Museum Speelklok di Utrecht, il museo degli strumenti musicali fantasma

Museum Speelklok

Museum Speelklok di Utrecht (Steenweg 6), il museo più musicale dei Paesi Bassi che racconta storie di musica antica. Pianoforti e violini fantasma che si animano da soli suonando dal vivo, organi automatici e di danza del ventre, carillon orologi giganteschi in esposizione, scatole musicali, Flötenuhren, organi da fiera e da strada. La visita guidata si svolge ogni ora dalle 11:00 alle 17:00 per una durata di 1 ora.

Entrare nel Museum Speelklok, sia per l’appassionato di musica che per il semplice amante di strumenti musicali automatici, offre la sensazione di essere piacevolmente avvolto dalla musicalità delle note che fuoriescono da questi strumenti in maniera imprevedibile.
Il bambino ma anche l’adulto rimane estasiato dallo scoprire di volta in volta il loro funzionamento e dal cimentarsi nel tentativo di riconoscere le melodie.

Ma ciò che sorprende è come questi strumenti siano stati preservati nel tempo, considerando che l’apertura del museo risale al 1958, all’epoca era allocato in un’ala del convento di Santa Caterina e successivamente la Utrecht Foundation for Municipal Recreation ne sostenne l’iniziativa sovrintendendo alla nascita dell’attuale museo situato presso Buurkerk. Circa 2 milioni di persone hanno già visitato la collezione composta da oltre di 1.100 strumenti musicali appartenenti dal XV° secolo ai giorni nostri, con programmi musicali di accompagnamento e documenti.

Un gran numero suonano dal vivo, il repertorio spazia dal valzer viennese e tango strappalacrime agli ultimi successi. Ma esattamente di cosa si tratta? Uno strumento musicale automatico è capace con un proprio programma di riprodurre suono, senza l’aiuto di un interprete o di un musicista. Il suo funzionamento meccanico azionato dall’esterno è determinato da forme cilindriche di carta perforata o lunghi fogli ripiegati e perforati capaci di suonare melodie alcune scritte da musicisti famosi come Handel, Haydn e Mozart. Il tour guidato, divertente e vivace, mostra alcuni dei pezzi della collezione come gli organi di strada, il piano e il violino che ‘suonano da soli’, orologi musicali molto curati nelle forme e nella qualità delle melodie. Su richiesta, la visita è anche in inglese.

Non perdetevi questa attrazione, perchè è davvero interessante ascoltare anche gli aneddoti personali e le storie straordinarie che stanno dietro all’esposizione di tutto questo.

Chiusura: lunedì. Aperto gli altri giorni dalle ore 10.00 – 17.00.

Per maggiori info consultate: Holland.com e Tourism Utrecht

Date uno sguardo allo slideshow.

Ecco alcune foto:

Museum Speelklok

Museum Speelklok

Museum Speelklok

Museum Speelklok

Museum Speelklok

Museum Speelklok

Museum Speelklok

Museum Speelklok - Violino che suona da solo

Museum Speelklok carillon gigante

Museum Speelklok carillon gigante

Museum Speelklok carillon gigante

Museum Speelklok

Museum Speelklok carillon gigante

Museum Speelklok

Museum Speelklok carillon gigante

Museum Speelklok

Museum Speelklok carillon gigantesco

Museum Speelklok carillon gigante

Tag: , , ,

Un Commento a “Museum Speelklok di Utrecht, il museo degli strumenti musicali fantasma”

  1. Utrecht. un bel giro in battello tra i canali | BlogOlanda Scrive:

    […] questa affascinante cittadina si potranno visitare il museo ferroviario (Spoorwegmuseum), il museo dei carillon e degli organetti (Van speelklok), il museo d’arte aborigena, l’osservatorio astronomico (Sterrenwacht de […]

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline