Conservate per le generazioni future le immagini nella stanza di Anna Frank

Otto Frank, Hacket-Goodrich e Garson Kanin

Recentemente è stato pubblicato sul sito ufficiale di Anna Frank un comunicato stampa che annuncia l’ultimazione dei lavori di restauro di quelle immagini che Anna aveva incollato alla parete della sua cameretta nell’alloggio segreto.

Certo il diario ci ha rivelato in modo dettagliato le condizioni di vita di quel lungo periodo di clandestinità ma solo i pezzi di carta da parati originali e le immagini costituiscono realmente una delle poche testimonianze tangibili del suo soggiorno nel nascondiglio.

I lavori di questo recupero conservativo che ha riguardato anche le indagini delle condizioni storiche e climatiche,  oltre che le analisi dei materiali, sono partiti dal lontano 1998 ad opera di esperti sia olandesi che stranieri grazie ai finanziamenti dello stesso comune di Amsterdam, del Ministero olandese della Sanità, del Benessere e dello Sport, del fondo olandese per la cultura e di altre associazioni pro Anna Frank.

Un lavoro certosino tanto da riuscire a ripristinare i segni lasciati sulla parete dal padre, Otto Frank, per registrare la crescita delle sue due figliole e la mappa geografica della Normandia su cui Otto seguiva l’avanzata degli alleati. Grazie ad un particolare sistema a clima controllato, i pezzi originali potranno essere conservati nel tempo e difesi dalle variazioni climatiche esterne.
In questo modo le tracce originali lasciate dai clandestini nell’alloggio segreto potranno rimanere intatte nel futuro a beneficio delle generazioni future.

La foto di su, prelevata dal sito web ufficiale di Anna Frank, presenta da sinistra a destra Otto Frank, la coppia Hacket-Goodrich (autori dell’adattamento teatrale) e Garson Kanin, il regista (1954).

Uno studio eseguito contemporaneamente anche sul diario ha rivelato una maturità e cambiamento di interesse nel tempo di Anna Frank: dalla passione per i divi cinematografici dell’epoca, attrici e case reali di cui aveva tappezzato la sua cameretta a quella per opere di storia dell’arte come la Pietà di Michelangelo o l’autoritratto di Leonardo da Vinci.

Tutto questo è semplicemente grandioso, non ho parole se penso che grazie alla tecnologia di oggi sono riusciti a ricostruire la vera atmosfera di quel periodo storico e quello che i clandestini provavano a causa della loro prigionia.
Ricordare la storia e tutto il male provocato dagli uomini di quel tempo può aiutarci a non ripetere gli stessi errori del passato.

Grazie all’Olanda e agli olandesi per aver avuto questa bella sensibilità e attenzione ma soprattutto per gli sforzi compiuti.

Tag: , , ,

14 Commenti a “Conservate per le generazioni future le immagini nella stanza di Anna Frank”

  1. Bianca Scrive:

    Grande Anne Frank, che personalità e che talento!

    Bravo Piero, sei un ragazzo di spirito, mentre Cristina è molto sensibile, purtroppo quando si è belle, intelligenti e realizzate si scatenano le invidie.
    Per fortuna ci sono le persone che se ne rallegrano, perché l’invidia è un sentimento terribile, è quando una/o vorrebbe essere come l’invidiata/o ma non ce la fa nemmeno da lontano e allora si rode…Buonanotte!

  2. cristina Scrive:

    Hai ragione, Bianca, sono molto, troppo sensibile. Perchè voglio bene agli altri: a tutti gli altri. E per prima cosa soffro io se loro stanno male.

  3. Bianca Scrive:

    Cristina, questo ti fa molto onore ma so per esperienza che un eccesso di sensibilità complica la vita ed espone a molti rischi.

    Pensa che un mio caro amico (amico a sua volta di Leonardo Sciascia) mi ha regalato il libro che ha scritto con la seguente dedica: ‘ad una donna dal cuore d’oro e ipersensibile’.

    Questo è vero, ma poiché non voglio farmi mettere i piedi in testa da nessuno correggo il tiro con una buona dose di… come lo devo chiamare, cinismo?!
    È necessario per tirare avanti e sopravvivere nella jungla!!!

    Salutoni e buona domenica (anche ad Hans),
    Bì.

  4. gloria Scrive:

    …ma chi la conosce l’invidia? solo i beceri. Ricordate che è uno dei sette vizi capitali? se potete statevene alla larga da un sentimento così orribile…e chi non la conosce, non provi ad essere curioso. Sono daccordo in toto con voi Cris e Bi, anche se ritengo che nonostante tutto, noi si soffra ugualmente perchè l’essere rispettati e/o amati non è una cosa semplice. Il mondo NON è semplice. Bye

  5. Bianca Scrive:

    Cara Gloria, proprio oggi ho recuperato su YouTube il fantastico film “Amadeus” di Forman che ho visto qualche anno fa.Cioè il medio talento (Salieri) invidioso del genio (Mozart): come molti di voi sapranno c’è la leggenda che fu lui a eliminarlo roso dall’invidia.Purtroppo l’invidia non si può trattenere, secondo me insieme all’avarizia è il peggiore dei sette vizi capitali, mica la gola o la lussuria.E vabbò che vive meglio l’invidiato dell’invidioso… ma a me solo la parola fa impressione.
    Io sono per la sana competitività.Preferisco andare al cinema e/o guardare i film in DVD ma mi vado a rivedere il film, davvero bellissimo.Ciao!

  6. gloria Scrive:

    X Bianca: Si cara, me lo ricordo molto bene quel bellissimo film;
    se devo essere sincera, ancora oggi non sò se lavorò meglio colui che interpretò Salieri o quello che faceva la parte di Mozart.

    Hai perfettamente ragione anche sull’avarizia.
    Pensa che un po di anni fà avevo già ordinato l’abito da sposa quando un carissimo amico mi fece aprire gli occhi a muso duro, sul mio futuro marito…egli era un vero figlio dell’avarizia, ed io innamorata com’ero ed in buona fede non avevo compreso nulla.
    Naturalmente il matrimonio è saltato e lui, scapolo ancora oggi, continua a comprare il pane e le mele, la sera, perchè costano meno del mattino!!!!!
    No comment. Ciao, buona domenica.

  7. cristina Scrive:

    Noi ieri sera siamo andati a vedere il film ” caos calmo,” con Nanni Moretti con i sottotitoli in olandese, che mi è piaciuto molto. L’hanno dato in una sala che dà film alternativi, spesso italiani: e gli olandesi si sono divertiti molto.
    In questo periodo, dal 18 settembre, data della liberazione della città di Eindhoven, nel 1944, Eindhoven di sera, è tutta una luce unica…..Infatti ogni anno alcune strade sono completamente addobbate di disegni luminosi speciali; ci sono percorsi che puoi fare in bicicletta o in macchina.

    Si chiama “licht route”ed è una tradizione tipica di questa città. Ci siamo fermati accanto ad un laghetto vicino a casa nostra, su cui hanno messo tre castelli di favola e una casetta dei puffi. Intorno c’erano famiglie con bambini, bancarelle, ecc. Molto suggestivo.

  8. Bianca Scrive:

    Ah ah Gloria, che simpatico il tuo commento!!

    L’hai scampata bella: nulla è peggiore di un uomo avaro e il tipo avarissimo pare.
    Mi potrei innamorare di un ladro tipo Lupin ma di un uomo avaro mai credo.

    L’attore che interpreta Salieri è uno dei miei preferiti, super.super.bravo, anche l’interprete di Mozart non scherza.

    Buonanotte!

  9. Simone Scrive:

    Sono stato a novembre 2007 nella casa di Anna Frank ed e’ stato molto suggestivo perche’ hanno piu o meno lasciato come allora
    Impressionante la sua cameretta dove ci sono ancora delle foto che aveva appeso lei e immagini di attori se non ricordo male.
    E’ stato veramente interessante , ma anche il libro rende e pensare che aveva solo 12 / 14 anni!!!
    Cristina che bell immagine che fai vedere quando parli di Endovhen con le luci , bancarelle etc..sembra gia’ di respirare l atmosfera natalizia.
    A proposito di questo chiedo a voi “italo / Olandesi ” se esistono anche da voi i famosi mercatini di natale come qui da noi a Bolzano ??
    Sarebbe interessante farci una visitina!!
    L invidia e’ sicuramente un pessimo vizio capitale ma a volte e’ dettata incosciamente in noi.
    Come la gelosia…come si fa a controllare se poi ce di mezzo l amore?A volte e’ tutto piu forte di noi..
    X gloria : leggendo il tuo minianeddoto mi sembra di rivedere la Julia Roberts in “Se scappi ti sposo” dove scappa sempre dai matrimoni!!
    Ma comunque poi hai trovato un altro marito spero?
    Bianca Amadeus e’ un film stupendo che avevo visto al cinema proprio quando era uscito e suonando il pianoforte l avevo apprezzato anche di piu!!
    Ma se parliamo di musica nei film degna nota anche per “la leggenda del pianista sull’oceano!!!”
    Se volete potremmo creare un area solo per giudizi sui film..io li divoro a colazione!!

  10. gloria Scrive:

    Grande Simone. La leggenda del pianista sull’oceano, che emozione quel film; se ci penso mi commuovo di nuovo!
    E che ne dite de “Il colore viola”?
    Io sono d’accordo a trattare ed argomentare sui bei film. Ieri ad esempio ho visto:”Un segreto fra di noi” con Giulia Roberts; niente di chè.
    Secondo me, valutato che era in stato interessante si è beccata la prima partecipazione che le hanno offerto! Un film disarticolato ed incompleto. Ciao a tutti.

  11. gloria Scrive:

    X Bianca: Sì, meglio un ladro ricco e di cuore che un ricco avaro.
    Ma sai cosa mi ha portato a pensare veramente sul serio all’abbandono?
    Il fatto che se uno è avaro con il denaro, è avaro anche con i sentimenti.
    allora cosa mi sposavo a fare?

    X Simone: No. Dopo quella volta, che era la seconda, ho pensato bene che il matrimonio non sia cosa per me.
    Sinceramente ti aggiungo che non mi sono mai, mai, pentita.

  12. GuidOlanda Scrive:

    Eppure Gloria io il matrimonio lo vedo come uno dei passi importanti da compiere, come uno scopo di vita.. ovviamente in presenza di una persona che possa davvero rappresentare il bravo partner

    ANNUNCIAZIONE.. annunciazione.. domani vi annuncierò tramite un post una cosa importante.. il completamento di un lavoro importante, il 2° tassello dopo questo blog.. mi raccomando rimanete in ascolto :)

  13. Simone Scrive:

    X gloria : penso che se non sei pentita allora hai fatto la cosa giusto e condivido quello che dici che se uno e’ avaro con il denaro di solito e’ avaro con i sentimenti.
    Io infatti sono esattamente il contrario di un avaro.Quando posso se dispongo di soldi faccio regali pago e offro perche’ mi fa piacere dare e vedere le persone alla fine contente ma il problema che succede raramente..non ho una lira mi spendo sempre tutto..ehehehe che devo fare sono un edonista e mi piace la bella vita…che e’ una sola e alla fine i soldi cosa sono.??
    Li abbiamo inventati noi e guarda il risultato..si pensa solo al Dio denaro..!!
    X Francesco : sposarsi a mio parere e’ un passo si importante ma la persona con cui lo si fa deve veramente essere quella giusta…sai quanti ne conosco che si sono sposati solo per convenienza o perche’ va di moda e poi zac..divorzio?
    Voi ci credete nel vero amore?Di cristina so gia’ la risposta..
    Io non lo so sinceramente!

  14. gloria Scrive:

    Bravissimo Simone! O è un grande amore…quello che spacca il cuore, che ti fa vedere i luccicchini e che ti fa sentire le farfalle nello stomaco, oppure non ne vale la pena proprio.
    Io ne ho conosciuto solo uno ,di sentimento così. Ho anche anche “tentato” di sposarmi in Inghilterra, ma all’ultimo minuto.. mi ha preso una paura, ma una paura…che ancora fuggo!
    Dopo 25 anni con lui, pensavo di essermene stufata, così mi sono permessa di “provare” con un’altro.
    L’avaro. Anche lì, come già sai, ho fatto un’altra fuga, questa volta in derapage, e, pentitissima sono tornata al primo amore che dolcemente, mi ha ripresa, per fortuna!
    Ma sai perchè ‘stà storia dura?
    Perchè non ci vediamo mai, o quasi, a causa del suo lavoro!
    Tutto questo non toglie però,che io sia certa del sentimento che nutre per me. Purtroppo facciamo tutti parte di un “sistema” che decide per noi e che ci vuole intruppati.
    Credo moltissimo nel sacramento del matrimonio, ed è proprio per questo che probabilmente, fuggo tutte le volte.
    A me basta il sentimento autentico ed il rispetto!
    Per quanto riguarda i quattrini, sono il tuo clone. Piace anche a me fare regali e, se ho soldi in tasca…quelli sono di tutti. Adoro fare regali e fare sorprese agli amici; pagare il ristorante a un’amica o invitarla ad un cinema. Ci somigliamo proprio!
    Ora però, come si dice in Sicilia: “all’occhio mea”.
    Domattina tutti su Blogolanda a leggere le news di Francesco e SUBITO il primo commento a caldo! Chissà cosa stà preparandoci, mi raccomandoooooo
    Simone, Cris, Bi, Luisa Maria (dove sei finita?) ed anche tu Hans!
    ciao.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline