pensando di trasferirmi in olanda (da dove sono tornato la scorsa settimana per l’ennesima volta!) pero’ volevo cercare un lavoro che fosse inerente con le mie esperienze di manutenzione meccanica e meccanica navale. Sai per caso quali sono le citta’ con cantieri navali e piu’ o meno quale potrebbe essere la paga mensile per un lavoro specializzato?…grazie in anticipo a tutti quelli che interverranno..

  36. Bianca Scrive:

    Mi spiace Davide ma è completamente fuori dal mio settore.
    Prova a controllare il sito italiansonlinet.net, a destra nell’elenco delle sezioni la prima è Amsterdam, magari qualcuno ti può dare un consiglio.

    Per quanto riguarda stipendi e simili, chiedi a Francesco, il moderatore del blog, come risalire ad un post di qualche tempo fa sul costo della vita in Olanda (mi pare che fosse a febbraio).

    In bocca al lupo!

  37. Bianca Scrive:

    Comunque nel tuo caso la prossima volta che vai in Olanda mi sembra naturale, visto il tuo settore, andare al porto di Rotterdam e chiedere, tanto qui parlano tutti inglese…
    Buona giornata.

  38. Davide Scrive:

    grazie mille Bianca…seguiro’ appieno i tuoi consigli,cmq sto dando una scandagliata a tutti i cantieri che possano avere un sito internet,pero’ cosa mi consigli al riguardo?..di inviare dall’Italia il C.V. o inviarli solo una volta in loco?

  39. admin Scrive:

    Grazie Bianca per il tuo prezioso e consueto contributo
    Qui abbiamo trattato il costo della vita e lavoro ad Amsterdam
    http://www.blogolanda.it/2009/02/16/come-vivono-gli-olandesi-e-il-costo-della-vita/

    Qui tra i commenti da parte di chi ha cercato lavoro in Olanda
    http://www.blogolanda.it/2008/10/05/anche-ad-amsterdam-una-giornata-senz%E2%80%99auto/

    Altre risorse importanti sull’argomento
    http://www.amsterdamtour.it/turismo/italiani-in-olanda.html

  40. Bianca Scrive:

    Sì Francesco, queste risorse è meglio secondo me lasciarle sempre un po’ in vista…

    Guarda Davide, è sempre meglio cercare lavoro in loco, qui, nella maggior parte dei casi, ma visto il tuo settore specializzato potresti inviare un bel curriculum anche in inglese e anche dall’Italia, cominciando da un posto come Rotterdam, celebre dovunque per il suo porto.

    Tentare non costa niente, se poi hai un amico che te lo possa tradurre in olandese o un amico che vivagià qui come base è ancora meglio.

    Facci sapere! (magari ci viene qualche altra dritta).

  41. Bianca Scrive:

    Ciao Davide, mi è venuta l’idea di controllare il sito del porto di Rotterdam visto che si tratta di cantieri navali, potrebbero darti dei punti di riferimento: è in olandese ma trovi (sopra) “Language” e c’è disponibile anche in inglese.

    http://www.portofrotterdam.com/nl/home

    Alla voce “Lavoro” si possono mandare le “application form”, i curriculum insomma, ma solo in olandese (conosci qualcuno che possa tradurre bene il tuo CV?):

    Havenbedrijf Rotterdam NV
    Human Resources Recruitment
    Postbus 6622
    3002 AP Rotterdam

    Tel. 0031 – (0)10 – 252.10.10.

    Magari prova, spero possa esserti d’aiuto (specifica magari anche per altre zone dell’Olanda) e facci sapere.
    Gli stipendi non dovrebbero essere malaccio!

    Bianca

  42. Davide Scrive:

    Grazie Bianca,mi attivero’ non appena avro’ il quadro completo della situazione sotto controllo..per adesso ringrazio per la gentilezza e la solerzia con cui hai fornito informazioni,sei altamente professionale..have a nice day

  43. Bianca Scrive:

    Grazie per le belle parole Davide e se ne esce fuori qualcosa di buono magari mi offri… la colazione! (sono astemia).

    Have a nice day you too,
    Bianca

  44. Davide Scrive:

    senza dubbio…mettila gia’ nel conto!…dopo tanti viaggi avevo iniziato a dubitare dei connazionali..nel tuo caso alzi l’indice di gradimento,non capitano tutti i giorni aiuti disinteressati!

  45. Davide Scrive:

    cara Bianca,ho trovato un sito specifico di un noto cantiere navale di rotterdam,e alla voce vacanties ho fatto copia incolla di questo elenco..peccato che con il traduttore on line non funzioni..tu hai una vaga idea di quello che potrebbero essere?

    SALESMANAGER
    De salesmanager is verantwoordelijk voor alle commerciële …
    meer informatie….

    BEGROTER
    In de functie van begroter dient u …
    meer informatie….

    PLANNER/WERKVOORBEREIDER
    De planner/werkvoorbereider maakt …
    meer informatie….

    REKENINGMAKER
    In de functie van rekeningmaker bent u…
    meer informatie….

    PRODUCTIE COÖRDINATOR (LEIDINGGEVENDE PRODUCTIE)
    De productie coördinator is verantwoordelijk voor de…
    meer informatie….

    DOKMEESTER/LEIDINGGEVER DOKDIENST
    De dokmeester geeft leiding aan de…
    meer informatie….

    MEEWERKEND VOORMAN (LEIDINGGEVENDE PRODUCTIE)
    De meewerkend voorman is verantwoordelijk voor…
    meer informatie….

    BANKWERKER
    De bankwerker voert geheel zelfstandig, aan de…
    meer informatie….

    METAALBEWERKER
    De metaalbewerker voert zelfstandig op…
    meer informatie….

    ONDERHOUDSMONTEUR
    De onderhoudsmonteur is verantwoordelijk voor onderhoud en…
    meer informatie….

    MACHINAAL VERSPANER
    De machinaal verspaner voert zelfstandig…
    meer informatie….

    MAGAZIJNBEHEERDER
    De magazijnbeheerder stelt procedures…
    meer informatie….

    < http://www.damenshiprepair.com/

  46. Bianca Scrive:

    Caro Davide, purtroppo è questo il punto dolente: per queste posizioni è necessario credo un buon olandese ma come dici tu è meglio non mettere troppa carne al fuoco e ad impararlo ci penserai quando arrivi qua, presumo.

    Non a caso almeno al porto di Rotterdam accettano CV solo nella loro simpatica lingua…

    Una traccia: “Salesmanager” è il manager addetto alle vendite / “Begroter” credo abbia a che fare con il bilancio / “Rekening” con la contabilità / “Metalberwerker” lavoratore dei metalli / “Onderhoud” è la manutenzione / “Magazijnbeheerder” amministratore di magazzini / “Voorman” capomastro / “Dok” bacino di carenaggio, così leggo / “Verspaner” boh, ho il vocabolario di fronte e non c’è…

    Forse per gli addetti al magazzino e simili la lingua non è richiesta, ti puoi informare.

    Dopo nove anni qui nemmeno il mio olandese è perfetto e c’è gente che non lo impara bene nemmeno dopo quarant’anni, ti do un consiglio: anche per le traduzioni del CV e simili rivolgiti a qualcuno professionale come ho fatto io quando il mio dutch non bastava.

    In bocca al lupo!
    Bianca

  47. Bianca Scrive:

    Davide, ho visto che questo interessante sito è in inglese con molti indirizzi per i contatti: chiedigli nel tuo caso se ci sono posizioni anche per chi non parla la lingua olandese, almeno per ora.

    Have a nice day,
    Bianca

  48. Davide Scrive:

    come sempre la solerzia e l’efficenza ne fanno le tue carte vincenti nelle public relations…hai mai pensato di sostituirti all’agenzia Poliedro?..cmq buona giornata innanzitutto cara Bianca,ho dato un’occchiata al sito e mi sembra alquanto interessante…cerchero’ di fare un quadro completo della situazione con la solenne promessa che (se) appena arrivo a Rotterdam la prima persona a cui offro la colazione e la mia amicizia sei sicuramente tu!..Ho alcune situazioni da sistemare qui in Italia ma non mi prenderanno molto tempo,nel frattempo sondo il terreno e mi informo il piu’ possibile…un ultima cosa cara Bianca..a quanto si aggirano gli affitti per una stanza in appartamento condiviso?..magari se poi conosci qualcuno serio e fidato a cui potermi indirizzare allora ne saro’ molto lieto..fremo restando vi porgo i miei piu’ distinti saluti!

    Have a lovely day

  49. Bianca Scrive:

    Grazie Davide sei molto gentile… perché, visto che ci siamo, non contatti la “Poliedro”? http://www.poliedro.nl, il sito è anche in italiano.

    Gli affitti per una stanza in Olanda sono intorno ai 350/400 euro, con una botta di fortuna si può trovare anche a 300.
    A dire la verità io trovai una stanza fantastica in una casa fantastica con un padrone di casa fantastico per 250 euro ma più che una botta si trattò di un colpo di… che se riferisco la parola Francesco la censura.

    Per la persona affidabile prova a controllare italiansonline.net, sezione Amsterdam elenco a destra e forse ho dimenticato il sito justlanded.com, molto buono, con elenco delle nazioni dove si vuole andare a stare, compresi i Paesi Bassi.

    Non hai qualcuno che ti possa ospitare almeno i primi dieci giorni? Prendere un ostello-Bed&Breakfast e da lì guardarsi intorno?
    Purtroppo Davide la fregatura non è mai del tutto evitabile (ci sono anche diverse testimonianze in questo blog): solo chi prende appartamenti con agenzie serie la può evitare, e questi chiedono qualcosa come 3/4 volte lo stipendio in busta paga a mo’ di garanzia.

    Puoi andare per info in luoghi strategici come l’Istituto Italiano di Cultura di Amsterdam o il Consolato Generale ad Amsterdam, cliccando le parole chiave su google.it trovi gli indirizzi. In diversi già dall’Italia inviano volantini da appendere in bacheca.

    Molti in bocca al lupo e facci sapere!
    Un passo per volta…

    Bianca
    (la PR di Blogolanda)

  50. Bianca Scrive:

    Caro Davide, mi chiedi di persone affidabili… guarda, si spera di non cadere nelle mani di lestofanti (!!) ma è meglio informarsi su persone che possano dare una mano concretamente.
    Prova a cliccare su google.it le parola chiave “comunità italiane Olanda” e vedrai che troverai qualcosa per te.

    Have a very nice and lovely day,
    Bianca

  51. cristina Scrive:

    Bianca, sei bravissima! Complimenti per le tue risposte interessanti, efficienti, solerti, occulate. Credo che tu sia un vero aiuto per chi vuole venire in Olanda!

    Bacioni,

    Cris

  52. Bianca Scrive:

    Grazie tesoro! Mo’ mi devo dare una mossa pure per me ma se si può fare qualcosina per gli altri si fa…

    Mi è venuto in mente un altro sito di un’organizzazione di recente istituzione: http://www.alternative.org, la sede è ad Amsterdam: sono giovani in gamba e di buon livello culturale e professionale, magari si può chiedere qualche dritta.

    Ciao e buona giornata!

  53. Bianca Scrive:

    Pardon, ho sbagliato il sito: http://www.alternativeamsterdam.org
    Nice day to everybody.

  54. admin Scrive:

    Confermo quanto riferito da Cristina.. BIANCA.. sei eccezionale.. grazie di cuore

  55. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Ho ricevuto una richiesta da parte di una persona interessata ad affittare il proprio appartamento per turisti che mi chiede se in Olanda conosco qualche agenzia che lavori con gli Olandesi che chiedono short lets in Roma.

    Ecco la sua richiesta che posto qui.. nel caso ci fosse qualche olandese/italiano interessato

    Buona sera sono proprietario di un appartamento al centro di Roma, nel rione Monti a due passi dal Colosseo e dalla stazione Termini. L’appartamento in uno stabile completamente restaurato è di 50mq circa, composto di un saloncino, di un angolo cottura, bagno, stanza da letto, balconcino che affaccia su un giardino e… di un pianoforte.
    I posti letto sono 5

  56. admin Scrive:

    Contemporaneamente ho ricevuto questa richiesta da parte di una laureanda impegnata nella realizzazione della tesi che ha come tema gli expat, in particolare il processo che attraversano per adattarsi nel nuovo Paese.

    Buongiorno! sono una ragazza italiana; sono laureanda del corso magistrale di comunicazione Politica e Sociale presso l’Università Statale di Milano. Attualmente sono impegnata nella realizzazione della tesi che ha come tema gli expat, in particolare il processo che attraversano per adattarsi nel nuovo Paese.

    Ho preparato un breve questionario (massimo 10 minuti) riguardo al trasferimento degli expat in Italia e in Olanda. Ho scelto l’Olanda come Paese di confronto perchè ho vissuto recentemente lì e ho avuto modo di conoscere il fenomeno degli expatriate che mi ha molto affascinata.
    Nel mio lavoro considero il supporto che i siti come questo possono fornire agli expat.

    Se fosse possibile sarei davvero riconoscente se poteste mettere il link del mio questionario sul vostro sito, per me è davvero importante. Ovviamente vi farò avere i risultati della ricerca nel caso foste interessati. Ho davvero bisogno del vostro aiuto perchè è particolarmente difficile raggiungere gli expat dalla mia posizione.

    Verrà rispettata la privacy, dal momento che la compilazione è assolutamente anonima.

    Ho visto che il vostro sito è rivolto sia agli olandesi in Italia che agli italiani in Olanda, vi lascio quindi entrambi i link. Ovviamente se anche voi siete expat siete invitati a compilare il mio questionario.

    Ecco i link:

    expatriate adjustment in Italy:
    expatriate adjustment in the Netherlands:

    Vi ringrazio in anticipo e mi scuso per il disturbo!

  57. cristina Scrive:

    Cara laureanda,

    ma non hai un questionario in lingua italiana? Le persone che vivono qui sono di una vecchia generazione che non parla inglese.

    Se vuoi sapere quando sono venuta in Olanda e come ho organizzato la mia vita qui, puoi leggere il mio sito http://www.mariacristinagiongo.nl e poi mandarmi il questionario in italiano all’indirizzo email che troverai là.

    In bocca al lupo per la tua ricerca e cari saluti

    Cristina

  58. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Grazie Cri..

    Effettivamente il link al questionario in olandese è in realtà in inglese.. se la laureanda vorrà intervenire sarò felice di rettificare il link

  59. cristina Scrive:

    Per il proprietario dell’appartamento a Roma:

    posso segnalarlo ai miei allievi olandesi che vanno spesso a Roma ma vorrei sapere il prezzo dell’affitto e in che stagione ( tutto l’anno? ).
    Il 21 settembre inizierà l’anno scolastico e quindi potrò cominciare a parlarne.

    Cari saluti,

    Cristina

  60. Giorgio Vasi Scrive:

    Sono il proprietario dell’appartamento in Roma.
    Buona sera Cristina, il prezzo dell’affitto varia in base al numero delle persone ed al periodo del soggiorno. A titolo esemplificativo per 2 persone : € 100 al giorno; per 3 persone: € 115 al giorno; per 4 persone: € 130 al giorno; per 5 persone: € 190 al giorno. I soggiorni vanno da un minimo di tre notti. Vi è uno sconto del 10% per soggiorni superiori alle due settimane e del 15% tra le 5 ed 8 settimane. La pulizia finele è di € 50,00. L’appartamento ha 5 posti letto, riscaldamento e condizionamento autonomi, bagno con doccia e angolo cottura. Sono all’inizio dell’impresa e lo sto arredando per cui al momento non dispongo di fotografie. In ogni caso interpellatemi per ogni necessità Grazie e una buona serata
    Giorgio

  61. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Cri, per il test della laureanda, mi è stato riferito che inserire il questionario in nuove lingue le creerebbe problemi nell’analisi dei risultati; tra l’altro l’università le ha dato disponibilità del sito di ricerche solo per due!

    Se puoi far rispondere Hans o farti aiutare da lui nelle risposte potremmo dare una mano a questa ragazza

    Anche per l’appartamento il Sig. Giorgio Vasi ti ringranzia per l’interessamento

  62. cristina Scrive:

    Caro Giorgio,
    ho stampato i prezzi ma ti conviene, appena hai delle foto e un prospetto con tutte le indicazioni, di mandarmelo. Gli olandesi sono molto precisi e vogliono essere sicuri di tutto.

    Generalmente i miei allievi dormono dalle suore o dove possono fare mezza pensione; ma sicuramente posso provare. Inoltre ho anche due allievi che hanno dei figli che vivono a Roma.

    Ho anche un allievo che fa l’immobiliare. Allora prepara tutto quando sei pronto e poi rifatti vivo.

    Ciao,

    Cristina

  63. Bianca Scrive:

    Off-topic: addio Mike, ci mancherai.

    Buon fine settimana a tutto il gruppo di “Blogolanda”.

  64. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Grazie Bianca.. stavo vedendo proprio adesso i funerali di stato

    Buon fine settimana a te e a tutto il gruppo

  65. Bianca Scrive:

    Già, li ho seguiti anch’io: davvero commovente. Mike era unico e speciale, ci ha lasciato tanti bei ricordi e tanta nostalgia.

    Allora come direbbe lui: allegriaaaaaa!!

    Felice week-end,
    B.

  66. cristina Scrive:

    Accidenti, io non li ho visti, ma seguirò il telegiornale stasera.

    Di sicuro ha fatto la morte migliore; la sera prima era allegro, ha mangiato bene al ristorante e poi è morto di colpo, senza soffrire, senza rimanere paralizzato su una sedia a rotelle per altri anni o “come una pianta” “grazie alla rianimazione….

    Tutti si augurano una morte così a quell’età.

    Allora…..allegriaaaaaa a tutti e buon fine settimana!

    Cris

  67. Marco Scrive:

    scusate c’è qualche buon’anima che mi salva dalla follia imminente? gli articoli determinativi olandesi HET e DE mi stanno mandando fuori di testa, se HET si usa per i diminutivi e i nomi neutri e DE si usa per i maschili femminili sigolari e plurali, perchè questo benedetto HET viene messo anche davanti a nomi che tanto neutri non sono? mi devo imparare a memoria ogni singolo vocabolo col suo articolo o c’è un ragionamento logico che mi può portare a capire cosa ci va davanti HET o DE?

  68. cristina Scrive:

    No, caro Marco, tanta logica non c’è. Secondo me.

    Ma ora giro la domanda a mio marito, che ha dato lezioni di olandese, via skype, proprio ad una lettrice di Blogolanda. E vediamo che cosa ti risponde lui.

    Ciao,

    Cristina

  69. Marco Scrive:

    davvero? ottimo! grazie 1000 cris!

  70. Hans Scrive:

    Marco,

    Magari la prima regola imparando l’Olandese e': per ogni regola esiste sempre un’eccezione, o piu.
    Allora, un ragionamento logico non c’e’, purtroppo. Pero, ti posso mandare quel pezzo della grammatica (sull’articolo) che ho fatto (preso dai libri, naturalmente) e a quale ho aggiunto il testo in italiano.
    Un breve riassunto (secondo me un pleonasmo) che comunque otto (8) pagine e perciuo e’ troppo lungo per metterlo qui.
    Te lo posso spedire in un altro modo, per esempio via e-mail?

    Fammi sapere, tanti saluti,

    Hans

  71. Marco Scrive:

    ciao hans, me l’ero immaginato che fosse un po anomala come regola grammaticale! comunque ok mandamela tramite mail, la mia è soldatonzolo@hotmail.it grazie per il tuo aiuto (e quello di cristina)

  72. Valentina Scrive:

    Ciao a tutti!
    é davvero piacevole leggere questo blog e tutti i commenti (non li ho ancora letti tutti però :P !)
    Io ho inviato l’application on-line per fare un Master all’università di Leiden, che è in collaborazione con quella di Amsterdam, perciò ancora non so dove potrei andare a vivere nel caso venga ammessa… Intanto, in attesa della risposta, sto raccogliendo più informazioni possibili e ovviamente ogni tipo di consiglio sarà ben accetto e gradito! ^_^
    Ad esempio, ho dei dubbi riguardo l’assicurazione sanitaria: sono obbligata a stipularla anche se mi fermo poco più di un anno? (on line ho trovato informazioni contrastanti…)
    Chiaramente dovessi trovarmi particolarmente bene potrei anche pensare di rimanere di più…
    Per il resto son abbastanza tranquilla, anche perchè il sito dell’università è molto chiaro, sono io che temo di combinare qualche pasticcio!

    Grazie in anticipo per l’ascolto e a presto! :)
    Vale

  73. Piero Scrive:

    Ciao Valentina …per quanto riguarda le tue domande qui troverai tutte le tue risposte…del resto sia Francesco ( che è l’amministratore del blog ) che le nostre “olandesi ” potranno darti qualche consiglio utile…infine penso che come ragazza comunitaria tu non ne abbia bisogno ( forse ho detto una cavolata ) oppure come studentessa avrai diritto sicuramente a delle agevolazioni….ma ripeto…qu ici sono persone autorevoli che ti daranno tutte le risposte del caso..l’unica cosa che devi fare è armarti di pazienza…presto o tardi qualcuno ti risponderà…
    Hola.

  74. cristina Scrive:

    Cara Valentina,

    secondo me avrai bisogno dell’assistenza sanitaria, perchè se hai bisogno del medico di famiglia devi avere una tessera sanitaria. Ma tutte queste informazioni potrai chiederle all’università o al consolato.

    Quando sono venuta in Olanda…27 anni fa..la prima cosa che ho fatto è stata di recarmi dalla polizia per il permesso di soggiorno ( è molto importante), anche se vivevo insieme al mio compagno olandese.

    L’assistenza sanitaria l’avevamo in comune proprio perchè convivevamo.

    Non conosco il tuo caso. L’importante è che trovi subito un alloggio e che non arrivi sprovveduta. Fatto un giretto prima, informati sulla mentalità del Paese, anche seguendo questo blog; insomma preparati un po’al passo che stai affrontando.

    In bocca al lupo!

    Cristina

    P.S. Come vedi…io, poi, ci sono rimasta a lungo, in Olanda! Nel frattempo mi sono sposata ed ho due figli ( di 27 e 23 anni).

  75. filippo Scrive:

    ciao a tutti…..io ho una gelateria da 10 anni e siccome sono davvero bravo a dare emozioni ai palati……vorrei vendere la mia gelateria a torino e inizialmente trovare lavoro presso qualche gelateria in olanda….sono ben retribuiti i gelatai italiani con esperienza?e molto difficile riuscire ad aprire un piccolo laboratorio di gelato italiano in olanda?io avrei gia macchinari ….mi manca soloo la donna giusta……

  76. Marco Scrive:

    @ filippo se ti serve un cameriere/commesso io partirei anche ora, certo non sono una bella ragazza, ma un ragazzo che piace attira sempre le clienti più affascinanti, così ti sposi una di là prendi la cittadinanza fai i soldi e intanto lavoro anch’io! non male come proposta d’affari no? p.s. le olandesi sono da svenimento!

  77. filippo Scrive:

    marco piu che un cameriere potrei avere bisogno di un socio…….ma sarebbe meglio prima vivere un paio di anni in olanda e poi decidere….mi piacerebbe molto riuscirci perche’ oramai l’italia e peggio dell’era di mussolini….ogni anno una tassa nuova….liberta’ vigilata in tutto….il lavoro non c’e…la crisi e micidiale e se hai un attivita’ e non fai un 60 per cento di nero ….non sopravvivi

  78. Marco Scrive:

    purtroppo comprendo il tuo dilemma, comunque se un giorno ti servirà un commesso sai a chi rivolgerti!

  79. filippo Scrive:

    ok marco…..se mai riuscissi nell’impresa ti contattero’ sicuramente.comunque ho visto che i gelatai li cercano soprattutto in germania…..penso che in olanda sia piu facile aprire il nostro classico paninaro…..se si riuscisse a far arrivare la nostra salsiccia –….sarebbe una strage

  80. cristina Scrive:

    Caro Filippo,

    buona idea aprire una gelateria in Olanda! Ne abbiamo bisogno. Quelle che ci sono, sono “vecchie”. Un bel localino all’ italiana…non sarebbe una cattiva idea. Qui ci vorrebbe la nostra bella creatività italiana: un piano bar, una gelateria….e perchè no, anche le salsicce.

    Pesateci ragazzi! Tutti gli italiani che sono venuti qui hanno ottenuto un buon successo, soprattutto nel campo culinario.

    Buona notte e se hai idee concrete, fatti vivo!

    Cristina

  81. cristian Scrive:

    salve a tutti,
    mio fratello vive in olanda precisamente a ter aar 20 km da amsterdam,
    un bel paese ci vado ogni anno e io ho lasciato il cuore lì, tanto che ora ho deciso con la mia ragazza di trasferci lì, grazie all’appoggio di mio fratello e ad alcune sue dritte visto che lui c’e da piu’ di 20 anni, e ora lavora per conto prorpio, (in 20 anni mai rimasto senza far nulla), io avendo esperienza nei centri commerciali, nei vivai, e nel settore dei trasporti visto che faccio l’autista da 10 anni vorrei andare via dalla mia bellissima sardegna che ormai è diventata solo terra per vacanze estive..
    ho ricevuto piu’ volte offerte di lavoro interessanti, e credo che a 31 anni trasferirmi in olanda sia forse la cosa migliore da fare visto che qui lavoro 12/13 ore al giorno per 1200€ e non posso nemmeno stare male senno’ vengo minaciato..
    l’olanda offre molto, bisogna solamente darsi da fare organizzarsi e restare umili, lo sfarzo piace a tutti e prendere un buon stipendio in olanda nn vuol dire per forza andare a comprare il filetto d.o.c. il pesce che ancora si muove o la verdura che non ha sapore, anche lì si puo’ trovare la roba buona, e si puo’ vivere anche in un semplice appartamento, e aspettare il momento giusto per trasfrirsi in una casa senza dover spendere per forza 1200€ al mese..
    bisogna solo adattarsi..
    io provero’ questa esperienza e ce la metteremo tutta con la mia ragazza per avere un futuro piu’ dignitoso di qui.. a presto mia cara olanda, arrrivederci terra sarda!! ciao a tutti!!!

  82. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Ciao Cristian.. grazie per aver lasciato la tua importante testimonianza come sprono per altri… e tantissimi in bocca al lupo per la nuova avventura che stai per intraprendere..

  83. Piero Scrive:

    In bocca al lupo Cristian…sei giovane e fai bene a darti una nuova opportunità di vita…in bocca al lupo a te e alla tua ragazza per una vita migliore e per una maggiore serenità.

  84. Cristina Scrive:

    Coraggio, Cristian, io l’ho fatto 28 anni fa e da allora…ci sono sempre rimasta in Olanda!

    Se lo vuoi puoi essere felice ovunque!!! In bocca al lupo!

    Cristina

  85. Marco Scrive:

    signori e signore del blog io parto all’avventura per l’Olanda questo mercoledì!! speriamo bene!

  86. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Tantissimi in bocca al lupo anche a te Marco.. se ti è possibile (e questo lo chiedo anche a Cristian) facci sapere poi come è andata (anche a distanza di tempo).. sarebbe bello poter riportare le vs storie qui sul blog

  87. Marco Scrive:

    Crepi!!! guarda se mi ricorderò (perchè spero di essere indaffarato a lavorare!) scriverò con piacere!

  88. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Grazie :)

  89. Marco Scrive:

    alsjeblieft!

  90. Cristina Scrive:

    Buon divertimento, Marco, buon viaggio e portati un golfino di lana…..Fa ancora freddino qui da noi…

    Per i prossimi mesi le previsioni del tempo sono ottime; avremo un ‘estate caldissima.

    Se verrete ad Eindhoven ricordatevi che potete affittare scooters e biciclette elettriche all’aereoporto.

  91. Marco Scrive:

    Hallo Cris hoe gaat het met jou?? ehehhe! grazie per il consiglio! io comunque me ne andrò a Utrecht!

  92. Cristina Scrive:

    Met mij gaat …redelijk goed. En met jou? Een prettige reis!

    MOOOOOOOOOI stad Utrecht! Veel plezier!

    Cris

  93. Marco Scrive:

    met mij gaat goed, ik ben een beetje nerveus voor de reis!

  94. Cristina Scrive:

    waarom?

  95. Marco Scrive:

    is niet eenvoudig om te doen! een nieuw leven in een ander land! en ik ben alleen!

  96. Cristina Scrive:

    Maar je spreek heel goed Nederland! Beter dan mij!

    Allora…che problema hai? Parli benissimo l’olandese e hai voglia di cambiare vita. Andrà tutto benissimo.

    Ed essere soli qualche volta è pure un vantaggio!

    Ma non ho capito una cosa: tu e Cristian vi conoscete? O è un caso che stiate partendo tutti e due per la stessa avventura?

    Se hai bisogno di aiuto o consigli quando sarai in Olanda puoi pure mandarmi un’email.

    Vedrai che andrà tutto benissimo, soprattutto se hai già un lavoro.

    Doei!

    Cristina

  97. Marco Scrive:

    Dank u wel mevrouw, ik spraak al een beetje nederlands want ik heb het voor drie manden gestudeerd maar het is nog vreselijk!
    no cmq non ci conosciamo io e christian, penso che abbiamo avuto tutti e due la stessa pensata! cmq non ho un lavoro ma penso che passerò i primi giorni chiedendo dappertutto e alle agenzie interinali!
    incrociamo le dita! e magari un giorno ci prendiamo un caffè quando starò lì!

    TOT ZIENS

    Marco

  98. Cristina Scrive:

    Geen dank, meneer!

    per me hai imparato l’olandese molto bene! In effetti….incrociamo le dita, soprattutto per il lavoro.

    In bocca al lupo! E facci sapere come te la passi….

    Tot ziens!

    Cristina

  99. Marco Scrive:

    crepi! ok vi terrò aggiornati!

  100. Valentina Scrive:

    Ciao! :)
    Sono la stessa Valentina che ha scritto ad ottobre 2009… alla fine mi sono trasferita a Leiden, ho avuto qualche intoppo burocratico, ma tutto è stato risolto con un po’ di pazienza…
    Problemi d’adattamento per ora non ne ho avuti, a parte il mio stomaco che ha fatto i capricci all’inizio…
    (quando stavo ancora cercando di capire cosa fosse commestibile e cosa no)
    La città mi piace molto e sono soddifatta della mia scelta!
    E poi? Spero di riuscire a trovare lavoro una volta finito, infatti nel tempo libero mi dedico allo studio dell’olandese!
    e voglio anche ringraziare Cristina e Piero per le risposte… anche se in ritardo… ^_^

  101. Cristina Scrive:

    Brava, Valentina!

    Sono felice che tutto vada bene e anche del tuo ottimismo. Farà bene a Marco e anche a Cristian, in partenza per fare la tua ( e la mia) stessa esperienza.

    Cari saluti,

    Cristina

  102. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Ciao Valentina.. grazie infinite per averci aggiornato dopo del tempo sui tuoi progetti in olanda.. come dice Cri.. sei di sicuro uno sprono positivo per gli altri…

    Vi invito ad esplorare questo link: Italiani in Olanda realizzato da altri italiani che sono andati a lavorare in Olanda.. e che sono riuscito a pubblicare grazie a Bianca.. potrebbe esservi utile

    In bocca al lupo a tutti voi

  103. Bianca Scrive:

    Sebbene in frettissima: auguri e buona fortuna in Olanda a tutte/i voi! :-)
    Bianca

  104. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Grazie Biancaaaaaaaa.. (per gli altri: è un’italiana che vive ad amsterdam da diversi anni) i tuoi auguri sono davvero preziosi

  105. Valentina Scrive:

    Se posso essere d’aiuto a qualcuno la cosa non può che farmi piacere! :)
    Non ho idea come sia dal punto di vista lavorativo, ma spostandosi iniziando un corso universitario si hanno davvero tante possibilità. Non solo a livello formativo (eventi legati alla materia che studio), ma anche a livello personale. Ricordo con piacere gli “introduction days”, due giorni dedicati alla scoperta della città, dell’università e ovviamente pensati anche per farci conoscere (noi international students).
    Per quanto riguarda l’ambientarsi, eventuale schock culturale, cibo… etc, etc… penso non dipenda solo dalle possibilità offerte, ma anche dal carattere di una persona. Io personalmente non ho avuto problemi, almeno fino ad ora, sarà che mi piace viaggiare (e l’ho sempre fatto appena potevo), sarà che l’idea di conoscere gente nuova mi esalta (e qua ho la possibilità di farlo semplicemente prendendo la bici e andando in centro), sarà che da figlia unica sono abituata a stare anche da sola… non so, ovviamente sono solo mie considerazioni personali.
    Non ho idea se questo sarà il paese che continuerà ad ospitarmi, ma per il momento posso dire che mi sta facendo bene, anche perchè sto finalmente imparando ad essere meno timida (con tutte quelle presentation che mi fanno fare davanti a tutti vorrei anche vedere! :P) e sto pure diventando meno ritardataria… eheh…
    Attualmente le cose che mi mancano di più, ad esclusione di amici e parenti, sono l’orto e il forno.
    Nulla che non si possa sitemare con il prossimo trasloco, specialemnte per il forno… ^_^
    beh, spero di non aver scritto troppo e di non avervi annoiati!
    ps: ho visto adesso gli altri commenti!
    Grazie per il link, (mi ricordo di averlo incrociato tra le mie numerose ricerche! ) e grazie per l’augurio!
    Buona permanenza o arrivo a tutti/e!

  106. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Non ci hai assolutamente annoiato.. anzi.. grazie infinite per questi spunti interessanti

  107. Piero Scrive:

    Ah…Valentina…Valentina..quasi quasi ti invidio sai !
    Non tanto perchè stai studiando ( ehehehehehehe ) ma per l’entusiasmo che hai e anche x la tua giovane età ovviamente…
    Ricambio i saluti e ho un pizzico di rammarico,quello di essermi accorto troppo tardi,quale bel paese è l’Olanda .

  108. cristian Scrive:

    HEYYYY,
    non è giusto voi sapete giaa parlare olandeseeee!!!! ahahahaah qualcosa la mastico pure io ma a fatica, una volta lì le mie insegnanti saranno le mie due stupende nipotine… poi avviamente mio fratello mia cognata amici e un corso che non guasta.. Vi ringrazio gia’ da ora anche perchè le vostre risposte anche se brevi hanno un gran sognificato e a me e alla mia rgazza claudia ci hanno dato una carica in piu’… lei mi raggiungera’ a fine settembre perchè tra qualche giorno parte a lavora come cameriere vicino alla costa smeralda, cosìche io mi possa sistemare in questi mesi e lei possa partire con un po’ di soldini dietro, che non fanno mai male, e serviranno.. Come diceva Cristina, non manchero’ di scrivere la nostra esperienza nel paradiso di ghiaccio e il regno dei mulini a vento:-) ora che vi abbiamo scoperto sappiamo che non siamo soli!! grazie a tutti cristian e claudia!!!!!!!!! :-D

  109. Cristina Scrive:

    Non vi preoccupate ragazzi…io sono qui! In realtà ci sono da 28 anni!!!!! Leggete la mia storia nel mio sito http://www.mariacristinagiongo.nl e non esitate a a scrivermi un’email se avete bisogno di qualcosa …

    Per il resto, coraggio! Ce la farete anche voi! Solo il tempo fa schifo….

    E poi io la lingua la parlo male, “come una turca”, dicono i miei figli!!!!!!
    Ma gli olandesi lo trovano molto affascinante! La lingua olandese, così dura, parlata con un accento musicale…. tipicamente italiano! Che cosa si vuole di più!

    Buon viaggio,

    Cristina

  110. Cristina Scrive:

    Che carina Valentina, che offre pure lei il suo aiuto!

    Come vedete anche lei ce l’ha fatta! Perchè LO VOLEVA fermamente; come me!
    Che donne, vero??????

    Ciao, Valentina!

    E… ragazzi, ogni tanto leggete anche il mio giornale online,www.ilcofanettomagico.it che esiste GRAZIE a Francesco, che lo ha fondato e lo dirige per la parte tecnica. Visto il successo di Blogolanda non potevo scegliere un MAESTRO MIGLIORE!

    Cristina

  111. Piero Scrive:

    Ehi… Cristina…! la pubblicità che stai facendo al tuo sito,qui sul blog, nel gergo informatico lo si chiama SPAM… ehehehehee

  112. Cristina Scrive:

    MANNAGGIA! Mi sono messa a fare SPAM!

    Eh, eh….non è solo il MIO sito….Se non me lo avesse improntato Francesco Il Cofanetto non sarebbe MAI esistito!

    Altro che direzione tecnica! Ha fatto tutto lui! E ancora adesso gli rompiamo le scatole per OGNI problema!!!!!!

    Gli ho chiesto se posso citarlo su Blogolanda e Francesco ha detto di sì; ma se diventa un grande…mostruoso SPAM….. mi fa paura!!!!!

    Ciao…tu riposati e curati!

    Cris

  113. Cristina Scrive:

    Ops, Piero, pensavo che ti riferissi al Cofanetto Magico!

    Invece ora vedo che ti riferisci proprio al mio sito…..Oh…povero sito, è pure lui uno spam?????

    No, quello me lo ha costruito Hans; e lo cito perchè c’è il mio indirizzo email, che non metto subito così, sul blog. Altrimenti mi scrivono tutti e già faccio fatica a smaltire tutte le email che ricevo ogni sera.

    Buona giornata! ABBASSO GLI SPAM!

    Cris

  114. Piero Scrive:

    Guarda che ti oscuro il sito eh ? ehehehehee

    Ho trovato una dritta su come arrivare ad Amsterdam via treno da Milano ( nel caso ad Agosto il vulcano rompa ancora gli zebedei…) il tragitto è come quello che facevo in macchina tanti anni fa… e lo rifarei se non fosse che con la sfiga che mi ritrovo,mi romperebbero di nuovo il vetro della macchina oppure ci sarebbe il volo di ritorno…resta il fato che ho già speso 318 Eu e quelli non me li ridà indietro nessuno ( cavolata…dovrebbero rimborsarmi il biglietto in quel caso )
    Vabbeh…me ne torno a curarmi sul divano và….

  115. Marco Scrive:

    mmmm un problema questo vulcano e io parto dopodomani alle 10 e 30 da fiumicino, dite che ci sono problemi con l’aeroporto di Roma e Schipol???

  116. Cristina Scrive:

    Schipol NO, Roma non so

  117. Marco Scrive:

    per ora qui tutto bene, è un mese che faccio i scongiuri!!

  118. Piero Scrive:

    Oggi l’aereoporto di Shippol è chiuso fino alle 15… nei prossimi giorni non lo so…comunque se fossi in te prima di muovermi da casa,farei una telefonatina a fiumicino oppure mi informerei in agenzia viaggi o meglio ancora in internet …
    Pensa che sono terrorizzato io che devo partire in agosto …
    Buon viaggio

  119. Marco Scrive:

    pare che ha riaperto circa 25 min fa. un mio amico (non so come ha controllato) ha detto che stavano imbarcando i passeggeri sull’aereo e partendo da Roma alla volta di Amsterdam! si cmq mi sto informando per altri mezzi tipo pullman o treno!

  120. Cristina Scrive:

    allora, ecco le ultime novità, di mezz’ora fa.
    Tutto a posto.

    http://www.nu.nl/binnenland/2248981/luchthavens-schiphol-en-rotterdam-open.html

    Cristina

  121. Marco Scrive:

    dank u wel mevrouw! :-)

  122. Piero Scrive:

    Nel caso ti dovesse servire Marco ( spero x te di No..) eccoti alcuni link x andare in Treno ad Amsterdam e dintorni.
    http://www.motortravel.it/trenitalia
    http://www.amsterdamtour.it/trasporti/treno.
    http://www.eurolines.it
    questa è la lista di agenzie che si occupano della biglietteria eurolines a Milano.

  123. admin Scrive:

    Grazie Piero.. per tutta la tua buona disponibilità ad aiutare gli altri

    Ricordati di inserire i link http://www… tra i tag a href dei LINK… o al limite senza indicare http://www.. altrimenti lo spam automatico te li blocca.. io questi li ho presi a volo e autorizzati ..

    Grazie anche a Cristina e a tutti gli altri per gli aggiornamenti preziosi

  124. Piero Scrive:

    Ah…me ne sono accorto …eheheehe
    Non nego una certa apprensione per quel cavolo di vulcano.. è vero che mancano ancora 3 mesi,ma il dover poi fare tutto nell’arco di 1 giorno diventerebbe un probl. Peggio ancora se mi trovo là e devo rientrare in Italia,quando mi faccio prendere dal panico dimentico quel poco di Inglese che so…( ma che dico magari rimango ad amsterdam ehehehe).
    Comunque vedremo….al momento..so che il treno va prenotato e chiaramente questo l’imparo solo 1 giorno prima se c’è il blocco o no…MAH !!

  125. Cristina Scrive:

    Piero, anch’io devo venire in Italia, fra poco, ma non mi angoscio più di tanto!

    Vedremo…..chi vivrà, vedrà!

    Nel frattemo ho saputo che qualcuno che, guarda caso, va a vivere in Italia, VENDE la sua casa ad Eindhoven. Chi vuole acquistarla si faccia avanti.

  126. Piero Scrive:

    Per la casa te lo so dire tra un paio di giorni…metti caso che domani vinca al lotto non si sa mai…ehehehe

  127. nicolò Scrive:

    elisabetta sono molto colpito da ciò che hai scritto sul post io sono siciliano di palermo sono fornaio pasticcere rosticcere vorrei venire lì ed impigarmi per impratichirmi con la lingua poi mettere su qualcosa per conto mio, pensi che sia una buona idea?e poi il nostro take a way pensi possa avere ottimi sbocchi come per esem. l’arancina la rosticceria i cannoli le cassate ecc.
    ti prego dimmi cosa ne pensi, te ne sarei grato.

  128. Cristina Scrive:

    Caro Nicolò,

    ti rispondo io. L’idea è buona ma come realizzarla? Prova a mandare un’email a Franco Guglielmi, info@brindiamo.nl , che conosce il mercato meglio di me e chiedi a lui un consiglio.

    Buona fortuna!

  129. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Ciao Nicolò.. putroppo Elisabetta (un’amica a cui tenevo molto) non è più raggiungibile.. prima di invitarmi in Olanda dove ha vissuto per 20 anni.. è partita definitivamente per la Polonia.. e non so più che fine abbia fatto..

    Grazie Cristina.. .. segui il suo consiglio

  130. marco Scrive:

    ciao a tutto il blog sono circa tre giorni che sono qui in olanda, cerco mi muovo ecc ecc. un signore italiano che gia conoscevo mi ha detto che la situazione non e cosi rosea cm si pensa! cmq mi faccio coraggio e vado avanti, martedi prossimo ho il colloquio al belastingdienst per il sofinummer, per ora di lavoro non ho trovato nulla, ma mi sto muovendo per trpvare speriamo bene! p.s. per chi abita in olanda se ha qualsiasi proposta di lavoro che sia anche pulire bagni pubblici con la lingua si faccia avanti!

  131. Cristina Scrive:

    Ciao, Marco! Almeno hai trovato bel tempo! Prova nei ristoranti, gelaterie italiane; hanno spesso bisogno di qualcuno in questa stagione.

    E poi iscriviti alle varie agenzie che trovano personale per le ditte.

    In bocca al lupo!

  132. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Dai uno sguardo anche qui
    Italiani in Olanda

  133. lore Scrive:

    sono un attrice italiana,vorrei sapere a livello di lavoro artistico …intendo teatro tv cinema,l’olanda offre maggior possibili’a “non raccomandati”…sono considerati lavoratori?grazie!

  134. Piero Scrive:

    Ciao Lore…difficile dirlo…hai presente il detto “Ogni mondo è Paese ? ”
    Comunque se hai pazienza di aspettare qualcuno più informato di me ti risponderà,per lo meno ti daranno degli indirizzi dove poterti rivolgere x delle informazioni.
    Ciao

  135. lore Scrive:

    grazie.piero!a presto

  136. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Ciao Lore.. ti leggo solo adesso che posso..

    Ecco ti consiglio di metterti in contatto con Mammasterdam (Barbara Summa)
    Intervista a Mammamsterdam su Living (trovi il link suggeriti nella barra a destra della home o sfogliando questo stesso link)

    Fra le tante attività che segue c’è il famoso gruppo teatrale “Quelli di Astaroth“, che porta in giro per tutta l’Olanda divertenti ed appassionanti spettacoli nella nostra lingua.

  137. Marco Scrive:

    ehi ciao gente di blog olanda, qualcuno che e gia in olanda sa come si trova una camera che tutti su internet chiedono account e compagnia bella, che ne so un numero da chiamare un sito con mille scelte e solo un maledettessimo numero di telefonon da chiamare! salvatemi dalla follia hehehe! grazie in anticipo e un saluto a tutti voi da Utrecht

  138. Cristina Scrive:

    Caro Marco,

    non lo so perchè vivo ad Eindhoven e quando sono venuta in Olanda avevo già organizzato tutto dall’Italia.
    La qual cosa consiglio A TUTTI COLORO che vogliono venire in Olanda. Gli olandesi sono molto organizzati per cui non si fidano di chi viene qui senza casa e lavoro…

    Non conosco nessuno ad Utrecht. Provo a guardare su internet. Se trovo qualcosa te lo scrivo subito qui.

  139. Cristina Scrive:

    Hai ragione, Marco, ci sono tante camere ma devi iscriverti via internet. Non ci sono i telefoni.

    Prova a chiamare il comune e a spiegare la situazione: x case: 030 2860000
    Oppure affari sociali: 030 2865050
    O per varie informazioni: 0900 2023072
    .In bocca al lupo

  140. lore Scrive:

    grazie francesco,provo a contattarli…ti faccio sapere.buona giornata!

  141. lore Scrive:

    francesco..eccomi….dalla ricerca fatta grazie al tuo aiuto sono arrivata ad un nome , sono certa che lei potrebbe consigliarmi da dove iniziare….. barbara summa…intanto provo a cercare un suo indirizzo mail.buona giornata!

  142. admin Scrive:

    Ciao Lore.. ti ho appena inviato un’email in privato per conoscenza in cui ti ho segnalato a Barbara

    In bocca al lupo

  143. Marco Scrive:

    cristina sei un angelo come ar solito! oggi ho fatto il mio primo giorno di lavoro qui in olanda un ostacolo l ho superato! speriamo bene! TOT ZIENS

  144. Cristina Scrive:

    Caro Marco,
    grazie da parte dell’angelo…… e in bocca al lupo!

    Festeggia il tuo primo giorno di lavoro in Olanda con una buona birretta, approfitta del bel tempo, che può durare lo spazio di un secondo…. ( non per essere negativa) e tieni duro!

    In fondo io sono in Olanda da 28 anni!!!!!!

    Ciaoooo….

  145. marco Scrive:

    ehhehe prego! e crepi! oggi dopo una bella corsa al parco mangio e vado a lavorare! un abbraccio a te e a tutto il blog! DOEI DOEI!

  146. Cristina Scrive:

    E…dove dormi? Sotto gli alberi? Hai trovato casa?

    Ricambio l’abbraccio ed esco anch’io mollando il computer ….visto che oggi ad Eindhoven splende un ( pallido) sole! Non lamentiamoci….in Italia diluvia!!!!!

  147. lore Scrive:

    admin e francesco grazie mille del vostro aiuto.se’vi fa piacere vi terro informati su eventuali novita!

  148. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Ciao Lore.. Admin e Francesco sono la stessa persona :)
    Certo.. facci sapere di eventuali novità… l’email di Barbara te l’ho lasciata.. prova a ricontattarla se non ti dovesse subito rispondere.. è sempre molto impegnata…

    In bocca al lupo

  149. Marco Scrive:

    ciao gente del blog! come va? spero a voi bene! qui penso di lasciare il lavoro del ristorante a utrecht, che essere poco simpatico il capo mi paga 25 euro per 10 ore al giorno e si tiene le mance, e io pago 20 euro per dormire all ostello e mi rimangono cosi 5 euro per fare tutto! e sto finendo i soldi sul conto! bhe dopo questo piccolo sfogo vi chiedo! qualche soluzione? qualche consiglio?

  150. Marco Scrive:

    scusate ancora per lo sfogo!

  151. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Mi dispiace Marco.. avevamo lanciato un annuncio per un cuoco ad un ristorante (terra mia) ad Eindhoven.. se ti va.. prova a contattarli.. trovi il numero telefonico a destra in home page…

    In bocca al lupo per tutto

  152. fabio Scrive:

    cerco lavoro in qualunque citta dell’olanda(non sono un patito di amsterdam,non fumo non mi drogo ecc mi piace l’olanda) lo scrivo in quanto oramai gli italiani che cercano lavorano in olanda sono visti come dei marziani,premetto che lo scorso anno ho fatto la stagione estiva ad utrecht, se c’e qualcuno interessato lascio il mio numero di cell 3341581689.

    saluti fabio

  153. Piero Scrive:

    Ehi Fabio mi dispiace non poterti aiutare personalmente….come ma qualcuno qui del Blog più informato di me,potrà forse darti una dritta.
    P.S. un consiglio gratuito…mai mettere il proprio n. di cellulare in internet non si sa mai…
    Ciao e imbocca al lupo.

  154. Bianca Scrive:

    Caro Piero,
    dispiace (e molto) anche a me-noi ma chi vuoi che possa aiutare Fabio e Marco per il lavoro?
    Informazioni generiche specialmente a sconosciuti lontani non servono, anche se sono state date un bel po’ di volte e lasciate qui, e il fatto di stare nel posto non significa nulla.

    Che soluzione si può offrire a Marco che lavora 10 ore al giorno per 25 euro, cioè orrore meno di tre euro all’ora per un fetente, da quello che capisco?

    Non funziona proprio in questo modo, ormai è chiaro.

    Auguri a voi e a tutti buon fine settimana+proseguimento.

  155. Marco Scrive:

    si bianca capisci bene e proprio un fetente di prim ordine! cmq sono giorni ormai che rimando curriculum e sento in giro, piano piano ancora mi muovo! molto probabilmente cambiero citta, forse den haag o rotterdam devo ancora valutare!

  156. Marco Scrive:

    e in che modo funziona scusa!

  157. lore Scrive:

    ciao francesco e da un po’che non mi faccio vedere”con l’aiuto di barbara cerco lavoro in olanda …difficile per me xche piu’delle volte devo interrompere le telefonate visto che l’inglese stretto non lo capisco:(….non mollo e intanto sto lavorando qui a napoli grazie all’evento gaypreid.ero curiosa di sapere se’ siete contenti dei risultati elettorali se non erro hanno vinto i liberali?….a presto se ci sono novita’!

  158. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Nella speranza che possa essere di aiuto agli italiani che cercano lavoro in Olanda e vogliono viverci vi riporto alcune informazioni importanti che la stessa Bianca (a cui auguri buon fine settimana e che giro a tutti voi) gentilmente ci ha fornito e che potrete trovare qui

    Italiani in Olanda

    Inoltre consultate anche italiansonline e la pagina di Facebook Italiani in Olanda

    Lore.. per il momento vedremo quello che politicamente accadrà.. le parti sono ancora tutte da giocare

    Un abbraccio e un auguri di trovare quello che cercate a tutti voi

  159. Bianca Scrive:

    Ti faccio davvero i miei migliori auguri Marco, sono indignata per questo st… che ti è capitato, perciò io ci vado molto cauta nel consigliare genericamente, specialmente sconosciuti: non serve a nulla, qui si parla di lavoro non di andare al luna park…
    Più casa, costo della vita, lingua e tutto il resto.

    Un salutone e buon week-end, spero in buone notizie da parte tua.
    B.

  160. cristina Scrive:

    Ciao, Marco,
    sono di passaggio ..ma ha ragione Francesco, prova al Ristorante Terra Mia, il telefono lo trovi nel banner di Blogolanda.

    In bocca al lupo!

    Cristina

  161. Piero Scrive:

    Oggi a linea verde su Rai uno hanno fatto vedere l’Olanda e l’agricoltura ecc.ecc. peccato che l’ho vista quando ora mai era finita.
    Oggi 2 miei amici sono partiti alla volta di Amsterdam e non nego l’invidia da parte mia…..ma presto dovrei ritornarci anch’io…

  162. Francesco GuidOlanda Scrive:

    CIao Piero.. di cosa hanno parlato esattamente.. quando il mese scorso sono stato in Olanda mi hanno parlato del conduttore di Linea Verde che li aveva intervistato ma sulla pagina della RAI sui video registrati di Linea verde di vede solo questo che c’è già da 1 mese: La storia di Eva Crosetta: Puglia, Olanda e rose e non credo sia quello che hai visto tu.. se mi dici anche l’orario. ho la possibilità di rivederlo da domani fino ai prossimi 3 giorni.. almeno in tv

  163. Piero Scrive:

    La trasmizzione sull’Olanda è durata parecchio…hanno cominciato con il parlare delle dighe ,hanno parlato dell’energia alternativa utilizzando i mulini ,dai quali si produce un buon 4% di energia…hanno spaziato dall’agricoltura,al latte…sono andati da un imprenditore agricolo che coltiva in serra dei pomodori e estrae dal sottosuolo acqua x la pulizia di quest’ultimi…..
    Sono andati da un allevatore di suini…sono andati in una fabbrica di pesce (il nonme del paese non me lo ricordo ) hanno fatto vedere le aste per la vendita del pesce tramite una sorta di borsa…sono andati ad Amsterdam e hanno fatto vedere come in cucina usano le spezie per abbellire i piatti..insalate ecc.ecc.
    Infine (la parte che ho guardato io ) hanno inquadrato il conduttore toscano,mentre salutava il pubblico in sella a una bici nelle vie di Amsterdam .
    Tutto qua

  164. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Grazie Piero.. ma a che ora l’hanno trasmessa ?
    L’hai vista oggi ?

  165. Piero Scrive:

    Linea verde su Rai 1 va in onda alla Domenica e questa puntata era del 13.06.10 .
    Non so a che ora sia cominciata…penso alle 12-12.30..dovrebbe durare un’oretta…ma ripeto io ho visto solo il finale…poi me ne sono andato anche perchè immagino che dopo ci sia stato il Tg della Rai che di certo non sono Tg da seguire…altrimenti guarderei il Tg 4 che è la stessa cosa .
    Ciao

  166. lore Scrive:

    ciao a tutti in particolare a francesco e barbara,sono molto dispiaciuta per l’italiano morto ad amsterdam…spero che si trovi il colpevole e la causa reale.intanto ho iniziato un lavoro qui a napoli gratis…in cambio imparo l’inglese”……..vi saluto a presto!

  167. admin Scrive:

    Ciao Lore.. effettivamente addolora quello che è accaduto.. è il 2° italiano che in breve tempo muore ad amsterdam per cause ancora da accertare– per il tuo lavoro.. tanti in bocca al lupo e mi raccomando.. aggiornaci sempre per i tuoi progressi

  168. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Olanda, paradiso dei pensionati

  169. Francesco GuidOlanda Scrive:

    L’Olanda ha il miglior sistema previdenziale

  170. zakaria Scrive:

    ciao o 19 anni, purtroppo dalle mie parti non cè lavoro e io mi sono rotto le scatole, io e un mio amico abbiamo pensato di andare in olanda, ke magari li qualcosa si puo fare e poi sembra un paese molto piu avanti dell’ italia.
    vorrei qualke informazione su come trovare un posto per stare a basso prezzo, e come trovare lavoro..

  171. MiB Scrive:

    Ciao a tutti,
    grazie innanzitutto per il blog che fornisce info molto importanti per chi si vuole/deve trasferire in olanda per lavoro.Chiedo un consiglio parere a chi (italiano) vive già da tempo lì: sono un ingegnere ottico ho 31 anni ed ho avuto un importante offerta di lavoro da una grande azienda olandese. Sono andato ad Eindhoven, ho fatto il colloquio (tutto in english) e tutto è filato per il meglio..ora mi vogliono assumere. Il problema è che Eindhoven non mi è piaciuta molto (a dir la verità per niente) : io vengo da Roma e non mi aspettavo ovviamente nulla di simile ma….sarà che sono stato 10 gg fa con un freddo ed un vento cane, sarà che invece di una città mi sono trovato una specie di paesino con tutti in bici (per carità quest’aspetto ha anche i suoi lati positivi in termini di vivibilità nn lo nego) però il salto mi è sembrato enorme!…Altrettanto consistente è il salto di carriera e stipendio che mi permetterebbe questo passo anche perchè ci sarebbero le chances per iniziare a farsi un futuro…però lo dico senza vergogna mi è preso un pò il magone e mi sono trovato spaesato!

    chiedo soprattutto a persone come Cristina che mi pare viava proprio lì…insomma…”se pò fà?”:-)….so che è una scelta personale ma mi sembra anche poco reversibile…se lascio il mio posto in ita non penso che ci saranno chances di tornarci visto come stiamo messi qui…sono stato un paio di giorni adEindhoven il tempo del colloquio ed è quindi molto presto per farsi un’idea ma…mi sono visto nei we da solo in una città semidesolata (nessuno in strada fino alle 10:30 del mattino!! e altrettanto la sera probabilmente per il freddo)e mi è preso un pò male…:-)

    Grazie in anticipo per le risposte

    M

  172. fabio Scrive:

    eindhoven secondo me e bellissima come lo e maastricht beato te che hai trovato lavoro in olanda io lo cerco e non lo trovo anzi qualche anno fa lo trovato ma in nero che vuol dire niente busta paga niente assicurazione sanitaria ecc,vai ti abituerai eindhoven e una bellissima citta’un po’ diversa dalle altre citta dutch ma molto bella poi la domenica vai al philips stadion e vai a vederti anche il grande psv :)

  173. Cristina Scrive:

    Caro M.

    contrariamente a Fabio …anche a me Eindhoven non piace molto. Ma ci vivo da 29 anni ed oramai sono abituata. Preferirei comunque abitare in cittadine come Delft, o Den Haag, Utrecht. Sono piene di vita, un po’vecchie, con belle stradine. Ma come vedi i nostri pareri sono diversi. E’bello vedere come Fabio si sia adattato.

    Eindhoven è una città moderna. ma credo solo che sia una questione di gusti.

    Io sono di Milano e mi sono ritrovata i primi di gennaio a passeggiare di notte nella splendida Via della Spiga; è stato un sogno. Tornare poi ad Eindhoven, bè…..è stato difficile: non c’è paragone.

    Ma, ripeto, alla fine ti abitui; persino al fatto che in centro alla sera i negozi chiudono alle ore 18.00 e tutto diventa un deserto sconfortante. Solo il fine settimana la città si anima un po’. Il tempo non è incoraggiante.

    D’altra parte se hai avuto una buona offerta di lavoro da una ditta seria allora non ti conviene lasciar perdere; una via di ritorno c’è sempre, nella vita; nel caso l’esperimeto dovesse fallire. E potresti nel frattempo cercare un’altra possibilità in altre cittadine più belle.

    In effetti se ti piace il calcio il psv è bello! Ha ragione Fabio.

    In bocca al lupo! Cari saluti,

    Cristina

  174. fabio Scrive:

    tanto anche io adesso incomincio un po con il dutch se no in olanda la vedo dura e se non si parla olandese e dura trovare lavoro e giustamente gli olandesi anche se uno parla inglese oppure come me tedesco preferiscono che si parli olandese.

  175. Maria Cristina Giongo Scrive:

    Hai ragione, Fabio; io lo parlo malissimo ancora dopo 29 anni ma almeno ..capisco tutto!!!!

    Buona giornata!

  176. MiB Scrive:

    Grazie mille per le risposte….magari ci si incontrerà lì o vi chiederò

    qualche altra info per l’affitto o solo per uscire un pò e parlare una

    lingua “amica”:-)

    Saluti,

    Mik

  177. Michael Scrive:

    Buon giorno a tutti,
    sono Michael, ho 22 anni e proprio in questi giorni la mia ditta mi ha chiesto se fossi disposto a trasferirmi a vivere in Olanda; più precisamente nella città di Deventer…
    Sapete darmi qualche info su questa bella e apparentemente tranquilla città??
    Com’ è vivere li, è una città giovanile, come si divertono i giovani olandesi??

    Già che ci sono volevo fare i complimenti per il blog nel quale ho trovato molte risposte e informazioni che cercavo sull’ olanda..

    Spero ci sia qualche anima gentile in grado di parlarmi in po’ di Deventer…

    Grazie e buona giornata a tutti :)

  178. fabio Scrive:

    ciao su deventer io qua a sassari ho un mio amico che la mamma e di deventer,lui va spesso la mi dice che e una bellissima cittadina poi comunque un ora di treno e sei vicino a tutto per la vita notturna me ne ha parlato abbastanza bene,le bionde in olanda ci sono dapertutto.
    tutto sommato in olanda si sta bene dapertutto,forse un po meno ai confni con l’olanda vedi enschede,arhenem nijmeg dove sono un po razzisti.

  179. fabio Scrive:

    ciao su deventer io qua a sassari ho un mio amico che la mamma e di deventer,lui va spesso la mi dice che e una bellissima cittadina poi comunque un ora di treno e sei vicino a tutto per la vita notturna me ne ha parlato abbastanza bene,le bionde in olanda ci sono dapertutto.
    tutto sommato in olanda si sta bene dapertutto,forse un po meno ai confni con la germania vedi enschede,arhenem nijmeg dove sono un po razzisti.

  180. michael Scrive:

    Ciao Fabio,
    Grazie mille della risposta… Si, anch’ io cmq ho notato che e’ in una posizione abbastanza centrata e vicina a citta’ piu’ grandi… e per quanto riguarda le bionde, buona a sapersi, son notizie che hanno un peso a dir poco rilevante… :D
    Ma come si divertono gli olandesi, cosa fanno nel tempo libero??

  181. fabio Scrive:

    boh non lo so cosa fanno ad utrecht si divertivano birrerie pub fiere ecc,ma questo nel fine settimana anche la si lavora paesi dei balocchi non esistono.

  182. Marco Scrive:

    Buongiorno a tutti! come state? è un po’ che non mi faccio vivo e non scrivo qualcosa su questo blog, poi in seguito vi racconterò un po’ la mia avventura qui in Olanda come sta andando! cmq già vi accenno che ho subito una frenata e mi occorreva la vostra conoscenza della burocrazia! il 15 di febbraio finisco ufficialmente di essere impiegato alla tom tom, quindi sono di nuovo per strada, quello che mi interessava sapere era per avere la disoccupazione cosa devo fare? io ho il sofie nummer ma non sono registrato al comune! è necessario farlo? perchè in molti mi hanno detto che oramai è tardi e che prima bisogna registrarsi al comune e ci vogliono circa 4 settimane e poi si potrà prendere la disoccupazione! in attesa di risposta vi ringrazio in anticipo! Marco da Amsterdam

  183. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Grazie Marco per essere passato.. prova a postare la tua richiesta sulla pagina Italiani in Olanda di Facebook… troverai qualcuno che ha già vissuto la tua esperienza.. in bocca al lupo per tutto

  184. fabio Scrive:

    mi sa marco che su la pagina fb italiani in olanda non ti possano aiutare ne sanno peggio degli altri forum.

  185. Maria Cristina Giongo Scrive:

    Caro Marco,

    se hai un sofi nummer vai con quello al comune e vedrai che ti registreranno. Ad Eindhoven ti chiedono di fissare un appuntamento prima, per evitare le code. Non so da te. Comunque tu vai e vedrai che ti daranno tutte le informazioni che desideri.

    In bocca al lupo ma ricordati che comunque devi essere registrato, anche nel tuo interesse. Penso anche alla polizia degli stranieri. Io all’inizio dovevo andarci ogni anno. Ora, dopo 29 anni….ho ottenuto il permesso per sempre.

    Cari saluti,

    Cristina

  186. Marco Scrive:

    Grazie cara Maria Cristina un angelo come al solito! :)

  187. giuseppe michelini Scrive:

    ho un appartamento ad amsterdam,c’e qualcuno che mi sa dire come sono amministarte le regole condominiali,con che cadenza ci sono le assemblee condominiali ,se ci sono associazioni a tutela delgli inquilini e dei proprietari o se c’e una associazione simile al sunia
    grazie

  188. Fabrizio Scrive:

    Ciao!
    Sto per trasferirmi a Utrecht per qualche mese per motivi lavorativi e vorrei qualche consiglio… Con 1800 euro al mese di stipendio ci si riesce a mantenere? Si trova facilmente casa in affitto? Quanto costa in genere (non ho molte pretese, un piccolo bilocale sarebbe perfetto se non costa troppo altrimenti stanza in condivisione)?
    Ogni consiglio è graditissimo!!! Grazie mille :)
    Fabrizio

  189. Auro Scrive:

    Un saluto a tutti! Ci ho messo un bel pò a leggere tutto ma ne valeva la pena! Io penso che in NL non ci si possa trasferire solo per motivi economici. Qui in IT vedo che le prospettive future per i miei figli sono pari a zero, laureati per lavorare in call-center a 600 Euro/mese. Anche le condizioni sociali non sono il massimo. Ogni prospettiva è legata alle conoscenze ed alle raccomandazioni. Io ho sposato una olandese quindi sarei facilitato per certi versi al trasferimento. Oltretutto i miei figli hanno passaporto NL. Mi sono dato un max di 2 anni per decidere. LA cosa che mi frena di più è proprio il lavoro. Adesso ho quasi 47 anni ed ho paura che sia difficile mollare tutto per ricominciare in NL. Purtroppo il lavoro in Italia sta calando drasticamente e questo potrebbe accelerare la decisione, sommata al fatto che se i figli andranno a studiare in NL, che ci facciamo ancora noi a Torino? Passo da momenti in cui “di fatto” ho deciso, ad altri dove mi sorgono 1000 dubbi, come dicevo soprattutto legati al mio inserimento nel mercato del lavoro. Vedremo…intanto mi studio la lingua al meglio delle mie possibilità e forse l’estate prossima ci trasferiamo 1 mese iscrivendoci tutti e 3 a corsi di olandese. E intanto vi seguo :-) Tot zien!

  190. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Decisione davvero complesas.. in bocca al lupo

  191. maria cristina giongo Scrive:

    Coraggio, Auro!

    Qualsiasi decisione tu prenda ricordati che avrai momenti belli e momenti brutti, momenti in cui la rimpiangerai e momenti in cui ne sarai felice…come in tutte le cose nella vita!

    Allora non pensarci troppo e una volta presa una decisione non …ri-pensarci troppo! Nessun Paese è perfetto! Perchè gli uomini non sono perfetti, ovunque si abiti! Le condizioni del tempo cambiano; ovunque! Il lavoro c’è ma può anche non esserci più. I disonesti invece ci sono sempre…in qualsiasi Paese.

    Insomma, la felicità è anche nelle esperienze che ci portiamo dietro e che ci hanno insegnato qualcosa: e nella serenità che sappiamo mettere nell’affrontare le difficoltà che si trovano per strada.

    Buona fortuna!!!!

    Cristina

  192. marco.m Scrive:

    Ciao!

    Sto considerando (dopo 18 anni di lavoro come progettista elettronico in aziende multinazionali, ma in Italia) una proposta che mi arriva dalla zona di Eindhoven.
    Scorrendo il blog e vari altri siti ho annotato un bel po’ di info e mi sono fatto un’idea della vita da quelle parti.
    Nel caso mi decida per questo notevole cambiamento, vorrei arrivare preparato…
    Cosa si puo’ fare in anticipo gia’ dall’Italia, per guadagnare un po’ di tempo?
    Mi sembra di aver capito che per le registrazioni serve avere un indirizzo fisso (e quindi un contratto di affitto).
    E’ un’idea sensata prevedere qualche giorno li’ per vedere un po’ di soluzioni, prima dell’inizio delle attivita': si riuscirebbe a “portarsi un po’ avanti”?

    Grazie,

    marco

  193. admin Scrive:

    Ciao Marco.. si credo sia una buona idea dare un’occhiata diretta nella città dove ti vuoi trasferirti prima di fare il grande passo.. le 3 cose: lavoro, permesso di soggiorno e affitto sono reciprocamete collegate.. (è sufficiente che ne manchi una per non ottenere le altre 2) ma per alcuni dettagli ti consiglio di chiedere direttamente sulla pagina di Facebook italiani in olanda.. in bocca al lupo

  194. fabio Scrive:

    un consiglio impara inglese la lingua olandes non serve tutti parlano inglese se vai piu a est addirittura il tedesco!!!!!!!!

  195. marco.m Scrive:

    Grazie per le velocissime risposte: terro’ conto delle dritte!

    Saluti

    Marco

  196. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Grazie anche a Fabio.. in bocca al lupo Marco

  197. Mark81 Scrive:

    Salve a tutti. Da qualche mese ho conosciuto una ragazza Olandese di Zeist(non lontano da Utrecht) sono stato in Olanda tre volte , dunque non conosco bene comele cose vanno in Olanda. Devo però riferire che alla mia ragazza lo stipendio medio netto di 2000 euro al mese appare un pò altino. Secondo lei,lo stipendio medio si aggira al massimo sui 1700, più realisticamente a 1600. Sempre secondo lei, ci sono decisamente meno persone che guadagnano dai 2000 euro in su rispetto a coloro che guadagnano meno.
    il Blog è interessantissimo e vi faccio i miei più sentiti complimenti.

  198. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Grazie Mark81..

  199. Mirko Morfino Scrive:

    Ciao e Grazie per l’utilissima “guida” che ho letto anch’io tutta d’un fiato!
    Ho 21 anni (quasi 22), e vivo in Sicilia (catania) ma non sopportando più questa regione/città ho deciso già da tempo d’espatriare.
    Amsterdam/Olanda prima scelta, ovviamente la città può variare senza problema.
    Spero di riuscire ad Ottobre/Novembre in questa piccola impresa, e spero di restarci per sempre.

    Le mie domande/richieste sarebbero 2.
    La prima più banale: approssimativamente quanti soldi credete siano necessari per sopravvivere (sottolineo sopravvivere!!) per 3 mesi ?
    Ovviamente spero di trovare lavoro quanto prima sul posto, ma in caso non dovessi riuscire immediatamente, quanti soldi mi gioverebbero?

    Secondariamente… il mio indirizzo mail è mirko.morfino@gmail.com … chiunque del posto (posto inteso come OLANDA indifferente la città) voglia darmi una mano “logistica” consigliandomi magari dove poter affittare un’appartamento (Che forse riuscirei a dividere con altri 2 amici), o a chi rivolgermi per un lavoro per “l’iniziale sopravvivenza”…beh non potrò che ringraziarlo a vita :D

    Ovviamente completo il commento sottolineando che il mio sogno, non dipende dalla droga libera o le donnine “libere” del luogo. Mi sono innamorato dell’Olanda per molteplici motivi.
    Esperienze lavorative ne ho un pò in tutti i campi ed il mio CV per essere un 21 è davvero ricco e ben condito da esperienze ed hobbye. Il mio inglese è davvero buono…non credo avrei assolutamente problemi di sopravvivenza o interazione.

  200. Piero Scrive:

    PEr quanto riguarda il sopravvivere,dipende da quello che è il tuo standard…ad ogni modo se ti accontenti d idormire cercando una stanza in affitto e a mangiare ti concedi un “pasto decente ” alla domenica e per il resto sopravvivi a panini e snacks,io credo che con 2mila Eu al mese forse ce la fai..
    Calcola che nelle città gli affitti sono molto cari,ad esempio ad Amsterdam x una stanza sono capaci di chiederti 600/700 Eu al mese…comunque qui nel blog eventualmente se pulci nelle varie pagine,c’è qualche indirizzo e qualche dritta al riguardo la puoi trovare,altrimenti aspetta e vedrai che qualcuno ti aiuterà sicuramente.
    P.S. la mia è la veduta di un turista che sono 18 anni che va solo ed esclusivamente ad Amsterdam,quindi per te,è più opportuno che aspetti consigli migliori dei miei.
    Ciao

  201. Mirko Morfino Scrive:

    Grazie comunque! Effettivamente sopravvivenza la intendo come spesa al supermercato/mercato/altro e cucina/pasti fredd/caldi. Essendo capace a cucinarmi potrei tranquillamente sopravvivere anche solo con un bagno+cucina+stanza da letto. Ovviamente io non credo sai obbligatorio/necessario stare in affitto un appartamento centralissimo o ad Amsterdam…la mia era un’idea massimale “di partenza” :)
    Grazie ancora!

  202. Francesco Scrive:

    Salve a tutti!! Innanzitutto volevo fare i complimenti al blog perchè è molto utile e interessante.
    Io starò da settembre per un anno ad Eindhoven per uno stage alla Philips. Starò dalle parti dell’High-tech campus perchè lavorerò li…non vedo l’ora di iniziare a vivere quest’avventura in Olanda!
    Ciao a tutti!!

  203. Piero Scrive:

    Beato te e buona fortuna…sarà comunque una bella esperienza comunque ti vada a finire…in bocca al lupo.

  204. chiara Scrive:

    Ciao io non riesco a capire come funzioni la pratica del dottorato, cioè posso fare un dottorato già dopo la triennale???

  205. aicha Scrive:

    salve a tutti mi chiamo aicha ho 29 anni sono italiana e dovrei trasferirmi in olanda ma mi sembra che non sia cosi facile proprio a utrecht ma vorrei conoscere gente italiana con esperienza di vita in olanda mi hanno detto che gli olandesi sono stani e vero?e se vedono un italiano in olanda non gli stanno simpatico e vero’

  206. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Ciao Aicha.. ma no.. gli olandesi non sono strani.. forse un pò taciturni in alcuni casi.. sono sempre nella quasi europa estrema.. ma sempre meno di norvegesi, filandesi, ecc .. qualche mese fa.. li ho ricontrati e avevano tutti una grande gioia di vivere…

  207. aicha Scrive:

    grazie francesco di avermi risposto ma mi sa che non e facile spero bene ma non so nemmeno se andro comunque grazie e la lingua e molto difficile aiutoooo

  208. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Prego Aicha… certo la lingua è un misto tra inglese e tedesco.. e le difficoltà sono uguali a quelle che avresti se decidessi di emigrare in qualsiasi altro Paese estero.. ti suggerisco di porre i tuoi quesiti nel gruppo di Facebook italiani in olanda.. in bocca al lupo

  209. cristina Scrive:

    Ciao a tutti Ho 45 anni e mio marito 49.Stiamo seriamente pensando di trasferirci a Leiden.Ci adattiamo a qualsiasi lavoro.Cosa ne pensate?Ringrazio chi mi può dare qualche risposta.

  210. Maria Cristina Giongo Scrive:

    Ciao, Cristina! E’difficile darti un consiglio non conoscendo la vostra situazione attuale.

    Di sicuro non vi consiglio di trasferirvi senza aver prima trovato un lavoro. Anche qui c’è molta crisi; provate a contattare le varie agenzie italiane che hanno una sede in Olanda. Leiden è una bella città, ma, ripeto, senza lavoro non credo che potrete vivere.

    Per farti un esempio: io dò lezioni d’italiano da 29 anni. Quest’anno è il primo anno che sento la crisi; si è iscritta solo la metà del gruppo di allievi che in media si iscrivono ogni anno. Quindi un calo del 50%.

    E le ditte fanno solo contratti a termine.

    Dipende ovviamente da quanti soldi avete da parte per poter vivere in attesa di aver trovato un qualsiasi lavoro e se parlate un po’ la lingua.

    Non per scoraggiarvi ma, mi raccomando, non fate un “salto nel vuoto!”

    Cari saluti!

    Cristina

  211. fantasma Scrive:

    Cristina vi rispondo io andate in olanda!!!!!!!!!! e non date retta quando vi dicono non salite su perche’ c’e crisi io tutta questa crisi qua in olanda non lo ancora vista.
    2)le agenzie in olanda contattandole dall’italia non vi considerano… mi hanno insegnato che quando si cerca lavoro ti devi trovare sul posto dall’italia non ti chiama assolutamente nessuno.
    3) meglio imparare l’inglese possibilmente ma ti posso garantire che in molti posti parlano anche il tedesco.
    4)scappate dall’ italia se non volete trovarvi male se in olanda c’e crisi allora in italia che cosa c’e?
    su cristina e ora di scappare andate in olanda e se non trovate lavoro a leiden vi ricordo che in olanda ci sono tanti posti.
    cordiali saluti

    [Amministratore del Blog: rivisto commento nella forma lasciato invariato nel contenuto]
    il sardo volante

  212. antonella Scrive:

    Ciao a tutti, scrivo per capire qcs in + sugi olandesi.
    Sono stata in vacanza con il mio ragazzo l’anno scorso e siamo stati benissimo, anzi ci siamo innamorati del Paese e ci eravamo fatti un’idea sugli olandesi che poi è quella che hanno tutti, di un popolo molto tollerante e liberale, anche se avevamo notato la burberità di autisti e ciclisti che spesso ti venivano addosso e si arrabbiavano pure. Cmq a parte questi episodi ci eravamo trovati molto bene. Qualche giorno fa 2 famiglie di nostri amici con figli al seguito tra i 10 ed i 17 anni sono stati ad Amsterdam e ne sono tornati traumatizzati per l’accoglienza ricevuta. Per spiegarmi meglio vi elenco solo qcn delle cose capitate in soli 3 giorni:
    – facce palesemente indispettite e infastidite in musei e negozi non appena il gruppo entrava;
    – in una sala di passaggio (non espositiva) del museo squilla il cell, subito accorre uno del museo rimproverando severamente, come se stessero facendo chissà cosa, ed invitando in malo modo, ad uscire. La signora ha chiesto dove fosse l’uscita, ma questo ha continuato ad urlarle contro, tanto che tutti si sono girati;
    – entrano in una panetteria per dei panini con l’aringa e chiedono se ci sono anche altri ingredienti da poter inserire nel panino, il commerciante infastidito ha chiesto quanti panini doveva fare, li ha subito preparati come voleva lui, li ha posti tutti sul bancone, si è fatto pagare e li ha messi alla porta;
    – in un’altra panetteria il proprietario ha chiesto se i panini erano da asporto o da mangiare sul posto,e loro hanno risposto che erano da asporto. Dopo i primi panini preparati, messi in busta e pagati, ha continuato a preparare gli altri per l’altra famiglia, al che uno di loro nell’attesa, ha preso uno dei panini pagati ed ha cominciato a mangiarlo lì , sedendosi alla sedia. Vedendo questo il proprietario molto infastidito gli ha letteralmente strappato di mano la busta dei panini e glieli ha tutti messi in dei piatti obbligandoli a mangiare lì;
    – in un negozio di souvenir,di fronte al mercato dei fiori, purtroppo uno dei ragazzi ruba un accendino, viene scoperto e da quel momento è successo il finimondo: il negoziante si avvicina al ragazzo e comincia ad urlare, al che non capendo quello che accadeva, si è avvicinata la mamma chiedendo cosa fosse successo, quello la prende per il giubbotto e la scaraventa contro lo scaffale, poi si avvicina il marito che, vedendo come era agitato, gli dice con calma di tranquillizzarsi, ma quello gli dà una testata, sentendo trambusto, una ragazza italiana ke vive lì da 2 anni e ke gli stava facendo da guida, entra e chiede anche lei cosa sta succedendo, e quello di tutta risposta le dà un pugno. Dopo tutto questo la ragazza infuriata kiama la polizia, ma nel frattempo il padre del ragazzo kiede come possono sistemare le cose ed il negoziante gli kiede 50 euro x il furto, li prende, poi all’improvviso li rifiuta. Arriva la polizia la ragazza racconta tutto ma quelli non ne vogliono sapere perchè tanto dicono ke non hanno segni dell’aggressione, la guida kiede di andare a vedere la registrazione della telecamera, ma le impediscono di andarci insieme e quando ritornano dicono ke sulla registrazione non c’è nulla e che poi loro sono italiani e quello ke dicono non conta ( frase che nella lunga discussione verrà ripetuta diverse volte); la ragazza insiste per vedere il video ma niente, allora chiede ai fiorai di riferire quello a cui hanno assistito, e quelli hanno il coraggio di dire di non aver visto nulla(e poi dicono che solo in Italia c’è omertà); la guida a questo punto kiama al cell il suo fidanzato olandese che subito arriva e che subito ha la possibilità di vedere con la polizia il video ( lui lì neanche c’era ma gli hanno concesso di vedere il video, agli altri no), dalla registrazione manca del tutto la ripresa dell’aggressione!!! Dopo di che, 4 poliziotti prendono il ragazzo,di 14 anni, che ha rubato l’accendino, e lo portano al commissariato ( volevano anche mettergli le manette nel caso volesse scappare), il padre li segue con il taxi, ma x tutto il tempo ke sono stati lì gli hanno impedito di vederlo e l’hanno tenuto in un’altra stanza, facendolo prima spogliare e poi prendendogli i lacci delle scarpe. Dopo ore, il tutto si è risolto con 150 euro di multa ,per cui forse potevano evitare tanto casino e tante ore di apprensione per i genitori, ma soprattutto all’aggressore olandese non è successo nulla, anzi da quando era arrivata la polizia la questione non era neanche stata presa in considerazione. Ora il punto è : il ragazzo ha sbagliato, è stato punito,ma forse credo, siano stati un po’ eccessivi; la cosa che mi ha sconvolto di più del racconto è stato però che la polizia abbia ripetuto diverse volte che la parola di uno straniero non contava nulla di fronte a quella di un olandese, e credetemi non ho esagerato quello che veramente è successo o che è stato detto. Allora mi chiedo: ma gli olandesi civili, tolleranti, e non razzisti è solo un clichè? Perchè da quello che vi ho raccontato direi che è proprio così. E cmq,la guida italiana che vive lì da 2 anni, è rimasta sconcertata dalla differenza di trattamento ed ha detto apertamente: uno crede di essersi integrato ma non è così! Mentre ancora un altro italiano che vive lì ci ha parlato degli olandesi come un popolo poco flessibile , che per integrarsi uno straniero deve assumere la loro forma mentis, e che ce l’hanno un po’ con gli italiani perchè troppo chiassosi.
    Voi che mi dite?

  213. Maria Cristina Giongo Scrive:

    Mamma mia, Antonella, quanti disagi e brutte storie ti sono capitate!

    Che cosa posso dirti? Da una parte riconosco un certo carattere brusco degli olandesi, dall’altra penso che queste cose mi sono successe in tutti gli altri Paesi che ho visitato; e anche in Italia. Della serie….”tutto il mondo è Paese”!

    Gli olandesi sono tolleranti ma fino ad un certo punto. Se non rispetti le loro regole non lo sono affatto. E secondo me non sono molto flessibili. Lo siamo più noi. Prima di accettarti devono conoscerti bene; spesso sono molto chiusi ed introversi. Per questo non amano assolutamente il chiasso, proprio come hai scritto tu.

    Io ho imparato ad accettare il loro modo brusco di reagire quando sento che sotto c’è un grande cuore. Quando è solo maleducazione ho imparato a reagire nello stesso modo; e, credimi, è stata un’ottima lezione per una persona come me che nella vita ha sempre accettato con dolcezza tutto.

    Da loro ho quindi capito che a volte si deve reagire, senza farsi trattare come uno straccio per pavimenti da un marito, per esempio; inoltre ad essere diretta e meno diplomatica. E tutto sommato non mi spiace.

  214. raul Scrive:

    guarda per l’accendino il tipo ha fatto bene le mani troncate non si ruba!!!!!!!per quanto riguarda la tolleranza ti spiego che gli olandesi non sono mai stati tolleranti hanno sopportato gli stranieri ma adesso anche loro si sono rotto le balle vedi quello che combinano i marocchini ma non solo vedi anche gli italiani!!!!!!!!!! poi credimi quando il poliziotto ha detto la parola di uno straniero nn vale niente non ti scandalizzare in italia e anche peggio.
    alla fine dico basta fare i finti buonisti quello che e successo a quella famiglia in olanda non e niente in italia succede di peggio fidati!!!!!!!!!!!!

  215. Edo Scrive:

    Salve ragazzi,
    mi devo trasferire ad Amsterdam per lavoro. Intanto lo farò per un anno e poi vedremo. Qualcuno sa darmi informazioni dettagliate riguardo alla macchina? Cioè se io vengo a vivere a d AMsterdam e mi porto la macchina quanto devo pagare per il parcheggio? La mia fidanzata è di Amsterdam e vive nel Zoud e mi dice che per parcheggiare la tua auto deve essere intestata a te almeno da 6 mesi e comunque poi devi cambiare targa una volta che lavori e vivi su. Volecvo sapere se confermavate o potevate darmi ulteriori info riguardo a portarsi su la propria macchina. é vero che il parcheggio da residente lo paghi in base al peso della macchina? Grazie

  216. Chiara Scrive:

    Ciao a tutti! Questo blog è davvero utilissimo! Ho 18 anni, sto facendo l’ultimo anno della maturità ma già penso in grande. Me ne voglio andare dall’Italia per tanti motivi tra cui uno è quello di accrescere il mio bagaglio culturale. Ovviamente vorrei andare a vivere in Olanda, non ad Amsterdam ma paesi vicini.. Sapete quali consigliarmi? Il mio ragazzo ha 31 anni, lavora da quando ne ha 18 e quidni anche la conoscenza di lingua inglese non è di alto livello. Io me la cavo piuttosto bene. C’è una possibilità per noi lì? Mia madre inoltre ha un’amica olandese che presto mi farà conoscere per darmi delle dritte. Vorrei sapere se sarebbe inutile partire dato che la lingua non la conosciamo, oppure se possiamo provarci! Ciao a tutti, aspetto vostre notizie!

  217. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Ciao.. Chiara.. da quello che so..conoscere la lingua è molto importante.. in bocca al lupo..

  218. Paolo Scrive:

    Buongiorno, vi prego di rispondere a TUTTE le domande P.S.sono un italiano che come molti vorrebbero trasferirsi in Olanda.
    1) Parlo bene olandese (zia olandese e l’ho imparato fin da piccolo) e inglese..ho qualche possibilita’ a trovare un lavoro li? (anche se sono italiano)
    2) Che procedimento bisogna seguire per andare a vivere in Olanda? Ci vuole qualche permesso? Voi come avete fatto?? Vorrei piu’ dettagli possibili
    3) C’e’ lavoro in citta’ tipo Amsterdam? Com’e’ il salario? Meglio che in Italia?
    4) Alloggio: Mia zia e’ proprietaria di alcune case in citta’ e me ne affitterebbe a prezzo modico. Se no come sono i prezzi immobiliari?
    5) Mi consigliate di portare la mia macchina con me se casomai venissi a viverci? Tutte le volte che vado mi sposto sempre in bici o con mezzi pubblici…senza la macchina (ottimo sistema di trasporti!)
    6) Inoltre, siccome in famiglia non sono il solo innamorato di A’dam, sapete se per quest’estate c’e’ possibilita’ di svolgere un lavoro estivo per un ragazzo di 16 anni? In qualunque settore…se sentite qualcosa mi informate per favore?
    Ik wil graag in Amsterdam woonen, maar ik moet dit info weeten!!! Dank u wel!

  219. fabio Scrive:

    oramai nn serve neanche piu la lingua inglese qua in olanda e parlo nella zona del ranstad dove sono io UTRECHT,AMSTERDAM,HARLEEM,ecc diciamolo chiaramente gli olandesi si sono stancati degli stranieri,ma non si sono ancora accorti che si sono stancati troppo tardi,pero il classico olandese e anche molto deficiente quanto lo e il tedesco forse mi sono accorto anche piu fa il finto tollerante dice che gli stranieri rubano il lavoro ma poi quando becchi un lavoro vedi io postbezorg per chi nn lo sapesse in italiano e il postino,ti fa lavorare 2 giorni alla settimana e ti paga 5 euro ora ecco cosa si puo trovare in olanda,il classico impiego oramai e finito bisogna inventarsi qualcosa cosi mi hanno risposto in un agenzia del lavoro di utrecht,eppoi come non parlare dei nostri cari connazionali che gesticono i ristoranti italiani in olanda,prendono la gente senza assicurarla,il quale vuol dire che se un domani ti licenziano non hai diritto neanche alla sociale,traette le conclusioni e vedete un po come stiamo andando a finire,poi i lavori in caso dovessero esserci sono i seguenti call center,manager ecc ovviamente bisogna parlare quel cazzo di lingua che e peggio del tedesco.
    salutoni dall olanda

    OLANDA CHE DELUSIONE E IO CHE PARLAVO MALE DELLA GERMANIA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    SCUSATE PER L ORTOGRAFIA MA QUA CON LA TASTIERA OLANDESE NN SI CAPISCE NULLA.

  220. fabio Scrive:

    ANZI VOGLIO ESSERE PIU SOLIDALE E DEMOCRATICO,PARATEVI IL CULO PRIMA DI SALIRE QUA PERCHE NN SI SA MAI DOVE SI VA A FINIRE.
    VEDI IO.

  221. Goonie Scrive:

    “in un negozio di souvenir,di fronte al mercato dei fiori, PURTROPPO uno dei ragazzi ruba un accendino, viene scoperto” … mi dispiace che sia stato scoperto! Ma io dico, ma di che cosa si lamentano gli italiani (lo sono anche io).
    Che razza di educazione si da ai figli che cercano di rubare, ma se ci fosse riuscito sarebbe stato un furbo e allora d’ammirare, invece è solo un perfetto idiota, rubare in un paese che non è neanche tuo… ma tanto c’è mammà e papa che difenderanno l’indifendibile.
    I tuoi amici magari sono i classici italiani all’estero, quelli che saltano le file e che fanno baccano sempre e comunque, e che si scandalizzano se qualcuno gli fa notare che non possono fare come gli pare. Gli olandesi sono fissati con le regole, anche le minime, come noi siamo convinti che le regole valgano solo per gli altri, è normale che ci siano incomprensioni, e non è normale che l’italiano all’estero pretenda di fare come in patria.
    Per chi si lamenta dell’Olanda, può tornare in patria.

  222. Guidaolanda Scrive:

    Buoni e cari gli olandesi ma Non perdonano chi trasgredisce le regole

  223. Angie Hyllyèn Scrive:

    Buona giornata a tutti…. Stasera mio figlio torna dalla Danimarca dopo 7 giorni con la scuola e mi ha scritto … ” Mamma io non ci voglio più stare in Italia” … Premetto,,, io sono nata in Olanda da genitori Mamma Olandese e Babbo Italiano, ci siamo trasferiti in Italia nel 1977 ed era molto bello.. ” Io amo la Toscana …. Adesso dall’anno scorso stiamo decidendo di andare a vivere io e mio figlio in Olanda . Mio figlio è andato in Olanda l’anno scorso 2011 con suo cugino e quando è tornato ridendo mi ha detto ” Mamma,,, adesso ti capisco”…. Mio figlio ha 16 anni…. Ho trovato questo blog per caso e mi è piaciuto molto. .. Io ho adesso 44 anni e sarei agevolata nel andare in Olanda per via che ho le mie Zie e amici, ma comunque mi fa paura lo stesso. Vorrei dirvi perchè voglio tornare in Olanda…. Inanzitutto perchè mi manca……. Io adesso lavoro in Albergo 4ore e mezza la mattina e 4, 5 ore la sera a fare la cameriera. mi hanno assicurata al 6° livello con 40 ore alla settimana paga sindacale 1.080 euro lordo al mese ” molto basso” altrimenti potevo stare a casa per i miei datori di lavoro che nemmeno loro non cè la fanno. e li capisco ……. . mentre ne faccio molte di più di ore alla settimana almeno 50. 60. …. i soldi non sono tutto ma la libertà è tutto. mi ritrovo a lavorare tutto il giorno e poi ritorno a lavorare tutto il giorno altrimenti le bollette e siamo nel 2012 non si riescono a pagare. A parte tutto è un pò di vita sociale che mi manca. In Olanda le mie Zie 4 volte vengono in Italia a fare le ferie. Wauw….. io le ferie non le vedo da 4 anni…. La vita può essere dura , può costare di più in Olanda ma ho scelto di volere stare di più a casa per condividere la giornata con mio figlio e gl’amici e per continuare a studiare e a farci delle belle cene che sento fanno spesso in Olanda dai miei amici . e quando ci vado è sempre bella. . Che in Italia ci stanno togliendo anche la dignità. e parlo per me che sono sola ad affrontare il tutto con mio figlio e non avendo nessun aiuto dal Papà di mio figlio che stà peggio di noi. . Comunque paura o no farò il mio cambiamento e anche per mio figlio…… ciao a tutti.

  224. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Ciao Mamma Angie Hyllyèn.. in bocca al lupo per questa decisione

  225. Angie Hyllyèn Scrive:

    Grazie Francesco….

  226. Auro Scrive:

    Ciao Angie! Anche noi siamo in una situazione simile alla tua. Mamma olandese ed io italiano con 2 figli nati in italia ma con passaporto olandese (15 e 19 anni). Ho scritto in questi blog che entro un paio di anni al max saremmo andati a vivere in NL…..ebbene, la casa è già in vendita e mia moglie a giugno torna già con i due ragazzi dei quali la più piccola è già iscritta a scuola (fatto tutto via web, da formalizzare a giugno di persona) ed il più grande “quasi” (aspettiamo un Ok dalla scuola). Ci ho messo un bel pò a somatizzare la partenza ma in fondo, soprattutto per i figli sono convinto che sia la scelta migliore. Vedrai che andrà tutto per il meglio. Dove andresti a vivere in NL? Ciao
    Auro

  227. Angie Hyllyèn Scrive:

    Ciao Auro, che bello sentirsi non soli….. Io vado nei pressi dove sono nata, vicino a Maastricht…. Buona serata..

  228. Elisa Scrive:

    ciao!mi chiamo elisa,il mio ragazzo è olandese,di utrecht,stiamo insieme da quasi un anno…ci vediamo due volte al mese,grazie a ryanair..tra un mese mi laureo in lingue, ma ho 29 anni e ancora nn ho trovato una mia strada..cosi io e il mio ragazzo stiamo pensando ad un mio transferimento…tra sei mesi circa,diciamo passata l’estate…vorrei avere uqlche consiglio..per ora ho sempre vistol’olanda da turista ,sono stata 6 volte…il mio inglese è più che buono,avendo vissuto a londra per un anno e un altro anno a 17 anni a san francisco..però sn un pò preoccupata..per tutto,per il mio rapporto con lui,per trasferirmi in un altro paese (anche se ho già avuto due esperienze)..per il clima olandese,…io sn toscana quindi capirete tutti che cmq il mare e il sole per me sn fondamentali (vivo a 20 minuti dalla versilia)..come per tutti gli italiani ,del resto..la mia vita è molto semplice, soprattutto fatta di cose buone, mia madreè un ottima cuoca,abbiamo il nostro orto, mangiamo molto bene tuttol’anno..insomma nn c’e’ bisogno che aggiunga altro vero?…sn un pò preoccupata per tutto…potete darmi qualche consiglio?..per come affrontare meglio questo “salto nel buio”?e per trovare un lavoro?sicuramente ho intenzione di iscrivermi a un corso di olandese ma volevo sapere se per trovare un lavoro è indispensabile e se dovrei rivolgermi ad agenzie!..io mi adatto cmq a fare qualsiasi cosa,se i primi tempi n potrò avre un contatto con il pubblico per la lingua va bene…il mio ragazzo mi aiuterà ma ho so che avrò bisogno di tanta forza…perchè l’amore in questi casi nn basta…please,ho bisogno di qualche italiano che so che mi capisce, che mi possa dare qualche consiglio su come smatizzare meglio l’arrivo di quel giorno!in teoria so tutto,in pratica mi caco sotto!ah ah…un bacione

  229. ciao Scrive:

    elisa secondo me è rischioso recarsi là e cercare lavoro, cioè se sei laureata è meglio se lo cerchi tranquillamente dall’Italia, parlo per l’esperienza dei miei amici laureati che ora vivono felicemente all’estero (svariati posti) non sono certamente andati lì allo sbaraglio, ma hanno fatto vari colloqui e hanno preso l’occasione al volo
    certo se vai in una grande città la cosa è facile, se vai in un piccolo centro diventa più complicato
    però il mio consiglio è questo, tieni conto che avrai a fianco una persona del posto quindi sei sicuramente avvantaggiata
    per il clima che dirti..armati di piumoni, stivali imbottiti e sciarpone e quando puoi scappa in Toscana, l’Olanda con l’aereo è un viaggio relativamente breve!
    io ci sono stata qualche volta e mi sono trovata molto bene, sarà che non ho una mentalità tipicamente italiana (non ho la macchina per esempio quindi tutte le menate di noi italiani macchina dipendenti non le ho per es)
    in bocca al lupo

  230. tiziana Scrive:

    ciao sono Tiziana tra pochi mesi mi trasferirò con la mia bambina di 3 anni ad Arnhem, mio marito lavorerà li da giugno. ho trovato utile questo blog, e avrei mille doamande da sottoporre ma…. io sono laureata in scienze dell’educazione ma non credo sia molto utile. all’inizio non ero d’accordo al trasferimento poi….cosa è più conveniente fare? trasloco in toto o prendere una casa ammobiliata? e la scuola per la mia bimba? la lingua? io conosco solo l’inglese (scolastico), vogliamo parlare della solitudine in terra straniera?:-) grazie da una mamma in panico

  231. admin Scrive:

    CIao Tiziana.. sono mille domande a cui potranno risponderti italiani che vivono in Olanda ma di sicuro posso dirti che la lingua è molto importante.. ed è necessario conoscere bene l’inglese.. in bocca al lupo per tutto

  232. Angie Hyllyèn Scrive:

    Ciao Tiziana…. Lo vuoi sapere una cosa bella…. Il cuore non ha bisogno di sapere cosa parli, quando tu sei li,, mentre parli un semplice Inglese,,, ti aiuteranno , ne sono sicura….. Appena c’è un problema da risolvere almeno per quanto mi riguarda nel mio paesino a Maastricht, le persone si attivano per te. Se tu parli avrai risposte, se tu sorridi le persone ti sorridano. In Olanda le persone possono sembrare fredde ma sui problemi o per un aiuto non si tirano indietro., e questo per la maggioranza degl’ Olandesi… Il tuo problema è un mio problema, perchè può accadere anche a me. questo lo pensano… Tua figlia andrà a scuola senza problemi e tra 3 mesi parla e si fa capire da tutti vedrai. e tu con tuo marito vi guarderete negli occhi e direte noi c’è la facciamo… Con il cuore si parte… Auguri a tutti e tre…

  233. Grace Scrive:

    Ciao a tutti..Mi sono letta questa pagina di commenti tutta d’un fiato e visto l’ultimo commento bellissimo di Angie ho deciso di proporvi la mia storia e di chiedervi dei consigli..
    Sono una ragazza fermamente attaccata al mare, ai profumi e ai sapori della mia amata Sardegna, per quanto il resto del mondo mi abbia sempre incuriosita…non pensavo che mi sarei mai trovata di fronte a un imminente trasferimento nella fredda Olanda! Ma come dice Angie, col cuore si parte, e ora vi spiego :
    io e il mio ragazzo ci siamo ritrovati ad affrontare una dura realtà, quella di essere due giovani genitori disoccupati, ma dopo una lunga ”agonia” tra casa e call center, lui ha trovato un lavoro in Olanda, con l’appoggio iniziale di alcuni amici, e.. si trova benissimo!!
    Ora, io potrei anche affrontare una relazione a distanza, MA un papà a distanza non si può proprio sentire!!! Quindi, a breve lo raggiungeremo!!
    Nostro figlio ha 2 anni ed è un bambino super socievole quindi non credo avrà difficoltà di integrazione nè di apprendimento della lingua, è l’approccio iniziale che mi spaventa perchè noi, la lingua, non la conosciamo per niente!!!! (a parte l’inglese a ”livello sopravvivenza”, lo chiamo io)
    Ma nonostante le paure, sono sicura che la nostra forte motivazione di voler tenere unita la nostra piccola famiglia ci farà superare ogni ostacolo.
    Vi chiedo solamente, se qualcuno sa dirmi come funziona per i bimbi,un pò in generale il sistema sanitario, l’asilo, se avete qualche link,insomma tutto ciò che può essermi utile come mamma perchè trovo sempre articoli contrastanti, e non riesco a capire come dovrò muovermi anche se chiaramente farò un breve viaggio per sondare il terreno e capire il tutto, ma nel frattempo, mi faceva piacere scrivervi!
    Vi ringrazio in anticipo, questo blog è utilissimo e i vostri commenti sono positivi e incoraggianti, ho letto tutto d’un fiato… vi porto un raggio di sole dalla mia terra e un abbraccio!

  234. Angie Hyllyèn Scrive:

    Grazie Grace gentilissima…. Trovi sempre articoli contrastanti scrivi…… sai che significa per me!!! Che forse devi smettere di cercare soluzioni online e andare direttamente a scuola per il tuo bimbo a cercare le risposte anche per il dottore , vedrai,,,,,, che ci saranno le persone giuste per te li sul posto. Scappo al lavoro.. ciao bella….

  235. simonetta Scrive:

    sono una mamma la cui figlia al secondo anno di giurisprudenza ha deciso di fare l’erasmus a rotterdam e si sono contenta ma anche molto preoccupata poichè vive fuori da due anni ma sempre in italia quindi andare a rotterdam non è esattamente la stessa cosa.Non è che qualcuno mi può aiutare a stare più tranquilla??????

  236. elisa Scrive:

    ciao,sn elisa..ho già scritto qualche tempo fa…ho deciso..:il 23 agosto parto per l’olanda e andrò ad abitare ad utrecht con il mio ragazzo…..ho molti dubbi ma ho deciso di provare questa nuova esperienza con un ragazzo che adoro…ho 29 anni,mi snon laureata (in ritardo)e sinceramente qui nn sono motivata a cercare un lavoro….io vivo in una piccola città ed è ancora più difficile..quindi mi sn detta che alal fine nn ho niente da perdere..anche se ho molti amici e sn molto attaccata alla mia famiglia (cm noi tutti italiani)e alla mia terra,a tutto ciò che è puramente italiano..(come avevo già scritto sopra)..ma abbiamo deciso entrambi..di provare..nel bene e nel male…so che già convivere nn è facile,figurarsi in un altro paese…ho abbastanza paura per questo ma alla fine mi sn detta che la vita è adesso,è una, e ora siamo io e lui e quindi mi butto…a volte mi prendono molte dubbi e paranoie varie ma poi mi dico che finche nn provo nn saprò,e che nn sono pazza..ci sn molte persone che hanno fatto scelte ben piu difficili di questa..alla fine l’italia nn scappa…in un’ora e mezzo sn qua!!(cerco di ripetermi certe cose ogni giorno per nn arrivare a quella data e cacarmi sotto..ahah)…vorrei avere qualche consiglio..come cercare lavoro..se da qua o da la…il mio inglese è piu che buono,anche il mio spagnolo…sn laureata in lingue…il mio ragazzo mi ha consigliato che la prima cosa da fare sarà iscrivermi ad un corso di olandese(lingua difficilissima e che mai mi sarei immaginata di dover imparare;)…c’e’ qualcuno di voi che vive a utrecht e che potrebbe darmi qualche indicazione su scuole,corsi etc..e anche come cerare lavoro?anche il mio ragazzo cmq si sta informando…..grazie un abbraccio

  237. admin Scrive:

    Elisa.. ti abbiamo risposto via email.. ma non ho avuto nessuno di tuo riscontro

  238. gianfranco Scrive:

    buongiorno,mi chiamo gianfranco e vivo in italia paese dove sono nato,e che sinceramente mi piacerebbe lasciare.non so chi si prende la briga di leggere tutti questi commenti che le persone lasciano,ma sarei veramente grato a chi di dovere mi volesse aiutare a trovare un lavoro ad amsterdam.Io sono un bravissimo cuoco,non ho nessun titolo di studio che lo dimostra ma le mie esperienze passate in varie cucine del mondo anno fatto in modo di poter affinare quello che ho rubato con i miei occhi a mia nonna,mia mamma mentre cucinavano,il tutto lo ho sperimentato invitando acena degli amici,poi lavorando in vari ristoranti. devo dire che mi sono trovato bene dove mi hanno lasciato la cucina in mano cioe avendo carta bianca nel fare quello che a me piace fare,chiaramente sotto le varie ordinazioni dei clienti.ora cara eli se ti dovesse capitare che cercano un bravo cuoco italiano hai il mio indirizzo meil scrivimi ti prego,sono stanco di vivere quì,ciao e buona fortuna.

  239. Emiliano Scrive:

    Salve,
    premetto che ho letto l’intera pagina qui a dimostrare il mio apprezzamento per tutti i contenuti.Adesso veniamo al dunque, mi è stao offerto un lavoro Veldhoven il compenso mensile dovrebbe aggirarsi attorno i 2700/2800 euro al mese, mi piacerebbe tanto cambiare perchè sono molto deluso dall’Italia ma non avendo background necessario per valutare quanto un compenso del genere sia sufficiente a vivere in questo paese ho pensato che forse qualcuno di voi potesse darmi una mano o un suggerimento.Premetto che per maggiore chiarezza la mia offeta è di 55000 euro l’anno che non so a quanto dovrebbe corrispondere tasse (locali comprese) per un contratto di un anno, ed in più mi trasferirei con la mia compagna! sarebbe sufficiente a condurre una vita in questo posto?Grazie mille a tutti

  240. annet Scrive:

    Ciao..
    Io vivo in olanda da aprile, ma l’iscrizione per il sofi-nummer ce l’ho da maggio, mese in cui ho anche iniziato a lavorare. ora con agosto o settembre prenderò appuntamento per il BSN nummer. Volevo sapere però per quanto riguarda l’assicurazione sanitaria che non ho ancora fatto se la devo fare dopo che ho il BSN nummer o se dovevo già farla con il sofi… Perchè mi hanno detto che se mi presento ora a fare l’assicurazione mi fanno pagare anche i mesi che non ho pagato da quando sono registrata qua.. io spero davvero la debba pagare da quando mi iscrivo in comune..volevo sapere se qualcuno ha una risposta da darmi o indicarmi dove la posso trovare …grazie intanto..anna

  241. Giulio Scrive:

    Ciao a tutti. per primo complimenti per questo blog!!
    per secondo volevo sapere un po di cose sull’olanda. ho vissuto per tre mesi in questa magnifica nazione e ci vorrei tornare per stabilirmi, perche sinceramente sono stufo dell’italia.
    ho sentito che prima d’iniziare a cercare lavoro in olanda bisogna andare in una specie di agenzia per prendere un numero o qualcosa del genere… qualcuno mi potrebbe aiutare a capire come funziona? grazie mille

  242. admin Scrive:

    Ciao Giulio.. si tratta del Sofi number Social Fiscal Number ogni lavoratore in Olanda è tenuto ad averlo per poter aprire un conto bancario.

    Trovi altre info qui
    http://www.amsterdamtour.it/turismo/lavoro-in-olanda/informazioni-per-vivere-in-olanda2.html

  243. David Scrive:

    salve a tutti,complimenti per la solerzia,la dedizione e l’utilita di tutti gli aneddoti e i commenti lasciati…arrivato a 23 con la vita che bene o male mi ha sempre preso a calci,la societa e il paese in cui viviamo non mi aiuta di certo… sono andato e tornato ormai 12 volte almeno dall’olanda,sempre da turista,girandola bene o male tutta oramai…sono innumerevoli e svariate le cose ke mi legano alle netherlands,come sono innumerevoli e svariate le cose ke qua non vanno assolutamente,potrei fare un elenco infinito di differenze…purtroppo…ho gia amici che hanno fatto il grande passo,esasperati a loro volta, e che in maggior parte stanno ad a’dam… il che mi farebbe propensare ad andare li inizialmente ,in modo da poter avere subito un tetto sulla testa sicuro e nn troppo dispendioso,e sopratutto in buona compagnia…pero la città che piu mi ha colpito e affascinato è r’dam…mi piacerebbe davero poter costruire li un futuro…qua sono un carrozziere specializzato da 5 anni e non mi dispiacerebbe trovare il medesimo lavoro anche li….parlo e scrivo un corretto e fluido inglese,mi manca solo da levare un po la ruggine,cosa che nel giro di una settimana dovrebbe non essere un problema…purtroppo non ho idea di dove poter cercare per il mio indirizzo,so che il modificare ed elaborare veicoli e mlto di moda in olanda non mi dispiacerebbe quindi se qualcuno conoscesse qualche posto del genere a cui fare richiesta una volta la :) altrimenti mi arrangero,non ha senso cmq marcire qua a 23 anni quando a un’ora e mezza ce un paese che seppur non mi rendera milionario,mi consentira di avere tutte quelle piccole cose che mi rendono felice e magari chissa,un futuro e una famiglia….grazie in anticipo :)

  244. loredanasimioli Scrive:

    ciao a tutti e a francesco!scrivo dopo un anno ma questo blog mi ha incoraggiato in un momento difficile della mia carriera e vita personale!un bacio a barbara !e verro a trovarvi presto.intanto fine settembre uscira’ il film di matteo garrone REALITY,dove sono la protagonista!…a presto lore!

  245. admin Scrive:

    Ciao Loradana.. felicissimo che questo blog ti abbia incoraggiato.. e auguri per il tuo film.. se vuoi riporta il link al trailer.. sarei contento di averlo

  246. Giulio Scrive:

    grazieeee

  247. David Scrive:

    salve a tutti,complimenti per la solerzia,la dedizione e l’utilita di tutti gli aneddoti e i commenti lasciati…arrivato a 23 con la vita che bene o male mi ha sempre preso a calci,la societa e il paese in cui viviamo non mi aiuta di certo… sono andato e tornato ormai 12 volte almeno dall’olanda,sempre da turista,girandola bene o male tutta oramai…sono innumerevoli e svariate le cose ke mi legano alle netherlands,come sono innumerevoli e svariate le cose ke qua non vanno assolutamente,potrei fare un elenco infinito di differenze…purtroppo…ho gia amici che hanno fatto il grande passo,esasperati a loro volta, e che in maggior parte stanno ad a’dam… il che mi farebbe propensare ad andare li inizialmente ,in modo da poter avere subito un tetto sulla testa sicuro e nn troppo dispendioso,e sopratutto in buona compagnia…pero la città che piu mi ha colpito e affascinato è r’dam…mi piacerebbe davero poter costruire li un futuro…qua sono un carrozziere specializzato da 5 anni e non mi dispiacerebbe trovare il medesimo lavoro anche li….parlo e scrivo un corretto e fluido inglese,mi manca solo da levare un po la ruggine,cosa che nel giro di una settimana dovrebbe non essere un problema…purtroppo non ho idea di dove poter cercare per il mio indirizzo,so che il modificare ed elaborare veicoli e mlto di moda in olanda non mi dispiacerebbe quindi se qualcuno conoscesse qualche posto del genere a cui fare richiesta una volta la altrimenti mi arrangero,non ha senso cmq marcire qua a 23 anni quando a un’ora e mezza ce un paese che seppur non mi rendera milionario,mi consentira di avere tutte quelle piccole cose che mi rendono felice e magari chissa,un futuro e una famiglia….grazie in anticipo

  248. Giulio e maria Scrive:

    ciao a tutti di nuovo. mi chiamo giulio io e la mia ragazza qualche mese fa siamo stati in olanda per 3 mesi a fare volontariato nelle fattorie. un esperienza bellissima ci è piaciuto quasi tutto. oramai abbiamo 21 anni dell’italia siamo stufi. preferiamo molto di piu la mentalità fredda dell’olanda
    stiamo lavorando molto per poter partire il prima possibile. quanti soldi ci vorranno per partire da zero in olanda?
    grazie in anticipo

  249. Paolo Scrive:

    Ciao a tutti..
    mi chiamo Paolo e a Gennaio io e la mia ragazza ci trasferiremo in Olanda, precisamente ad Amsterdam!! :)
    io ho un diploma in ragioneria e lei è una geometra che ha lavorato anni in agenzia immobiliare.
    stiamo studiano l’inglese e siamo a buon punto, l’olandese non lo conosciamo per niente..
    arrivati lì non abbiamo ne lavoro ne alloggio quindi dobbiamo muoverci da zero..
    mi chiedevo conoscendo solo l’inglese ce possibilità di lavoro sia nei nostri studi sia in qualsiasi altra mansione (non abbiamo la macchina)?
    con un budget mensile di 600 euro riesco a trovare in pochissimi giorni casa?
    grazie in anticipo dell’aiuto..
    Paolo

  250. patrizia Scrive:

    Salve!
    mi chiamo Patrizia e ho 29 anni,sono sposata da 12 anni e viviamo in sicilia,siamo disoccupati da Gennaio ed abbiamo pure un bimbo.
    Stiamo cercando una persona dal cuore buono,che ci dia una mano d’aiuto a trasferirci in olanda.
    Mio marito è un escavatorista e saldatore,ma sa fa molte altre cose.

    Stiamo attraversando un periodo davvero tremendo,siamo stanchi di vivere strisciando e mi auguro che esista ancora qualche persona disposta a far si che il nostro sogno di vita dignitosa,non resti solo un miraggio!

    La mia email : terron_power@hotmail.com

    Saluti e grazie,

    Patrizia

  251. Fabrizio Casapietra Scrive:

    Mi sembra che i dettagli siano molto meno importanti delle cose essenziali…
    Mi pare pura insensibilità ai diritti dell’uomo non parolai, o amor di frivolezza esasperato, reputare il furto di una bicicletta in 5 anni, mettendolo in bella mostra con una rassegna che fa uno sfacelo (il paese Italia, e la sua ipocrisia strisciante, il suo vile opportunismo che ostenta idealità e assolutizza la materialità più di ‘confezione’-penso alle contraddizioni dei vostri articoli su cibi, prezzi, case… ), rispetto ad un paese civilissimo (e mi riferisco anche a valori come la solidarietà, il pluralismo culturale, l’estroversione esuberante, le generosità sessuale…tutte cose per voi meno importanti di un lavoro per un debole che non è uno su mille in nessuna cosa, un disperato costretto a passare da un lavoro di un mese ad un altro di dieci giorni…per vedere che, sui giornali, queste cose sono il trionfo dei Monti e Berlusconi, perché segnano un 10 per cento (!!!) rispetto ad un 25 per cento protetto da sussidi e posto fisso, almeno (Spagna). E questo volete rendere solo questioni di diversità, prezzi delle palle dei coni gelato e qualità di un filetto e prezzo di parcheggio…ma se dite che un laureato guadagna 3000 euro!!
    Io avrei glorificato l’Olanda, e avrei scritto: “Tutti prendano esempio da Lei…Basta titoli di giornali con tedeschi purosangue e americani criminali di diritti umani mondiali, che continuano a far mostra di difenderli…e guardate se gli olandesi, che spendono solo il 40 per cento in spese militari rispetto all’Italia, con i problemi che ha affidati ai saltimbanchi del vivere (come se fossimo tutti uguali), hanno mai fatto una guerra…questo non ce l’avete messo, in questo blog, meglio preoccuparsi dei tacchi a spillo.
    Una volta si diceva: ci sono cose più importanti e altre assolutamente meno importanti…e questo si chiama ‘scala di valori’…non è tutta nella falsa idea che il ‘privato’ sia separato dal ‘pubblico’ per i soliti spauracchi comunisti bvanalissimi…che poi sono loro i primi responsabili, di questa logica che dice: le cose valgono molto più degli uomini, dico gli americani che sono anche, purtroppo, gli italiani… perché dai più ricchi inizia ogni possibilità dei più poveri…Questo mi risulta, dalla lettura della “Guida turistica dell’Olanda”…meglio di tante sofisticherie cavillose. Magari, ci sforzassimo di essere tutti come loro, come se ci fosswe solo una diversità che ci ammazza, e non anche una somiglianza che ci accomuna scientificamente, nella psiche e nei desideri…

    Fabrizio casapietra

  252. Maria Cristina Giongo Scrive:

    Caro Fabrizio,

    non ho scritto io questo articolo ma ti rispondo io lo stesso… perchè vivo in Olanda da 30 anni. Tutto quello che dici è vero; è un Paese civile. Questa è la parola che riassume la mentalità statale ed umana di questo popolo.

    L’Italia dovrà compierne di strada per poter essere considerata un Paese civile….Tuttavia noi che viviamo qui vediamo anche dei difetti. Nel senso che NON esiste un Paese ideale. Come ho scritto più volte anche su questo bellissimo blog NON ESISTE IL PARADISO su questa terra; e quindi nessun luogo dove vivere è perfetto.

    Io vorrei abitare in un posto dove c’è sempre caldo. Ma poi mi chiedo se avere tutto l’ anno caldo, per anni ed anni, alla fine mi piacerebbe ancora…. Sono stata in Italia quest’anno in vacanza e ho avuto per 15 giorni 40 gradi. Mi sembrava di soffocare; anche di notte non si respirava ( e non si riusciva a dormire) per il caldo e l’umidità…

    Poi sono tornata in Olanda e faceva….troppo freddo per quella stagione!

    Sono esempi banali ma è per dire che a volte ci lamentiamo troppo e dobbiamo accettare le avversità e i difetti del Paese dove viviamo. nel mio caso dell’ Olanda. Dove ci sono tante cose positive ed altre negative. Come in tutti i Paesi del mondo.

    Come in tutte le vite di tutti noi.

    Cari saluti

  253. massimiliano Scrive:

    salve,
    sono massimiliano e per motivi di studio dovrò trasferirmi in olanda per tre mesi. la meta è la “free university”.
    ho letto alcuni commenti e vorrei essere un po’ confortato.
    siccome ho una conoscenza piuttosto elementare della lingua inglese mi spaventa la possibilità di trovarmi in un ambiente sconosciuto e senza la presenza di qualcuno a cui chiedere aiuto qualora ne avessi bisogno.
    mi piacerebbe frequentare una scuola di lingua inglese, anche perchè ho saputo che l’olanda è uno dei posti dove l’inglese si studia meglio. qualcuno è a conoscenza dei costi di un corso trimestrale?
    poi, fittare una casa per tre mese, nei pressi dell’università, che costi ha?
    vi sarei molto grato se rispondeste alle mie domande
    grazie di tutto e buona giornata
    massimiliano

  254. santinopani Scrive:

    Ciao a tutti.

    Mi e’ capitato per caso di leggere questo blog, e soprattutto i commenti di Elisabetta (sembrano i 10 comandamenti da non rispettare). Rispondo con una breve premessa: Ho abitato in Olanda per piu’ di 6 anni, e ho giarto piu’ o meno tutta l’Europa, e sono stato pure in Medio Orente, per ben 2 volte.
    Attualmente abito in Inghilterra, da ben 4 anni. Quindi penso di avere delle ottime conoscenze di viaggi (anche se i miei viaggi non sono mai state vacanze). Tra i paesi in cui ho vissuto, Italia, Olanda, Belgio, Germania e Inghilterra, posso chiaramente dirvi che l’Olanda, nonostante tutto, rimane sempre nel mio cuore, ed e’ l’unico in cui consiglio di fare un’esperienza di vita, prima che di lavoro. Perche’ il punto nel vivere in Olanda e’ questo:
    Impara a capire la mentalita’ degli olandesi, e a conviverci, e inizierai a vivere meglio tu stesso.

    Analizzando i 10 punti di Elisabetta, secondo me dovrebbero essere valutati da un punto di vista piu’ personale che non generico: le norme che esistono in Olanda sono quelle del sistema piu’ democratico di vita civile; sta’ solo a noi
    accettarle e condividerle; se non riesci a capire il modo di pensare di un olandese, e’ meglio che cambi paese, perche’ chi fa’ l’errore di mantenere la mentalita’ italiana in Olanda, prima o poi avra’ dei problemi che non gli permetteranno piu’ di viverci- letteralmente. Parlo per esperienza personale. Qualcuno si chiedera’ infatti come mai io che enfatizzo tanto questo splendido paese, ora non ci abito piu’.
    Vorrei solo darvi un consiglio da cosmopolita, non da cittadino italiano: non ascoltate mai i consigli degli italiani, amici e non (Il nostro miglir amico all’estero e’ il nostro buon senso, non il compagno di camera,o di lavoro italiano che non asetta altro che mettervela nel di dietro alla prima occasione), e seguite le leggi e le norme di vita di questo paese, e vi troverete sempre bene. Sono state formulate da un popolo che ha un concetto molto diverso della democrazia rispetto a quello che abbiamo noi in Italia.

    Esempi di Elisabetta:

    1)Il furto della bicicletta: A differenza dell’Italia, dove ti rubano motorino e auto sotto il naso, in Olanda ti rubano la bicicletta. Motivo semplicissimo: La bici la usano tutti, e c’e sempre qualche pollo che ha la testa fra le nuvole;non voglio offendere la povera Elisabetta, ma un po’ di buon senso non guasta mai; per mettermi nella mischia, io sono stato 4 o 5 volte a Napoli e non mi e’ mai successo niente; a Brusseles, dove ci abitavo da 2 anni, sono riuscito a farmi rubare il portafoglio sotto gli occhi, e sono uomo !!! Il momento del fesso c’e per tutti, come diceva mio padre.
    In fatto di onesta’, e di aiuto da parte della polizia, pero’ l’Olanda ha dei punti in vantaggio, e piu’ di uno, rispetto all’Italia e a qualsiasi altro paese abbia mai vistato o dove sia vissuto: In Italia, Inghilterra, Francia etc.., non devi mai dimenticare il finesetrino dell’auto aperto, perche’ rischi di trovare solo la piazzola vuota del parcheggio, con l’impronta della tua macchina. In Olanda, in qualsiasi citta’ puoi dimenticare la macchina aperta che nessuno prova a toccartela (eccezzioni per grandi citta’ come Rotterdam e Amsterdam, citta’ multietniche, quindi con una grossa percentuale di gente con mentalita’ diversa da quella olandese, che non sono rinomati per essere ladri,anzi forse il contrario)
    La bici te la rubano, soprattutto di notte, nelle grandi citta’, chi la sera ha bevuto e vuole tornare a casa in un modo semplice,e soprattutto lo fanno i tossicodipendentie ubriaconi; e in ogni caso una bici che si pagherebbe normalmente tra i 50 e i 100 Euro,usata, trovarsela gratis bella e pronta fa sempre comodo.
    In ogni caso lo stato olandese si e’ attrezzato a combattere questo problema, creando una specie di matricolazione delle bici (ho visto dei polizziotti che analizzavano delle biciclette cercando il numero di telaio)
    Sempre in fatto di efficienza della polizia, e’ da lodare rispetto a quella italiana. Io, dopo circa 5 anni che ci abitavo, avevo comprato casa in una delle strade piu’ trafficate di Den Haag (la stessa strada dove, se qualcuno ricorda, era nascosto un covo di terroristi di Al-Queda, e che la polizia catturo’ dopo aver assediato la zona per ben 2 giorni.
    (mi chiedo come facevano in Italia a non riuscire a catturare un mafioso, di cui tutti sapevano chi era e dove era nascosto,e che passeggiava tranquillo per le strade di Palermo), e siccome quella zona e’ frequentata spesso da topi d’appartamento (a casa mia hannp provato ad entrarci 2 volte in un paio di mesi), la polizia effettua controlli notturni salendo sino al pianerottolo dei palazzi. Una volta infatti dimenticai le chiavi di casa appese di notte, e mi trovai i poliziotti in casa, mentre dormivo; In italia minimo ti trovi la casa svaligiata, e se chiami la polizia, forse arriva e forse no)

    2) Come orientarsi in citta': probabilmente hanno cambiato le cose, in tutte le citta’ d’Olanda nel giro di 5 anni. Che io ricordi, infatti, c’erano i nomi delle strade in ogni incrocio, e lungo le strade. Ci ho abitato tanto tempo, l’ho girata in lungo e in largo, e non mi sono mai perso; la pianta stradale la usavo solo all’inizio. Certo che per sapersi orientare bisogna avere anche u po’ di colpo d’occhio; se non ricordi dove passi, e’ facile perdersi; ma questo succede in qualsiasi parte del mondo. ALondra molto piu’ facilmente, visto che il problema da lei citato e’ proprio di Londra, non di un una qualsiasi citta’ olandese. Qui a Londra fatichi davvero a trovare dei cartelli stradali.
    In ogni caso, dire che l’Olanda e’ tutta uguale dimostra davvero di avere poco spirito d’osservazione. Io non ci abito piu da anni, ma sono convinto al 100% che se ci ritorno, arrivo dove voglio senza guardare nessuna mappa. La mappa dell’Olanda ce l’ho stampata nel cervello, e ricordo benissimo le citta’ in cui ho vissuto. (ma del resto, come ho gia’ detto, sono abituato a viaggiare; quando sono stato a Tehran, in Medio Oriente,dove pochissima gente parla a malapena l’inglese, ci sono andato senza guida turistica. Sono uscito da solo dalla casa degli amici che mi ospitavano, sono andato da solo in un ufficio ad una parte opposta della citta'(era l’ambasciata italiana), e sono tornato indietro da solo,nella medesima casa, nel giro di un paio d’ore. Tehran e’ una citta’ gigantesca, pololata da circa 10 milioni di persone. Penso che fosse molto piu’ facile persersi. che dite?
    Ma in un paese straniiero io consiglio sempre, nonostante si abbia un mezzo proprio, di camminare molto a piedi, perche’ si osservano molte piu’ cose, e si ricordano molto meglio i posti dove si passa. Lo dico da automobilista. In Olanda ho preso pochissimi mezzi pubblici. Avevo la mia auto, ma sia ad Amsterdam che in altre citta’ camminavo spesso a piedi.

    3)Le ganasce: Questo problema lo ho avuto anche io (come la maggior parte dei turisti, soprattutto italiani,abituati a parcheggiare in doppia e tripla fila). Il sistema delle ganasce non esiste solo in Olanda, ma anche in Inghilterra, (qui a Londra, specialmente). Vi chiedete se tutti i turisti che vengono qui a Londra, o ad Amsterdam (Londra circa 1 milione al mese, Amsterdam forse un po’ meno, ma sempre tantissimi), e se tutti parcheggiassero in doppia fila, o non pagassero il parcheggio, che casino succederebbe? i casini che ci sono a Roma o a Milano sono dovuti sopratttutto agli automobilisti pirati della strada, e non alle tasse di parcheggio.
    Leggevo qualche tempo fa’ un articolo sui pass per le corsie di emergenza di Milano. Pare che il comune ne abbia revocato almeno la meta’. In Olanda, come anche in Inghilterra, non esiste un lasciapassare per le auto privileggiate.
    Le corsie di emergenza sono riservate solo ai mezzi di soccorso, agli autobus e ai taxi. Stop (vi chiedete, se rilasciassero un lasciapassare a tutti i privileggiati, in una citta’ gia’ intasata da milioni di auto, dove passerebbero i mezzi di emergenza? Infatti, in Italia spesso i pazienti di un ambulanza ci arrivano in ospedale…. spesso troppo tardi, gia’ pronti per la camera mortuaria. L’italiano, piccolo, medio e grande borghese, e anche il piu’ piccolo pidocchioso, ha sempre almeno 1 o 2 auto- qualche famiglia anche 3, e al tabacchino a comprare le sigarette ci si va in auto, anche per sfoggiare il ferrari. In Olanda invece, anche un ministro va al lavoro in bicicletta.
    Fanno tre cose allo stesso tempo: risparmiano sui costi di manutenzione e di carburante, salvagguardano l’ambiente dall’inquinamento (mi pare che l’Olanda sia molto meno inquinata del nostro Belpaese), e fanno sport. Chiamateli fessi gli olandesi, ma dappertutto sono conosciuti come commercianti.
    Devo comunque fare un commento, che in questo caso non e’ a favore dell’Olanda. Gli olandesi, essendo dei commercianti, sfruttano ogni risorsa per concretizzarla in denaro. Il caso delle ganasce e’ anche una strategia efficace per arricchire le casse a discapito di qualche sprovveduto turista. Chi abita spesso in questo paese, infatti, e ha magari un’auto con la targa olandese, puo’ notare che a differenza dei turisti, che se non pagano il parcheggio immancabilmente si trovano le ganasce (tengo a precisare che il sistema delle ganasce esiste solo sulle grandi citta), l’automobilista olandese raramente se le trovera’- sia perche’ e’ molto piu’ prudente e organizzato, sia perche’ molti vigili olandesi fanno prima le multe ai turisti e poi, se c’e tempo e la reale necessita’, a un’auto olandese.
    Questo e’ anche un modo per selezionare il turismo. A piedi nessuno ti vieta di visitare quetso paese, ma loro preferiscono i turisti che portano soldi all’economia olandese, e non quelli che non spendono niente e creano danni.
    Qualcuno puo’ prendere questo come forma di razzismo, e in un certo qual modo non gli do’ torto, ma sicuramente in questo paese si impara davvero la civilta’,che molti italiani hanno dimenticato (per parlare del mio paese; perche’ e’ chiaro che l’incivilta’ essite dappertutto, in percentuali varie)

    4)Multa per eccesso di velocita': Parlo sempre da automobilista, e ribadisco che in Olanda ho sempre viaggiato in auto, se non potevo camminare a piedi. E posso assicurare che a me piace correre, e anche parecchio. Il problema delle multe di Elisabetta quindi sicuramente non e’ un caso anomalo, ma qualcosa che ho vissuto anche i di persona. (e forse molto maggiormente).
    Bisogna considerare dei fatti importanti:

    A)le strade e autostrade olandesi sono forse le piu’ sicure d’Europa(questo lo dimostrano le statistiche sugli incidenti, bassissime in Olanda, e molto alte in Italia e altri paesi); le carreggiate delle autostrade sono molto piu’ larghe, e sia la segnaletica che l’asfaltaura vengono rifatti ogni 6 mesi (non lo dico cosi per dire, ma io dovevo vaggiare tutti i giorni da Amsterdam a Den Haag, e mi rendevo conto con che frequenza tengono la manutenzione di una strada). In Italia fanno piu’ o meno la stessa cosa,
    senza puntualizzare sulle cifre, sempre 6 sono, che siano mesi o anni…cioe’ nel senso che in Italia si e no camiano l’asfalto ogni 2 anni. Tanto che importanza ha? la sicurezza in Italia non e’ una priorita’ ma un’optional che ti fanno pagare a caro prezzo, e che non ti danno. Le polizze d’assicurazione in Italia infatti costano 3 volte tanto quelle Olandesi (Io pagavo circa 600 Euro per un’auto che in Italia mi sarebbe costata almeno 2000).
    Ma vi chiedete voi, se in Olanda i cittadini fossero tutti come gli italiani (me compreso), a cui piace fare le gare di F1, che casino succederebbe? l’Olanda e’ un paese di circa 16 milioni di abitanti. Se non ci sono delle regole ferree per limitare la velocita’ sulle autostrade, in un paio d’anni il numero di abitanti viene dimezzato.

    B)In Italia, dopo un po’ di tempo hanno iniziato a dotare le strade di sistema CCTV (Le telecamere a circuito chiuso) e a mettere gli autovelox dappertutto. Mi pare che in un paese come il nostro, grande almeno 6 o 7 volte l’Olanda, ce ne siano circa 500, si e no. Infatti ci sono pure dei siti che ti dicono dove sono piazzati. In Olanda ce ne sono 200 o forse piu’, nella sola citta’ di Den Haag, e molti di piu’ quelli di Amsterdam. Ora consideriamo il fatto che molti italiani sono abituati a non pagare le multe, in Italia ancora oggi penso riescano a farla franca, perche’ nel frattempo che vengano notificate vanno in prescrizione. In Olanda se non paghi una multa entro 2 mesi vengono a cercarti, o ti bloccano per strada (possono fare anche un controllo sui passeggeri di un’auto, soprattutto per problemi di immigrazione), e si accorgono subito se hai multe in sospeso. Chi abita, o ha abitato in Olanda sa cosa e’ il Sofi Nummer (il codice fiscale olandese). Se non paghi la multa all’istante di portano dentro. Se non hai soldi per pagarle ti mettono in prigione. (ho sentito che qualche italiano ha passato diversi mesi in carcere per non aver pagato una multa)
    Risultato: gli olandesi sono molto prudenti nelle strade (in fatto di sicurezza la polizia non chiude gli occhi con nessuno), ma se ci sono sempre migliaia di autovelox un motivo c’e': L’Olanda e’ popolata in buona percentuale da cittadini di altri paesi, non molto inquadrati nelle norme di questo paese, e che spesso e volentieri non rispettano. E c’e sempre una buona percentuale, forse la piu’ alta, di turisti che pensano di farla franca, anche perche’ sanno che l’Olanda non ha dei controlli doganali (chi ha viaggiato spesso in auto da e verso l’Olanda se ne sara’ accorto; Ma e’ sempre e solo un’apparenza. I sistemi di controllo ci sono eccome, ma i turisti non li notano. La polizia olandese si accorge di chi entra e chi esce, in ogni modo).
    Quindi, il fatto che ci siano tanti autovelox e’ sempre per fare cassa, a discapito di qualche sprovveduto turista, o cittadino- (anche olandese, perche’ ovviamente c’e sempre anche qualche olandese che non rispetta le norme, ma in una percentuale molto piu bassa).

    5)Il Bambino con le occhiaie: Fra i 10 “comandamenti” che Elisabetta ha fatto notare, non emerge niente sui veri paradossi dell’Olanda; Cose su cui si dovrebbe davvero riflettere e che invece lei sembra ignorare. L’Olanda e’ cosiderato un vero paradiso dalla maggior parte delle persone che hanno avuto la fortuna di visitare questo paese. Un vero paradiso in tutti i sensi. Lo e’ stato anche per me.
    Tutti sappiamo per cosa sia famosa l’Olanda. Io lo sapevo solo cosi per sentito dire, e proprio per cio’ che avevo sentito, avevo sempre giurato che quello sarebbe stato l’ultimo paese in cui avrei voluto vivere. Per forza di cose, un giorno mi fu offerto un lavoro, e per puro spirito d’avventura, lo accettai, e ci rimasi per ben 6 anni (il resto ve l’ho gia’ detto precedentemente).
    L’Olanda puo’ essere consderato un paradiso, per cio’ che ti offre; ma bisogna stabilire cosa cerchi. Io sono stato sempre contrario a ogni forma di droga, e non ne ho mai fatto uso (sempra paradossale, ma in vita mia non ho mai fumato una sigaretta, ne mi sono mai fatto una canna. Dovrei iniziare adesso, a 41 anni? si, forse, con le canne di bambu’, come diceva Grazia Deledda).
    Perche’ parlare di questo, e cosa c’entra col bambino che ha le occhiaie? Un genitore, a vedere il proprio figlio con le occhiaie, non va a pensare solo che dorme poco. Va a pensare soprattutto che usa qualche droga (le occhiaie sono provocate soprattutto dall’uso della droga che non dal dormire poco). Sembra assurdo che un insegnante olandese si preoccupi delle occhiaie di un bambino, in un paese dove le droghe -quelle leggere- sono tollerate (non esiste alcuna legge che le autorizza, ma non c’e neanche nessuna legge che le vieta; per questo si dice che sono “tollerate”). Ma i bambini sono sacrosanti, e penso che quel docente, a vedere un bambino con le occhiaie, si sia allarmato, come lo farei io da genitore. Ora qui non voglio asserire sul fatto che il bambino di Elisabetta facesse uso di stupefacenti, per carita’. Ma e’ quello che sicuramente ha pensato l’insegnante. Consiglio quindi a Elisabetta di orientare maggiormente l’attenzione verso i propri figli, piuttosto che giudicare le critiche – forse un po’ allarmistiche, ma sempre ben motivate. Per distrazioni del genere si rischia di perdere i propri figli, non solo in Olanda, ma anche in Italia.

    6) La macchina: La cara Elisabetta ha trovato in Olanda una persona molto gentile che si e’ offerta di aiutarla spesso col suo problema di accensione della macchina, e si lamenta sul fatto che la stessa persona l’ha spenta perche’ inquina, aspettandola comunque con le chiavi in mano. In Italia mi pare che questo succeda tutti i giorni. C’e sempre qualcuno disposto a fermarsi per darti una mano d’aiuto, e ti aspetta con le chiavi in mano …… Fosre ho il cervello annebbiato, ma dalle esperienze che ho io dell’Italia, se lasci le chiavi dell’auto appese al cruscotto, magari anche solo per andare a prendere le sigarette, sei fortunato se te la ritrovi. Stai offrendo la possibilita’ ad un potenziale topo d’auto di farsi un giretto “a scrocco”. Ovviamente poi questo te la riparcheggera’ dov’era, lavata e col pieno fatto. .
    Ma no, gli olandesi hanno questo pallino dell’ecologia, e ti spengono la macchina proprio nel momento migliore !!! ma guarda che strani !!!
    Ma vala’ !!!
    (in fatto di cortesia e ospitalita’ penso che gli olandesi siano pure meglio dei sardi. A me capito’ una volta di trovarmi di fronte alla fermata dell’autobus della citta’ dove abitavo, in piena notte, perche’ dovevo andare all’aereoporto. E me ne venne fuori una vecchietta di circa 50 anni che mi disse che a quell’ora autobus non ce n’erano. E mi invito’ a casa a prendere un caffe. Stavo pensando se accettare o meno.
    Sai ai giorni nostri, con tutto quello che succede !! che ne sai che intenzioni poteva avere questa tipa??!! magari voleva stuprarmi !!!???
    Comunque tra un remore e l’altro accettai, ed avemmo una piacevole coversazione. Alla fine scoprii che era un’abituale frequentatrice del ristorante dove lavoravo, e spesso mi dovevo sorbire la sua presenza e i suoi sorrisi accattivanti (secondo me mi voleva trombare, ma sapete, sono sempre stato un tipo timido;
    Infatti, un’altra volta, andando a visitare la casa di un installatore di impianti di riscaldamento, che ne avrebbe dovuto installare uno a casa mia, mi ritrovai la moglie al posto suo,seminuda e con in accappattoio pronta a farsi una doccia,che diceva che il marito non c’era e che non sarebbe tornato che tra un paio d’ore; mi chiese di entrare in casa e mi offri un caffe’. Qualcuno potrebbe giudicare una tipa cosi come una troia, ma non ricordo che tra me e lei sia accaduto qualcosa. Ma il confronto che faccio e’ questo: in una casa italiana una donna, aparte il fatto che molto probabilemte non si fiderebbe di farti entrare, ma poi seminuda? Ste cose in Italia non succedono mai.

    7)Il secchio della spazzatura: Francamente non ho capito cosa sia successo al secchio della spazzatura di Elisabetta: probabilmente qualcuno ci ha vomitato dentro, oppure ci ha pisciato? quello che e’ venuto in mente a me e’ che dentro i fosse qualcosa di avariato, che col sole sia andato in fermentazione facendoci crescere i vermi. Mi e’ capitato di vedere una scena del genere in Germania, in un ristorante di napoletani dove lavoravo. Con questo non voglio dire che i napoletani in genere siano sporchi, ma questi lo erano davvero; a un tedesco potrai dire di tutto ma mai che sia sporco. Ma comunque in Italia e’ raro trovare un cassonetto sporco, e che ci siano animali; al massimo qualche simpatico topolino che assolve al problema dello smaltimento dei rifiuti e che ravvivi la popolazione con spettacoli Live- sigorosamente solo per adulti !

    Vorrei fare una piccola nota sul sistema ecologico olandese (quello che in olandese si chiama “milieu”): In Olanda la distribuzione della mondezza…. OPS, volevo dire, il ritiro della mondezza… viene effettuato in 2 giorni specifici della settimana, che variano da citta’ a citta, a seconda di come lo gestisca il comune di appartenenza. Nelle zone residenziali, dove le case sono tipo villette a schiera, ogni casa ha in dotazione 3 containers diversi (uno per i rifiuti organici e da giardino, uno per la carta e uno per il vetro).
    I containers vanno quindi lasciati fuori solo nei giorni prestabiliti. Ogni casa ha in genere una cantina al pian terreno, adibita ai containers.
    E’ poi vietato lasciare un sacchetto di spazzatura in giro per la strada (questo dove esiste il sistema dei containers; A Amsterdam, nel centro non ci sono, perche’ i fabbricati in genere ospitano piu’ di 2 appartamenti, e quelli agli ultimi piani non hanno cantina) .
    Chi lascia il sacchetto fuori per strada puo’ trovarsi la sgradevole sorpresa di sentirsi bussare alla porta dalla polizia dicendovi che avete lasciato la mondezza in giro, e facendovi la multa -salata- con una paternale dicendo che se tutti facessero cosi la citta’ diventerebbe un rotzoi =una fogna). Voi vi chiederete come fa la polizia a sapere che la mondezza e’ la vostra? Bene’ i containers sono tutti numerati, e i poliziotti, della squadra speciale della MILIEU, apre il sacchetto e cerca documenti della posta, dove appaiano indirizzi e roba simile)
    Attenzione anche ai vicini: i comuni olandesi mettono una taglia sui cittadini zozzoni, incentivandoli a fare la spia, in cambio di uno sconto sulle tasse della nettezza urbana e altri favori !!

    8) IL BOB della serata: In questo caso vi parlo non solo da automobilista, ma da BOB. Cos’e il BOB dunque? Siete in un gruppo di amici che decide di passare la serata in discoteca, magari in un’atra citta’, o in un posto distante da dove si abita, quindi neccessita un mezzo di lcomozione, con cui ci si possa andare in gruppo. Se durante la serata bevono tutti, si rischia che a fine serata non ci sia nessuno in piena lucidita’ che possa accompagnare gli amici brilli, col rischio di non arrivare a casa sani e salvi. Allora gli olandesi hanno srudiato il modo -democratico- di eleggere il BOB della serata (che magari quella sera fara’ pure la figura del pirla,perche’ non deve bere)
    Fatidica domanda del barista o ristoratore : “Wat wil jij van drink ? ” – Risp: “nix, dankje, Ik ben de bob vandaag !! (= Cosa prendi da bere? – Niente, Grazie. Oggi somo io il BOB). A me capitava sempre di fare il BOB,e perche’ ero uno dei pochi del gruppo ad avere un’auto, e perche’ non ho mai abusato degli alcolici. Ma anche a me piaceva bere (infatti, una sera in cui un’amica mi offri’ da bere,ne uscii con questa battuta, in un classcio pub olandese: “Non dovrei bere alcolici, perche’ sto’ guidando. prendo un crodino” e il barista stupefatto -perche’ non sapeva cosa fosse- mi dice che non ne ha. Io gli rispondo: “Beh allora mi dia un Campari !!”
    Quella del BOB e’ una trovata olandese, che dovrebbe essere usata anche in Italia. Ma si dovrebbe iniziare a pensare in olandese,perche’ questo sistema abbia la sua efficcacia. Infatti gli italiani sono in genere gente di cricca, che in mezzo a un gruppo non sanno rinunciare a una birra.
    Consiglio da esperto bevitore e automobilista: le mentine possono coprire qualche odore, se e’ passata almeno un’ora, e se si hanno bevute poche birre, o altri alcolici. ma non servono a niente se hai superato il limite da un pezzo.
    Prima di tutto, come classico, sconsiglio di mischiare gli alcolici (Io riuscivo a bere anche 3 bicchieri di whisky, rimanendo perfettamente lucido, ma ho sempre evitato di bere whisky e birra assieme. Nella mia vita sono stato ubriaco 3 volte contate; per me sono state sufficienti. Mi piace bere, per il gusto di bere, non per quello di fare le gare stupide con gli amici. Penso che a gareggiare su chi sa’ reggere di piu’ gli alcolici si dipostra di essere piu’ stupidi che non altro; e l’esempio e’ quello che qualcuno ha la fortuna di raccontare il giorno dopo, e che invece qualcuno non c’e l’ha piu’. Io sono stato un bevitore e automobilista; Direte che io sia stato piu’ fortunato di altri? no, sono stato solo piu’ cosciente. Essere BOB e’ un caso di coscienza.
    Tornando all’Olanda, ogni mese viene effettuato un controllo automobilistico in tutte le citta’ olandesi, per le condizioni dell’auto (lo chiamano APK controol) e l’alchool test – in due giorni diversi; questo significa che in un mese si ha il rischio di avere piu’ di un controllo.
    Siccome le citta’ per il controllo vengono estratte a sorte, e le si notifica sono poco prima che inizino queste campagne preventive, lo stesso cittadino olandese non sapra’ mai in quale citta’ verra’ effettuato quel giorno,si trovera’ un controllo all’improviso. In Italia invece vige(non so se ancora o se l’hanno vietato dalla legge) il sistema di avvisare gli automobilisti della carreggiata opposta sulla presenza di un controllo della polizia o di un autovelox. Se lo fai in Olanda la multa te la becchi di sicuro,e anche salata.

    9)I fiori della vicina: Bisogna sapere che i fiori in Olanda sono sacri, come in gatti siamesi in Siam, IL bue in Egitto. In America la gente sta attenta a non calpestare qualche bilgietto dal caratteristico colore verde, anche loro tengono molto all’ecologia; In Italia si fa attenzione alle cacche perche’ portano fortuna; quindi magari la signora olandese ha esagerato coi suoi fiori.. mahhh – no comment sul commento di Elisabetta.

    10) Sui parcheggi: molti italiani, se non tutti, in Italia non hanno nessun rispetto delle norme di circolazione e parcheggiano in 2 o 3 fila; e se vanno in un altro paese si lamentano che non sia come in Italia.
    Chi ha capito la mentalita’ olandese e’ perche’ ha capito una cosa: a differenza dei tedeschi che sono puntigliosi e rompipalle, gli olandesi sono disciplinati e meticolosi – precisi. E’ una questione di rispetto reciproco. La signora Elisabetta dice che nella zona in cui abita c’e tanta abbondanza di parcheggi. e per questo si sente autorizzata a parcheggiare la sua auto occupando quattro spiazzi. Ma Elisabetta e’ fortunata a vivere in una zona dove il parcheggio e’ gratis; in molte citta’ olandesi i parcheggi sono pochi e costano, e spesso a me capitava di dover aspettare anche piu’ di mezz’ora per trovarne uno a pagamento, certo non sotto la mia finestra di casa. Mi pare che invece in Italia non vi sia alcun problema di parcheggio.
    Penso al famoso proverbio, che l’erba del vicino sempre la piu’ verde…

    Ho parlato gia’ sull’Olanda nel mio sito, santinopani.com/blogitalia/olanda/

  255. Fabrizio Casapietra Scrive:

    Ho letto il pezzo sui parcheggi olandesi, e sugli italiani: è spaventoso, disumano, crudele…addirittura razzista…perché il razzismo non è solo quello contro gli immigrati, ma anche quello contro i poveri, definiti, per la loro povertà, pidocchiosi tutti…siamo alle guerre borghesi contro il popolo che ci può portar via, per nutrirsi, un braccialetto d’oro su dieci..ma se l’Olanda o l’Inghilterra rende così, folle e spietata, certa gente, ma cosa ci va a fare? Dove li vede, questa, gli italiani con due macchine per andare a prendere il giornale (ma lo legge quello degli ultimi trent’anni?), quando la crisi provocata dai borghesi, sopratutto dall’alta’ borghesia illimitatamente avida, sta AFFAMANDO milioni di italiani, o li sta rendendo senza tetto? Con un lavoro tutto precarizzato dalla borghesia truffaldina, in un paese che è l’unico a non avere sussidi di disoccupazione? Ma ce l’ha un cuore, questa ‘persona’? Un pezzetto scampato alla più cieca barbarie? “Chi non ha misericordia, non riceverà misericordia’, dice il Vangelo: e legga almeno un libro di storia non da revisionismo nazista, per capire chi sono i pidocchi, dai faraoni in poi, ma da persone normali che fanno il loro lavoro…almeno le insegnino che ogni cosa ha una causa, come dice anche il buddhismo mahayana: e quindi, se l’italiano si sfoga un pò in automobile, nelle circostanze critiche, è perché gli stanno togliendo casa, famiglia, diritti amoroso-sessuali che nei vostri posti avete ancora alla stragrande, fin troppo, tra stipendi, redditi e sussidi troppo alti, per la solidarietà internazionalista che state dimostrando, già da discorsi diultradestra senza fattualità e psicologia elementare.. e tutti i danni coperti dall’ipocrisia che fa il menefreghismo (dei ‘benestanti’, ‘ricchi’ sul serio, che hanno votato ameron, Falchi del Nord…etc..non fa che danni colossali che altro che pidocchi, che almeno riducono il male ad un pò di pruruto…ragionate controcorrente, contro i luoghi comuni, su quello che dite…una volta era questo, pensare, da Socrate… Guarda un pò se gli stessi giovani inglesi e olandesi e francesi attuali, tutti presi dal loro mito del computer, del loro consumismo lauto (e si legga le statistiche sui salari italiani, insensibile mendace, sono all’ultimo posto prima solo della Grecia!!), alla loro isoletta di benessere (prima o poi eroso anche quello) nazionalistico-individualistico, fanno manifestazioni internazionaliste in massa per il diritto alla piena occupazione, come era nei progetti degli atéliers nationaux, mandati in fumo dalle cosche borghesi…quelle sono peggiori dei pidocchi, perché impediscon ai deboli, ai poverissimi, ai precari , ai disoccupati, di vivere la vita come degli ESSER UMANI, altro che il VOSTRO futile sovrasuperfluo resistente, non per molto, tuttora, fra il silenzio colpevole solo interessato al ‘proprio paese-vicinato nordico’, e al debito pubblico': e questa è superiorità morale? Intellettuale? Culturale? Basta la soddisfazione del benessere a cambiare le coscienze, a renderle INTERNAZIONALISTE, ANCHE PER IL SUDEUROPA, ANCHE PER IL TERZO MONDO, che soffre e muore anche a cusa dei vostri bei padroni e falchi borghesi? non è questo anche, assassinio e inciviltà?, Perché il 50 per cento degli italiani, ormai, praticamente, non ha lavoro, posto fisso, casa, indipendenza, vita amoroso-sessuale se non in immagine e a prostitute e autoerotismo, o inorridimenti repugnanti…..per motivi solo ‘sentimentalmente’ economici coperti solo dall’ipocrisia dei pidocchi…cioè la porchesia arraffatutto, che non si accontenta mai di niente, per dei semplici pezzi dei carta con una cifra sopra, piùà brutti di una foto porno…e poi fanno i moralisti per le stupidaggini, e scrivono che il problema è la ‘mancanza di rispetto…ma chi dovrebbe rispettare, senza mentire, gente che dice che non si può mai fare niente tranne pagare i debiti per chi ha già troppo (mentre l’Europa, se fosse, come deve essere, cristiana e basata sul principio di sussidiarietà, dovrebbe preporre per dovere cristiano gli aiuti al legalismo, perché Cristo era contro i farisei legalisti, e disse: ‘Non l’uomo è fatto per il sabato, ma il sabato per l’uomo’): e dire che hanno creato piena occpuazione, con tricchi mille volte meno ricchi dei vostri, a Cuba, nel periodo bolscevico anche prima di Stalin, e nei kibbutz, in un mondo contadino poverissimo, che si sognava i vostri mezzi tecnologici ultraproduttivi per il lavoro e le comodità e la produzione finanziaria (il plusvalore rubato ai lavoratori della materia e delle idee in tutto il mondo, e ai disoccupati che magari lavorano gratis con interessi, computer e letture per mantenere le baggianate dei ricchi e superricchi…quelli sono pidocchi, altro che rispetto, pidocchi che sono ancora più colpevoli dei pidocchi anche perché hanno, o dovrebbero avere, un cervello e un cuore molto più sviluppati, per capire che il mondo non è solo proprietà di un uno per cento.i…e che pensano a spenderli per le spese militari, la Tav (appoggiata da Hollande, il ‘socialista’), gli oggetti più frivoli per instupidire di shopping ancora più gli stupidi, e chi si dà loro per denaro e finge di farlo per amore…
    ” I farisei entreranno nel regno dei Cieli dopo prostitute e pubblicani…”

  256. santinopani Scrive:

    @fabrizio Casapietra:

    Ciao, guarda che le considerazioni sopra sono mie, non di quella Elisabetta, giusto per precisare. Non vorrei creare fraintesi. I miei commenti, volutamente cinici, forse un po’ troppo enfatizzati, o fors’anche pure alleggeriti, sono puramente provocatori. E’ vero che in Italia ci sono tanti problemi, ma e’ ance vero che ci sono tanti italiani che si nascondono dietro di essi, ingigantendo problemi piccoli che potrebbero invece essere risolti in modo molto sempice, con un po’ di onesta’.
    Non ho ancora letto tutto il tuo ultimo commento, ma lo faro’ appena ho 5 minuti di tempo; ho letto i tuoi altri articoli, e li trovo abbastanza interessanti. Ciao. buona biornata

  257. roberto Scrive:

    Ciao!
    Sono un italiano, ma oramai stufo di vivere e sopravivere in un sistema efficacemente corrotto e improntato sui soldi.
    Forse in Olanda saranno molto più fiscali rispetto a questo paese di persone perbene, ma almeno se si sgarra si sa cosa va in contro, mentre qui in Italia è un punto di domanda e per ogni iniziativa ci rimette sempre la persona più onesta.
    Quindi viva Olanda e i suoi problemi perchè credetemi qui in Italia ti rubano la bicicletta anche in casa…
    Un saluto a tutti, Roberto

  258. ANDREA Scrive:

    Buongiorno a tutti

    solo due righe per chiedere al più esperto di voi qual’è la strada più consigliata per aprire un’attività commerciale in Olanda

    Saluti
    Andrea

  259. luca Scrive:

    il problema è la lingua, altrimenti quasi tutti saremmo andati via dall italia, qualsiasi altro paese moderno è meglio dell italia

  260. PATRIZIA e Gianfranco Scrive:

    Ragazzi,esiste qualcuno che abbia modo e voglia di aiutare una giovane famiglia italiana,con un bambino. Siamo in seria difficoltà!!!

    Non abbiamo bisogno nè di soldi,nè di casa…per quello provvederemo da noi,è ovvio!!

    Cerchiamo solo qualcuno che ci possa guidare alla ricerca di un lavoro o ancor meglio che ci assuma!! Siamo disponibli a fare ogni genere di lavoro.

    Io sono un ottima cuoca e mio marito è un saldatore,meccanico industriale ed escavatorista!

    io parlo un discreto inglese,piu’ scritto che orale,mio marito invece è elementare.

    Cercheremo d’imparare in fretta ed abbiamo tanto spirito di sacrificio. (Ci stiamo gia’ sacrificando da qualche anno senza aspettative,figuriamoci se ci creassimo problemi a sacrificarci per una vita migliore!!! )

    Un po’ di pura solidarietà tra connazionali sarebbe l’ideale,vediamo di muoverci in questo senso….perchè qui,non si puo’ piu’ andare avanti.

    Detto ciò,m impegno in prima persona a ricambiare la cortesia,sia con un i connazionali che ci aiuteranno,sia una volta sul posto ad aiutare altra gente italiana in difficoltà. Vediamo di formare una catena e di aiutarci seriamente tra noi!!!

    Speriamo bene,

    Patrizia e Gianfranco

  261. Guidaolanda Scrive:

    Ciao prova a chiedere al gruppo su facebook italiani in Olanda

  262. fantasma Scrive:

    rispondo a luca il problema non e solo la lingua, il problema piu grosso e che in olanda nn ce piu lavoro,poi ti cito altri problemi che gli olandesi non tollerano piu gli stranieri (e non e che non abbiano le loro ragioni) e finita la festa te lo dice uno che qua ci abita e ci lavora ma sa anche che se perdera questo lavoro sara difficile trovarne uno nuovo.
    saluti.

  263. Andrea Damiani Scrive:

    Ciao Fantasma

    ritieni che sia anche difficile aprire un’attività?

    Andrea

  264. fantasma Scrive:

    qua caro andrea e tutto piu complicato e meno male che qualcuno diceva che in germania era tutto piu difficile!!!!!!!!!!!!!!!!!! questo e un popolo di fetenti e fidati all inizio anche io credevo che fossero meglio di tedeschi e belgi ma non e cosi molto piu facile aprire un attivita in questi due paesi che ti ho citato,qua ti ripeto sta diventando un casino nn e piu il paradiso terrestre sino ai primi anni 90.

  265. Viking Scrive:

    fantansma sembra il classico italiano che incomincia a sparare M%{à@ sul posto/società in cui si trova quando le cose incominciano ad andare meno bene. il classico italiano scontento di qualsiasi cosa a prescindere. Prendi l’aereo a schiphol e torna nel bel paese se non ti sta più bene l’Olanda, chissà cosa scriverai dopo qualche tempo nei blog degli olandesi in italia (non esiste nei termini che leggo in questa discussione, chissà perché).
    …”popolo fetente”…. ma parli degli italiani?? Mah
    La situazione sarà peggiorata, ma non credo che si raggiungerà mai i livelli del “popolo fetente” ,nel senso di truffaldino e dalla legalità borde line, per antonomasia che è l’Italia.

  266. Viking Scrive:

    Per Patrizia e Gianfranco,
    se mai riuscirete ad andare all’estero è un consiglio quello di evitare l’aiuto dei connazionale che nelle maggior parte dei casi si risolve con truffe. Evita gli italiani per quanto possibile, soprattutto quando si fanno avanti per darti aiuto. Fai delle ricerche su internet in tal senso e scoprirai purtroppo le decine di truffe che girano, un esempio : http://informatico-migratore.blogspot.it/2011/01/londra-non-cercate-casa-e-lavoro.html
    Chiedo scusa all’amministratore per il link a sito esterno, ma vorrei evitare ulteriori problemi a persone che ne hanno già.

  267. Piero Scrive:

    Cavolo..! wow….! sapere che qualcuno ha preso il mio posto a castigare la gente ,mi fa commuovere…Ehi Fra,mi chiedo a volte se chi esprime la propria opinione è come dire un truffaldino ( forse non è il termine esatto eheheheehe )
    Ad ogni modo,io in olanda non ci vivo,ma è dal ’97-2011 che ci sono andato e devo dire che per quel che ho visto e sentito,fantasma non ha tutti i torti..la pacchia è finita x tutti,e in Europa con la crisi che c’è non è da meno neanche l’Olanda e x gli stranieri non è facile trovare lavoro…Resta il fatto che per quanto sia difficile ,Germania,Belgio ,Olanda sono decisamente meglio del nostro BEl paese…Noi siamo strafatti di raccomandati,tasse e persone che ci governano che non fanno altro che predicare bene,ma ruzzolano male…
    Detto questo,molti di noi Italiani all’estero,non si sono fatti volere bene e questo non gioca certo a nostro favore..
    Aprire un’impresa adesso ,è difficile e i rischi sono troppo alti..ma sono dell’idea che con un po’ di buona volontà e adattamento,il lavoro si trova anche qui da noi…forse precario,ma si trova…
    Un saluto a tutti…ciao Francesco…

  268. toto a colori Scrive:

    Rispondo a viking sicuramente fantasma non dice poi tutte queste fe serie come dici tu anzi anche io per essere onesto la penso allo stesso modo,anche scrivere se non ti piacciono i paesi bassi prendi il primo aereo e torna a casa non mi sembra corretto siamo nel 2012 e ognuno e libero di pensarla come vuole il punto e che gli olandesi come scrive fantasma non e che siano un popolo di fetenti ma si sa dopo la morte di pim fortuyn e Theo van hoogh le cose qua sono molto cambiate e qua mi schierò dalla parte nederlanse dalla serie la troppa tolleranza a messo in ginocchio questa nazione,dalla serie qua ognuno e venuto e fatto i propri porci comodi suoi in primis i nostri connazionali che se te la possono mettere di dietro non ci pensano due volte,adesso tocca a Marocco e islam in generale che hanno scambiato Olanda per un paese islamico chiaro che poi come scrive fantasma nei post precedenti gli olandesi siano dei fetenti ma la stessa cosa succede anche a Padova Vicenza Verona nei confronti di questa gente comunque dalla serie mai generalizzare anche se wilders ultimamente ha ragione quando dice qua siamo in Olanda non siamo in mefiotiente dalla serie se non mi costruisci la moschea ti faccio casino oppure cercare di far chiudere il ed light ad Amsterdam ma quando mai ma scherziamo.

  269. loredanasimioli Scrive:

    http://www.youtube.com/watch?v=LzNbwEoBHfQ&feature=share

  270. loredanasimioli Scrive:

    sera!…anzi notte!e’ uscito nelle sale olandesi questo film!buona settimana a tutti!a presto!

  271. vale e max Scrive:

    Ciao a tutti io e mio marito con il nostro piccolo, avevamo intenzione di andare a vivere in olanda nei pressi di Assen,in verita’ siamo noi 3 insieme ad un’altra coppia di amici anche loro con una bimba, lo so’ che ora lì ci vedranno con uno senso di ODIO. noi vogliamo solo lavorare è andare via dall’italia cosa mi consigliate vi prego…DATEMI BUONE NOTIZIE SIAMO DISPERATI..GRAZIE 1000

  272. Marco Scrive:

    Salve a tutti Voi,

    avrei da sottoporre delle domande a chi vive da anni nei Paesi Bassi e ne sà molto più di me…ovviamente !!…

    1) se una persona (cittadina/o olandese che vive in Germania) è proprietaria di un piccolo appartamentino affittato regolarmente a terzi in Olanda,potrebbe in futuro riprenderne possesso ? Con quali validi motivi e relative procedure e tempi?

    2)Quando un legale olandese non si dovesse comportare bene nei vostri riguardi a quali istituzioni o legale sarebbe bene rivolgersi senza correre il rischio di perdere tutti i vostri risparmi per pagare i loro onorari?

    3)Si può cambiare in olanda un commercialista o consulente finanziario (per dichiarazione dei redditi) ??
    C’è bisogno di qualche preavviso di qualche mese?

    Le eventuali gentili risposte le prenderò solo come d’ausilio ed orientative a mie eventuali decisioni future

  273. Marco Scrive:

    Ho letto tutti i vostri interventi trovando in particolar modo quello del nick o Signor Santinoopani molto reale ed appropriato.

    Le chiavi lasciate nel quadro dell’automobile, potrebbe essere una banale ma seria dimenticanza, legalmente perseguibile, specie se vi beccassero “scasualmente” le forze dell’ordine.

    Scusatemi se al mio messaggio precedende non ho aggiunto i miei più cordiali saluti …. vado sempre dannatamente di fretta !!….. ciao !!!

  274. MaX Scrive:

    Qualcuno talvolta ci consiglia che per vivere in un altro paese e per integrarsi al meglio, bisognerebbe inchinarsi a novanta gradi ed accontentarsi di quello che ci passerebbe il convento.
    Inoltre non fidarsi dei consigli degli altri connazionali poichè son sempre lì pronti a fregarti…eccetera ed eccetera andando avanti di questo passo.
    In poche parole dimenticatevi di chi siete e da dove venite e globatizzatevi in degli esseri senz’anima o degli autentici robot poichè in certi paesi è proprio questo che da voi sarà preteso in cambio della vostra squallida e “tollerata” sopravvivenza da idioti da micro appartamento periferico da criceto.
    La solitudine e l’emarginazione specie
    per i maschietti, in genere dovranno sopportarla dopo i primi cinque o sei anni e non sarà il solito sciapo gruppetto “tappa buchi” di pseudo amici semisfigati che conoscerete lungo il vostro percorso che vi salverà il cùlo.
    Personalmente ammetto di aver sopportato e sofferto di più per la mancanza di un partner fisso e duraturo con cui poter condividere gioie e dolori che per altre ragioni.
    Mi ero quasi esaurito ed arrivato persino ad un punto tale che dopo il lavoro mi davo da fare a cercare in A’dam qualche turistista italiano solo per offrirgli da bere e scambiare con lui o con loro due chiacchere….o altrimenti in casi estremi (purtroppo) cercavo un pseudo-conforto psicologico presso qualche prostituta…cos’altro potevo fare ?
    Perfortuna arrivò quel giorno in cui mi decisi di mollare tutto e di cambiare definitivamente aria…
    Oggi a distanza di tempo mi sono reso conto che per quella mia inattesa solitudine stavo veramente sfiorando la follia !
    Al contrario di molti ho preferito (forse sbagliando) restare sempre me stesso e mandare all’occorrenza al diavolo e senza tanti complimenti chi subdolamente e vigliaccamente cercava di offendere la mia persona e la mia provenienza.
    Potrei umilmente raccontarvi di moltissimi aneddoti che ho vissuto in prima persona in quasi dieci anni in quei luoghi ma preferisco veramente lasciar perdere evitando così di innestare i soliti assurdi e sterili contraddittori.
    Posso sicuramte convenire,che ognuno di noi è fatto in un modo diverso e con alle spalle un background culturale-socio-familiare di diverso spessore e di conseguenza tutto ciò poi si rifletterà ovunque egli vorrà stabilirsi.
    Quindi dire o consigliare di fare o non fare a terzi,secondo me è presso chè indicativo ma non sacrosanto.
    Al giorno d’oggi vivo serenamente e con pochissimi rimpianti in un altro paese estero dove senza tante pretese sono riuscito a crearmi una nuova esistenza e d una famiglia e dove finalmente posso trascorrere la mia vita in misura più armonica ed in forma meno meccanicistica…..ed infine se volessi, potrei persino parcheggiare per un minuto fuori tempo massimo la mia autovettura, senza incorrere di certo nel rischio di essere condannato alla ganascia gialla insieme al mio portafogli.
    A proposito ora viaggio in mercedes e quella stramaledetta bici olandese quando lasciai i Paesi Bassi la regalai con immenso piacere ad un esiliato afgano.
    Un sincero saluto a tutti da MaX

  275. maria cristina giongo Scrive:

    Caro Max,

    il tuo commento è giusto e sincero. Come ho sempre detto anch’ io non esiste il Paese perfetto dove vivere. Anche quello dove ci potrebbe essere il sole 12 mesi all’ anno.

    Io vivo in Olanda da 31 anni e le sensazioni che hai provato tu le ho “vissute” anch’ io. E superate perchè avevo un marito olandese; e poi sono venuti due figli per cui ora non tornerei più al mio Paese, in quanto la ” mia famiglia” oramai è in Olanda.

    A questo punto, DOVENDO adattarmi ho cercato di portare il sole che era dentro di me anche fuori di me. Ho cominciato a dare lezioni d’ italiano e poi mi sono fatta anche tanti amici fra i miei allievi olandesi. Poi ho imparato da loro ad essere più ” dura”, meno credulona, più organizzata. Mi ha fatto molto bene, credimi.

    Prima servivo il mio marito olandese come una..schiava! Se mi chiedeva una birra correvo a prenderla, come faceva mia madre con mio padre. Poi ho sentito una mia amica olandese rispondere al marito che faceva la stessa domanda…” vattela a prendere da solo” e ho capito che forse è stata la nostra cultura ad abituarci a fare e sopportare tante cose che forse sono dannose per noi stessi.

    Insomma, dagli olandesi ho imparato anche l’ indipendenza. Per il resto sono stata più fortunata di te in quanto, appunto, non ero sola. E vuol dire molto un compagno che ti aiuta a superare le prime difficoltà e ha capire che cosa accettare ( e perchè) di una data cultura e che cosa rifiutare.

    Cari saluti e buona giornata,

    Cristina

  276. dveg Scrive:

    Buongiorno a tutti
    sto per trasferirmi in Olanda per lavoro e volevo qualche info sul sistema sanitario. Per esempio, le medicine costano care? Soffro di una leggera malattia cronica per la quale devo comunque prendere medicinali e volevo sapere come funziona. Ringrazio in anticipo per i vostri commenti!

  277. Ninni Scrive:

    Salve a tutti, vorrei spiegare in breve che cosa mi ha portato a leggere questo blog,

    Sono rietrato per una vacanza (breve) a dei parenti a Enschede e ho trovato l’Olanda un bellissimo paese.
    In casa c’è un piccolo di 9 anni e noi abbiamo rispettivamente 33 e 32 anni, in italia attualmente abbiamo un edicola che stiamo per ingrandire con altri servizi, ma ci siamo innamorati dell’Olanda e vedendo i figli di connazionali che parlano 3-4 lingue, case bellissime a poco costo (per esempio una singola 175 mila in Olanda che in Italia costerebbe 400 mila come minimo), strade ordinate, gente ospitale e cordiale, mentalità sicuramente più aperta, poca delinquenza rispetto al nostro paese, gasolio più basso.
    Dopo aver visto queste cose il mio pensiero è: “è tutto vero?”
    Avremmo intenzione di trasferirci ad Enschede o altro per dare la possibilità di realizzarsi i ragazzi (desideriamo un’altro figlio) e qui in Italia non credo che abbiano molte opportunità, magari aprire un punto di ristorazione italiano per mantere 2 famiglie, secondo voi è possibile?
    Potrei realizzare questo sogno?
    Tengo a precisare che l’attività che abbiamo in Italia la daremo in gestione permettendoci così un fisso sicuro.
    Secondo voi è possibile aprire un locale di gastronomia tipico italiano-sardo e nel caso di quanto badget dovremmo disporre per iniziare?

  278. annie Scrive:

    Cara Signorina,

    Io invece vivo da 35 anni in Toscana, in Italia, e ancora non mi sono abbituata
    agli Italiani indiciplinati, che è un popolo che non piace a rispettare le leggi.
    Forse sarebbe meglio che lei ritorni in Italia cosi puo’ continuare a vivvere al Italiano e non rispettare le regole del codice della strada e tutto il resto.
    Le bici rubate ho una vallanga nel magazzino del mio comune!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Arrivederci da una Olandes.

  279. maybe future expat Scrive:

    @annie,
    sono fondamentalmente d’accordo con la tua visione degli italiani, ed è un italiano che te lo dice. Io non sono Toscano ma questa regione la vivo dicamo a metà perchè è dove vive la mia compagna, sono di Roma, e da romano penso dei toscani siano molto più civili del cittadino tipico della mia città, non oso immaginare cosa penserebbe degli italiani se vivesse a Roma o ancora più giù.
    Comunque non molti italiani le daranno ragione perchè in questa società italiana che segue altre regole e non quelle della vita civile ci vivono bene (almeno pensano di farlo) e sono parte di essa.

  280. Nicola Scrive:

    @annie
    Cara annie,
    mi dispiace che tu prova rancore verso tutti gli italiani, sicuramente avrai le tue ragioni, a differenza di come tu dici, non tutti gli italiani sono come dici tu, io non rubo, e non infrango le regole, specialmente quelle che servono per vivere in società, nel rispetto degli altri……. fancamente non mi dai l’impressione che mi danno gli olandesi in olanda, disponibili e cordiali….. forse in italia ti troverai a tuo agio, o forse ti sei ambientata bene.

  281. Stefano Scrive:

    Ciao Ragazzi,

    probabilmente verso la fine di Febbraio verrò a vivere a Rotterdam, nonostante abbia un contrato a tempo inderteminato non riesco a vedere prospettive di crescita è credo che a 29 anni uno debba ancora cercare di mettersi in gioco.

    Io lavoro ed ho sempre lavorato nel settore Oil&gas, però le società italiane non danno nè stimoli nè opportunità ed ora vorrei venire in Olanda per conoscere meglio l’inglese e l’olandese.

    Comunque parlando di cose serie, avete un sito oppure dei contatti per qualce appartamento o stanza a Rotterdam?

    Se poii conoscete qualcuno a cui interessa un disegnatore oppure progettista piping io ci sono ma per iniziare mi và bene anche lo scaricatore di porto!!!

    Ciao e grazie mille

    Buonagiornata

  282. Fabrizio Casapietra Scrive:

    Credo che sia una cosa ottima cercare di capire più nel profondo il significato del dettaglio, come fa Santinopane, inserendolo in una forma di comprensione più ampia delle sue finalità sociali, che spesso dipendono da vari punti di vista…credo che l’italiano abbia una mentalità spesso rigida, che tende troppo a dar ragione a se stesso, e torto al modo di vivere e comportarsi diverso dal suo…Personalmente, però, crederei generosità, e non troia, l’averlo invitato a casa sua in accappatoio, e l’avrei soddisfatta con riconoscenza disinibita da falsi tabù e pregiudizi monogami: credo che il classico binomio dualistico reazionario santa o puttana, visto che santità è il donare l’essere più importante, è questo, corporalmente, è il corpo sessualizzante-espansivo, sia prova di arretratezza conservatrice retriva (combinazione, i paesi e i partiti che distruggono di più i diritti sociali, in primis l’Italia, la Spagna, la Colombia, la chiesa, sono monogami, sessuofobi e sessuomani per la libido ingorgata dalla fame-si legga Wilhelm Reich!)…Per cui, viva la grande Olanda, soprattutto per le sue sante poligame chiamate ‘troie’!!!

  283. Ilaria Scrive:

    Mi trasferirò in Olanda a breve (Enschede) per un anno e mezzo.
    Fino a Giugno avrò un appartamento indipendente a 700 euro spese ed internet inclusi. Vi sarei molto grata se qualcuno di voi sapesse darmi qualche informazione di carattere pratico:
    1. Se si trovano agevolmente soluzioni abitative più economiche
    2. Se esistono siti di compra-vendita di arredi usati a buon prezzo nel caso in cui trovi un appartamento più economico non arredato
    3. Se si va in bici anche in inverno o se è troppo freddo
    4. Se devo portarmi coperte molto pesanti per la notte o se gli interni sono ben riscaldati poichè da una recente esperienza Norvegese mi son resa conto che non riuscirei mai a dormire con una delle coperte canoniche che uso in Italia perchè sarebbero troppo calde!

    Ringrazio moltissimo chi vorrà aiutarmi

  284. Jesseey Scrive:

    Cari tutti, pensateci due volte prima di venire in Olanda..soprattutto se vi viene offerto un lavoro tramite agenzia..
    Statevene in Italia che è meglio!!

  285. fantasma Scrive:

    si sta molto meglio nel vlaams in belgio poi Antwerpen e stupenda a me personalmente l’olanda nn dice niente come nn dice niente Amsterdam capitale dei divertimenti ma dove qualuno nn e mai stato ad Amburgo altro che Amsterdam!!!!!!!!!! comunque un anno ad Utrecht un postaccio una citta niosa come alla fine tutta l’olanda meglio le fiandre genk,bruges,antwerpen.
    comunque concordo con quello che sccrive jesseey confermo!!!!!!!!!!

  286. renato Scrive:

    Ciao, Mi chiamo Renato e vorrei provare ad immigrare in Olanda. Dopo una esperienza meravigliosa in Canada dove ho conosciuto un paeso stupendamente organizzato ma ormai chiuso all’immigrazione per una persona della mia eta’ (52 anni). Ho l’intenzione di passare un paio di settimane a Rotterdam per ottenere il Burger service number ed aprire un conto in banca. A questo proposito avrei un paio di domande. Pensi che sue settimane bastino per avere il numero? Posso ottenerlo in qualsiasi citta’ ed e’ valido per tutta l’Olanda? Hai qualche consiglio di come cercare una stanza per un paio di mesi visto che ho intenzione di fare una ricerca del lavoro piu’ ottimale durante la prossima estate?
    Accetto qualsiasi aiuto per un iniziale ambientamento . Vorrei provare Rotterdam perche’ ho molta esperienza lavorativa nel campo marittimo
    Ti ringrazio. All the best Renato

  287. marta Scrive:

    ciao,mi chiamo marta e vivo da 4 mesi a parigi mi piacerebbe trasferirmi in olanda ma chiaramente dopo la mia esperienza qui a parigi (vivo in 9 metri quadrati e spendo 500 euro al mese)350 o 400 euro per una stanza nn mi sembrano eccessivi ma cmq vorrei chiedervi se ora come ora il lavoro nel campo della ristorazione cè???io sono uno chef de rang (sala) e nn parlo benissimo inglese,vorrei sapere se ci sono alcuni siti dove poter mandare dei curriculum,qui a parigi cè l’empoil per esempio. Grazie dells disponibilità :D

  288. Fede Scrive:

    Sono una Olandese che vive in Italia da più di 22 anni ma se potessi tornare indietro….. Certo, l’Italia è bella e si mangia bene ma per me finisce qui. Evito di condividere le mie perplessità vissute fino ad oggi. L’Olanda non è un paradiso e gli Olandesi non sono perfetti ma l’apertura mentale del popolo Olandese è più ampia rispetto a quella di molti Italiani. È un parere condiviso da molti dei nostri amici e parenti Italiani. Un esempio ve lo devo però dire….Mentre qui le aziende assumono solo giovani con ‘tanta esperienza’, laureati con 110 e lode (e raccomandati) e se non bastasse spesso con un contratto del cavolo sempre se di un contratto lo si possa parlare. Perlomeno in Olanda chiedono una laurea (senza tutta la predica) o un’esperienza equivalente perché giustamente, una persona anche non laureata, potrebbe (senza il magari)…avere più esperienze lavorative che un neo laureato o sbaglio? Io mi trovo a lavorare con persone laureate (in lingue) e mi chiedo fino ad oggi “Ma dove ti sei laureata”? Ovviamente non posso dire nulla ahimè (!) perché sono tutte superlaureate e io sono quella diplomata e guai a te se gliele dici. Peccato che quella che deve fare le traduzioni ufficiali per il capo è sempre …..

    Ma nonostante tutto ho imparato tante cose come per esempio la vostra bellissima ma complessa lingua. Si, amo la lingua Italiana e amo tutti i dialetti di questo paese. Si si, mi sun de Milan! :))

    Un figlio partirà per l’Olanda quest’anno e la nostra figlia che è ancora piccola, prima o poi seguirà le orme del fratello. Mio marito che è Italiano ne è molto contento perché è dell’idea che devono farsi le esperienze all’estero (poteva essere anche un’altra nazione).

    Comunque spero che non lo prendiate come offesa. Devo diffendere un pò la mia nazione o no? Dopo aver letto così tante cose negative in questo blog ho pensato di dare il mio parere….da Olandese che vive in Italia.

    Veel succes in Nederland!

  289. fantasma Scrive:

    l’apertura mentale del popolo olandese????? chiedono una laurea senza una predica ma dove?????????premetto che non sono laureato mah io conosco tanta gente laureata che in olanda ha avuto tanti problemi per ritornare alla mentlita aperta per lo meno io vedo gli olandesi peggio dei tedeschi veda lei signora poi se qualcuno paragaona amsterdam con l’olanda e un altro paio di maniche una mentalita molto aperta in olanda specialmente nel nord in frisia oppure nella zona del twent l’ignoranza si taglia a fette senza parlare di utrecht sono stato in olanda e me ne sono scappato ad anversa dove si sta molto meglio poi lei parla di raccomandazioni in italia perche in olanda non esistono le raccomandazioni nell’azienda dove lavoravo io con un diploma e con le stesse mansioni che avevo sia in italia e in germania venivo trattato come uno schiavo a cospetto di olandesi che non sapevano fare niente mi viene da ridere anche quando dicono che gli olandesi sono un popolo che si integra con tutti mai avuto un’amico olandese tanto per loro un italiano e come un marocchino invece qua ad anversa ho conosciuto tanta gente belga signora prima di parlare male dell’italia e degli italiani si sciacqui la bocca tutto il mondo e paese

  290. Fede Scrive:

    Mi dispiace che la pensa così. Comunque mi dispiace che lei non abbia mai avuto un amico Olandese e mi chiedo anche perché ha voluto trasferirsi in Olanda? In quanto tempo ha imparato a parlare l’Olandese? Le chiedo questo perché prima di esprimersi nel modo come ha fatto lei bisogna per prima cosa integrarsi bene. È vero, in Olanda sono cambiate molte cose e da un pò di tempo c’è molto meno tolleranza verso i stranieri ma se ha vissuto li mi saprà dire anche la risposta. Ho tanti amici Italiani in Olanda ed ho tanti carissimi amici Italiani che sono andati in Olanda per viverci. Non ho mai sentito lamentare qualcuno se non per il clima (logico). Nemmeno per il cibo si sono mai lamentati perchè è inutile e che senso avrebbe? Il cibo Italiano è uno dei migliori, lo sappiamo tutti!

    Ma prima di concludere, volevo sottolineare che non parlo male degli Italiani ma credo possa raccontare liberamente delle mie esperienze anche negative da quando vivo in Italia. Che lei mi dica di sciacquarmi la bocca lo trovo davvero incredibile ma anche qui….pazienza.

    Devo però farle notare che se lei ha trovato tanta gente Belga in Anversa….sarà perchè l’Anversa si trova in Belgio?

    Buona giornata.

  291. Stefano Scrive:

    Ciao,

    mi sono appena trafserito a Rotterdam per lavoro e mi piacerebbe cominciare a conoscere qualcuno!!!

    Se vi và di fare due chiacchere davanti ad un caffè mi farebbe molto piacere!!

    Ciao e buonagiornata.

  292. viking Scrive:

    Fantasma applica il classico schema all’italiana, spara cacca più possibile sugli altri per far sembrare meno cacca quella che ha in casa.
    Atteggiamento patetico e tipico (ma non è prerogativa) italiano.
    Basta lasciarlo sbraitare e dare il giusto peso a quello che dice.

  293. viking Scrive:

    Ovviamente ti confermi per quello che sei, non ho offeso nessuno con i miei interventi al contrario di te, mi sono riferito ad un atteggiamento patetico non ho detto che tu sei un patetico, ma forse non hai afferrato la differenza, probabilmente sei qualcosa di peggio.
    Sono incerto se chiedere all’amministratore i tuoi dati di collegamento per una denuncia, ma tant’è.
    Pare strano che lei si trova bene in paesi civili con un atteggiamento del genero, o pure lo usa soltanto su internet e il suo anonimato per sfogarsi.
    Vada a fare terapia altrove.

  294. luigi Scrive:

    mah diciamo che fantasma esagera un po’ ma mi sa che non e l’unico che ha lavorato in olanda che lo fa,io ho lavorato per tanti anni in quel di gronningen e per essere onesto non mi sono mai trovato adesso sto a manchester dove mi trovo molto meglio sia come vita che come paga!!!!!!!! nulla esclude che il signor fantasma dovrebbe moderare i termini ma parlare di denuncie ecc mi viene solo da ridere,anche tu carissimo viking ti dovresti dare una bella regolata scrivendo, spara cacca più possibile sugli altri per far sembrare meno cacca quella che ha in casa non mi sembra molto corretto magari questo fantaman fantasma si e espresso un po maluccio ma siamo in democrazia e ogn’uno la puo pensare come vuole ovviamente in toni garbati adesso buona domenica e andate in pace :)

  295. viking Scrive:

    Caro Luigi prova a mandare a quel paese il primo che incontri per strada, poi vedi se non dovrai pregarlo di non denunciarti.
    Diciamo che ‘sparare cacca sugli altri’ è un eufemismo per dire ‘ingigantire i difetti del prossimo per negare o nascondere i propri’.
    Contento per te che stia bene a Manchester.
    Comunque al caro fantasma che vuole difendere l’Italia come prima cosa dovrebbe iniziare a scriverlo con la maiuscola, potrei al contrario dire che manca di rispetto a quel paese (a quel paese non è casuale).
    Buona domenica a tutti.

  296. luigi Scrive:

    si ma lo denunci per cosa???????? istigazione all’odio razziale che non ce stata? sai quanta gente mi a mandato a quel paese dovrei denunciarlo per cosa per un v……o oppure per uno s….o su finiamola che anche tu leggendo i vari post di blog olandia mi sa che te la prendi un po, proprio leggendo il post di fantaman io lo chiamo cosi leggo questo (nell’azienda dove lavoravo io con un diploma e con le stesse mansioni che avevo sia in italia e in germania venivo trattato come uno schiavo a cospetto di olandesi),purtroppo posso confermarti che queste sono cose che accadono un mio amico greco che viveva ad amsterdam mi diceva che in un’ azienda dove si costruiscono pezzi di biciclette li venivano fatti fare sempre degli straordinari il sabato pomeriggio a cospetto di olandesi che erano liberi gia’ dal venerdi il punto e che in quest’azienda il fine settimana lavoravano solo gli stranieri e qua non che voglio difendere il signorino ma e cosi.
    Jesseey Scrive:
    26 gennaio 2013 alle 18:43

    Cari tutti, pensateci due volte prima di venire in Olanda..soprattutto se vi viene offerto un lavoro tramite agenzia..
    Statevene in Italia che è meglio!!
    questa e un’altra persona che purtroppo non si e tovata nei paesi bassi,ripeto ognuno in toni pacati la puo’ pensare come vuole neanche io in olanda mi sono trovato bene.

  297. viking Scrive:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Diffamazione_(diritto_italiano)
    Non è necessario scomodare l’odio razziale per far partire un denuncia, è meglio che sappiate le leggi della vostra grande nazione, non che lo debba insegnare un esterno.
    Buona domenica.

  298. luigi Scrive:

    ma finiscila comunque quella grande nazione e anche la tua nazione che ti piaccia o meno in quanto ci sei nato e cresciuto!!!!!!!! e comunque a me l’italia non piace come credo che non piaccia neanche a quello fantaman fantasma ognuno la pensa come vuole,
    comunque venaimo a noi ogni volta che la pensano diversamente da te ecco cosa rispondi.
    28 ottobre 2012 alle 13:57

    fantansma sembra il classico italiano che incomincia a sparare M%{à@ sul posto/società in cui si trova quando le cose incominciano ad andare meno bene. il classico italiano scontento di qualsiasi cosa a prescindere. Prendi l’aereo a schiphol e torna nel bel paese se non ti sta più bene l’Olanda, chissà cosa scriverai dopo qualche tempo nei blog degli olandesi in italia (non esiste nei termini che leggo in questa discussione, chissà perché).
    …”popolo fetente”…. ma parli degli italiani?? Mah
    La situazione sarà peggiorata, ma non credo che si raggiungerà mai i livelli del “popolo fetente” ,nel senso di truffaldino e dalla legalità borde line, per antonomasia che è l’Italia.
    mi sembri il difensore dell’olanda per esempio a me non piace la germania e i tedeschi mi avvrebero gia dovuto diffamare alla corte di giustizia europea ma finiamola qua che e meglio va.

  299. EMIGRATO Scrive:

    la pacchia e finita da un pezzo per tutti anche nella bellissima olanda,comunque sempre meglio vivere in olanda che in italia nel belpaese solo 15 20 giorni l’anno e sono anche troppi.
    w l’olanda

  300. maurizio Scrive:

    sono arrivato in olanda oggi e ci restero’ per un anno e mezzo, la prima impressione e’ buona, molta calma e rispetto. Queste cose si percepiscono subito. Speriamo siano confermate dai fatti. Andro’ a vivere a Leida. Un saluto a tutti gli amici italici!

  301. Carlo Anoldo Scrive:

    Salve a tutti mi chiamo Carlo Anoldo, ho 20anni, sette giorni fa sono andato per la prima volta ad Amsterdam, e ieri mattina sono tornato in Italia, rendendomi conto di essermi innamorato di questa città. Scrivo qui nella speranza che qualcuno possa aiutarmi a trovare un lavoro li ad Amsterdam.
    Io ho cercato nella settimana in cui sono stato, ma purtroppo 7 giorni sono pochi e non sono riuscito a parlare con molta gente.. mi chiedo se magari qualcuno piu’ informato di me, che magari vive anche li, poteva indirizzarmi in qualche modo, magari lasciandomi qualche contatto, o qualche numero, o se magari conoscete dei siti, o negozi che cercano personale. Vi prego di aiutarmi, sono pronto a partire stasera stessa!.
    vi lascio i miei dati, nelle speranza che qualche angelo riesca a far avverare questo mio sogno.
    Grazie a tutti per l’attenzione, aspetto vostre notizie.
    Ecco tutti i miei dati:

    Nm°: +39 3475291528
    Email: carlo.anoldo@gmail.com
    Facebook: https://www.facebook.com/CarloAnoldo
    Ovviamente a chi vuole manderò CV. Grazie ancora.

  302. admin Scrive:

    In bocca al lupo per questa importante avventura

  303. Angelina Scrive:

    Buon giorno a tutti. Sono nata in Olanda da genitori Mamma Olandese e Papà Italiano. sono in Italia dall’età di 10 anni nel 1977 e ancora oggi è durissima qui in Italia. Adesso ho 46 anni operatore Shiatsu. Un bellissimo figlio di 18 anni e stiamo andando in Olanda. Maastricht dove comunque ho parenti…. non mi sembra vero. io la vivo adesso da Bambina che torna nel suo paese dopo 36 anni….. Sono convinta che vada tutto bene. in Italia Toscana lavoravo in una Villa storica e non si percepisce lo stipendio da 3 mesi….. ho solo preoccupazioni da 4 anni… ho fatto il corso di Shiatsu-do all’accademia di Firenze e adesso vado…. è bello sentire le vostre chiacchiere e al più presto mi farò sentire.

  304. Francesco Scrive:

    Salve ho trovato un offerta di lavoro part/time in Olanda e vorrei sapere quando si guadagna con tale tipologia di contratto.

  305. maurizio Scrive:

    ma che domanda fai? Chiedilo a chi ti offre il lavoro direttamente!

  306. mariangela&michele Scrive:

    Ciao a tutti. Siamo due ragazzi di 25 anni laureati in architettura. Abbiamo avuto una offerta di lavoro per tre mesi al TNO a Delf. Stiamo cercando una piccola casa o una sorta di b&b con cucina… Sapreste consigliarci qualcosa? Grazie a tutti.

  307. felix Scrive:

    se dovessero chiudere i coffe shop sfido quanti rimangono innamorati di amsterdam e dell’olanda premetto che non fumo.
    cordiali saluti

  308. Alex Corsaro Scrive:

    Domanda diretta: con 3600 € netti al mese in Olanda si riesce a mantenere una famiglia di 4 persone di cui 1 bambino di pochi mesi ed un 4enne?…non dico vivendo nel lusso ma almeno mettendo via qualcosa…? Aspetto commenti, grazie!!

  309. Vincenzo Trincone Scrive:

    Ragazzi ,ho fatto un colloquio con una ditta di Alblasserdam.
    Mi hanno detto che è andata bene e mi hanno fatto un’offerta che ho accettato a patto che mi assumano subito a tempo indeterminato.
    Purtroppo da allora (agosto 2014) sono in attesa del colloquio con l’ufficio HR per prendere accordi.
    E’ normale che prendano tutto questo tempo.
    Io vivo in Italia ma sono andato li apposta.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline