Dordrecht, città di storia, acqua e cultura

Dordrecht Canale

Passeggiate alla scoperta di Dordrecht dal Groothoofd, punto di incrocio dei tre fiumi Oude Maas, Noord e Merwede. Scopritela a piedi lungo l’elegante Wijnstraat che si snoda tra i palazzi mercantili per arrivare alla Grote Kerk.
Le migliori tradizioni di un città mercantile si rispecchiano nelle bellezze di cui la stessa ha il titolo di monumento nazionale protetto. Nel 1220 il governatore d’Olanda concesse a Dordrecht i diritti di città. Per essere stata la prima ad acquisire questo privilegio si può definire la più antica dei Paesi Bassi e grazie a questo, nel tempo si sviluppò fino a dinventare la più importante. Dall’alluvione che nel 1421 distrusse 17 villaggi e 50.000 ettari di terra, si formò, l’inondazione infatti distrusse ma anche creò, la grande zona punteggiata da corsi d’acqua chiamata Biesbosch, ora Parco Nazionale.

La sua partecipazione alla storia olandese fu importante, come quella del 1572, durante la dominazione spagnola, nel periodo in cui ospitò l’Assemblea degli Stati Liberi: le 12 città d’Olanda (ad eccezione di Amsterdam) che presero l’accordo segreto di ribellarsi agli invasori scegliendo come capo il principe Guglielmo d’Orange. L’Unione di Dordrecht diede origine a quella che poi sarebbero stati i futuri Paesi Bassi indipendenti. Nel 1618 e 1619 vennero prese importanti decisioni circa le controversie religiose e politiche tra cui quella di tradurre la bibbia in olandese che divenne poi le base della lingua parlata e scritta in terra neerlandese.

Dordrecht per la sua posizione strategica, oltre ad essere facilmente raggiungibile via terra con auto (conviene parcheggiare in garage coperti come quelli gratuiti di Energiehuis e Weeskinderendijk che si trovano a 15 minuti dal centro) e treno, ha delle vie d’acqua molto frequentate. In particolare i vaporetti Waterbus creano un collegamento rapido e pratico con Zwijndrecht, Papendrecht e Sliedrecht. Vi è persino un itinerario per vaporetti tra Dordrecht e Rotterdam, con una fermata ad Alblasserdam.

La posizione geografica di Dordrecht l’ha portata ad essere il simbolo delle città mercantili d’Olanda dell’epoca. Anche chi attraversava il fiume dalla Germania e dalle Fiandre faceva scalo in questa città che si faceva pagare le tasse per consentire il passaggio e che imponeva ai naviganti di dover prima esporre e mettere in vendita la loro merce nella sua città. Questo le consenti’ di ottenere una posizione di monopolio facendo divenire ricchi e potenti i loro signori.
Oggi, i tre porti marittimi mantengono viva la tradizione. Sono facilmente raggiungibili per navi da trasporto di colli e merci sfuse e offrono numerose possibilità di trasbordo container, dando accesso al Dordtse Kil e all’Oude Maas, ossia l’entrata alla zona dell’Europoort di Rotterdam.

Dordrecht è una città d’arte e cultura. Musei con collezioni di valore raccontano secoli di civilità olandese. come il museo municipale che illustra l’arte pittorica e grafica dei Paesi Bassi dal XVII° secolo ad oggi. Altri mostrano alcuni lavori della famiglia Cuyp e degli allievi locali di Rembrandt. Il Dordrecht Museum è la stanza dei tesori per quanto riguarda l’arte pittorica olandese antica e moderna. Nel centro per la natura e l’ambiente si trova l’angolo di Newton, un piccolo museo di fisica per i bambini, interessanti anche il museo nazionale dei paesaggi e il museo delle macchine da cucire che ha un’ interessante collezione di macchine da cucire anche per uso domestico, industriali e per bambini.
Il Teatro di Marionette presenta regolarmente spettacoli di marionette che si svolgono all’inizio dell’estate. La Casa di Simon Van Gjin, ora un museo, è appunto una casa museo dove grandi e piccini possono girovagare entusiasti. Qui possono vedere come viveva nel XIX° sexcolo il collezionista e appassionato d’arte. Nella soffitta i bambini possono trovare un’ambiente fitto di giocattoli.

Dordrecht è anche da molti secoli la città dei carillon, la Grote Kerk è famosa per quello che è stato ingrandito all’inizio del nuovo millennio. Diciotto campane, tra cui la più grande d’Europa, compongono ora l’antico strumento e ne fanno uno dei più speciali al mondo.

Negozietti caratteristici in vicoli suggestivi, pieni di atmosfera invitano a curiosare, accanto ai grandi magazzini e alle filiali di grandi catene commerciali. La Voorstraat, originariamente una diga di sbarramento contro l’acqua (in realtà in parte lo è ancora oggi), tracciando una curva da Nord a Ovest, è una via lunga ben 1200 metri che combina il vecchio e il nuovo e che mostra anche facciate storiche e scorci sul porto. Si dice che sia la più lunga zona pedonale con negozi dei Paesi Bassi. Nella piazza Statenplein si trova il più vivace e affollato mercato settimanale.

Tra gli eventi più importanti: il Jazzdagen e il Dordt in Stoom, il più grande evento legato al trasporto a vapore in europa che attira ogni due anni circa 200.000 visitatori, molti dei quali provenienti dall’estero che per tre giorni possono ammirare antichi mezzi a vapore nazionali e internazionali sull’acqua, nel porto e su binari.
Il Dordt Monumenteel, l’avvenimento annuale incentrato sulle centinaia di monumenti che attira più di centomila visitatori.
La fiera annuale del libro, la seconda più grande dei Paesi Bassi, durante la quale gli antiquari espongono libri e stampe in ben 500 bancarelle.

L’Ente Turistico VVV di Dordrecht sarà lieto di offrirvi interessanti programmi quotidiani e per gruppi che combinano al visita della città e dintorni con divertimenti attività come passeggiate in città, giri in battello, workshop di cucina, pittura e danza, degustazioni o le visite ad musei.

Avendoli provati di persona il 2 Giugno 2012, suggerisco di soggiornare o pranzare in questo hotel e ristoranti:

Hotel ARA .
Distante solo pochi chilometri dal centro storico di Dordrecht. Ara, il suo nome, deriva da un acronimo che indica tre città, tra le quali l’hotel occupa una posizione centrale: Anversa, Rotterdam e Amsterdam. Ma la sua posizione è strategica soprattutto per la splendida riserva naturale sulle rive del fiume Oude Maas. L’Hotel ARA dispone di 74 camere e 6 suite. Ogni suite ha le sue caratteristiche particolari come la Honeymoon Suite che offre una jacuzzi privata e una sauna svedese. Altre, quelle riservate alla clientela business, hanno una deliziosa sauna a infrarossi con con un grande piano di lavoro costituita da posti a sedere per un massimo di 8 persone.

Hotel ARA
Veerweg 10
3336 LM Zwijndrecht

Visrestaurant de Stroper.
La cucina, guidata da Edwin Roestenberg, è una cucina classica francese, in chiave moderna, con grande cura rivolta alla qualità dei prodotti stagionali. Il ristorante di pesce è dislocato nel centro, su uno dei bellissimi canali che ha Dordrecht. Potete iniziare con un aperitivo seguito da una deliziosa zuppa di aragosta per poi gustarne una intera o metà. L’aragosta è servita in differenti modi. Il keeftenmenu comprende fritto e insalata per € 49.

Visrestaurant Marktzicht.
Fattibilità, creatività, qualità e freschezza sono le parole d’ordine di questo ristorante il cui gestore si diletta a scoprire sempre delle novità nello studiare i menu di altri locali, quando va all’estero, e leggere tanti buoni libri di cucina. Il suo vagare per i mercati esteri e nei porti scaturisce dalla passione che hanno le persone nei paesi del Mediterraneo per il cibo.. questo dipende dal fatto che è anche nel suo DNA.. sua madre è infatti una francese.
Il ristorante, dai 24 coperti, è localizzato nella zona adiacente alla Grand Place e vicino al porto e il lungomare, nel cuore della città più antica d’Olanda. E’ possibile scegliere tra una varietà di piatti di pesce, aragoste e ostriche, ma in alternativa possono offrire un piatto di carne o per vegetariani anche se il pesce rimane la loro specialità. Questo perchè è sano e perchè è un alimento che consente di preparare diverse creazioni di cucina.
Per loro è una grande festa poter ospitare i clienti in modo da poter condividere l’amore per la buona cucina e i vini pregiati. Lavorano sempre con prodotti freschi e la scelta dei fornitore è sempre molto attenta e affidabile: comprano il pesce Schmidt a Rotterdam, le verdure le comprano dal vivaio di Frank Kesteloo a Dordrecht, per altri acquisti si rivolgono al Breda ISPC.

Dordrecht è facilmente raggiungibile dalle città più importanti olandesi. Il mezzo più economico è veloce sono i voli low cost come quelli di EasyJet. Per maggiori info consultate: Holland.com e Zuid-Holland.

Ecco alcune foto scattate sul posto.

Dordrecht

Dordrecht

Dordrecht

Dordrecht

Dordrecht

Dordrecht

Dordrecht

Dordrecht

Dordrecht Nonna

Dordrecht

Dordrecht Canale

Dordrecht Canale

Dordrecht Canale

Dordrecht Balcone

Dordrecht Ponte

Dordrecht

Dordrecht Barche

Dordrecht Barche

Dordrecht Imbarcazione

Dordrecht Porto

Dordrecht Ponte in due

Dordrecht Ponte

Dordrecht Ponte

Dordrecht Imbarcazioni

Dordrecht Ponte in due

Dordrecht Imbarcazioni

Dordrecht Barche

Dordrecht Porto

Dordrecht Ponte con telo

Tag: , , , ,

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline