Bari Mediterranea, il teatro pugliese in Olanda

Anonima Gr

Si terrà il 6 luglio 2011 al Moluks Historisch Museum di Utrecht (Adres Kruisstraat 313) e l’8 luglio 2011 al Ostade Theater (Van Ostadestraat 233d) Amsterdam. Bari Mediterranea e’ uno spettacolo di musica e di prosa che racconta i ritmi, l’anima, la musicalità e i colori dell’essere mediterranei tramite la rappresentazione di spaccati di vita quotidiana della nostra realtà popolare.

Un itinerario che segue l’evoluzione di un’area culturale che si evolve, descrivendo tramite canti e quadri teatrali, il percorso di una antica civiltà di pescatori che si è trasformata in una realtà sociale metropolitana. Dalla vita orizzontale dei vicoli dei centri storici, costituita da rapporti umani forti, ad una vita verticale nei fabbricati dei grandi agglomerati urbani di periferia, in un periodo come quello attuale caratterizzato dalla confusione del vivere caotico.

Protagonisti sono gli attori del gruppo Anonima G.R. di Bari. Tiziana Schiavarelli e Dante Marmone nelle vesti anche di cantanti, alterneranno momenti di musica popolare e pièce teatrali. In scena con loro anche quattro musicisti che li accompagneranno nell’esecuzione dei brani musicali.
Lo spettacolo dura 60 minuti ed e’in italiano. Sarà ricco di costumi e cambi di scena con toni briosi e comici come nello spirito della mediterraneità, che ci spinge, anche nei momenti meno belli, a quel modo popolare di ‘prenderla con filosofia’.

Il primo evento è organizzato dalla Dante Alighieri di Utrecht, entrambi sono promossi dall’Istituto Italiano di Cultura di Amsterdam.

Tag: , , , , , ,

9 Commenti a “Bari Mediterranea, il teatro pugliese in Olanda”

  1. pasquale Scrive:

    Sono arcicontento di q

  2. pasquale Scrive:

    sono arcicontento di questo evento

  3. Alessandro Mazza Scrive:

    Bellissime emozioni … da Bari ad Amsterdam !

    I due esilaranti sketch di cabaret (impagabile la mimica di Dante!) e le numerose piacevoli ballate sono stati decisamente un buon “clinic test” per uno spettacolo che, con pochi tocchi, potrebbe strutturarsi in una forma piu` completa.

    Certo la barriera linguistica del dialetto barese, pure affascinante, resta un fatto importante su cui lavorare in un contesto di rappresentazione teatrale internazionale. Un semplice rimedio, comunque, potrebbe essere quello di predisporre un librettino con i testi originali e le traduzioni a fronte in Italiano/Dutch. Elegante, poi, potrebbe essere rendere disponibile il libretto in formato Acrobat Reader unitamente agli inviti.

    Unico neo, non essere riusciti ad ospitare lo spettacolo in una cornice di pubblico piu` calorosa. Mi auguro che in futuro, con il patrocinio del nostro IIC-Istituto Italiano di Cultura e di altre istituzioni italiane nei Paesi Bassi, si possa far di meglio. Ve lo meritate, cari dante e Tiziana! E se lo meritano anche tutti coloro che, non informati adeguatamente, hanno perso l’opportunita` di divertirsi a vedervi in scena.

  4. Titti Positano Scrive:

    carissimi amici, tramite questa un ringraziamento ai presenti allo spettacolo e un doveroso chiarimento: l’Isituto Italiano di Cultura ha avuto un minimo di coinvolgimento. La sottoscritta ha organizzato nel giro di ben nove mesi due spettacoli a Utrecht ed Amsterdam. Il coinvolgimento dell’Istituto riguardava semplicemente la pubblicita’sul loro sito sotto Attivita’. Vale a dire ke aperto il sito dovevi cercare gli avvenimenti fuori programma. L’Istituto e stato puntuale nell’organizzare la pubblicita’sul suo sito e qui si ferma il loro coinvolgimento. Parlare di patrocinio e ‘inesatto.La sottoscritta ha preso contatti col teatro Ostade di Amsterdam e mantenuto i contatti con la Dante Alighieri di Utrecht e con il teatro Ostade di Amsterdam.
    Al contrario della Dante Alighieri di Utrecht ke ha organizzato lo spettacolo e finanziato l’uso del teatro Molucco. Tramite quaesta anke il mio ringraziamento a Jose’Van Houcke della Dante Alighieri di Utrecht.
    Titti Positano (road manager in Olanda dell’Anonima G.R.)

  5. Alessandro Mazza Scrive:

    Titti cara, tu hai ragione … ma io non ho torto!

    Forse sono stato poco chiaro (e/o tu mi hai letto distrattamente) sicche` facciamoci un altro giro di chiarimenti. Io ho scritto:
    “Mi auguro che in futuro, con il patrocinio del nostro IIC-Istituto Italiano di Cultura e di altre istituzioni italiane nei Paesi Bassi, si possa far di meglio.”

    Far di meglio, in futuro, con il patrocinio dell’IIC … vuol proprio dire che quel patrocinio NON c’e` stato! E, questo, per una serie di ragioni, a cominciare forse dal fatto di non averlo espressamente chiesto. Comunque sia, la richiesta NON e` stata efficace e, quindi … bisogna ritornare alla carica!

    ;-] AfgM

  6. pasquale Scrive:

    Complimenti Titti. Peccato non essere stato presente. Sono in Giovinazzo

  7. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Complimenti a tutti gli organizzatori di questo interessantissimo spettacolo.. grazie per l’impegno e lo sforzo profuso.. certo Alessandro.. credo che il tuo suggerimento possa essere davvero valido.. chissà che in futuro non si possa utilizzarlo per altri spettacoli che mi auguro possano avvenire in modo sempre più frequente..

  8. tiziana schiavarelli Scrive:

    E a noi, qui ormai a Bari, resta un ricordo molto piacevole dell’accoglienza ricevuta da voi tutti. Per noi è stata un’esperienza che ci ha molto arricchito (non economicamente, intendiamoci!) e ringraziamo Alessandro per i suoi preziosi suggerimenti di cui terremo certamente conto nelle prossime avventure extra italiane, con l’augurio di tornare in Olanda con altri nostri lavori teatrali.
    Voglio ringraziare in modo particolare Titti Positano che è stata la vera anima di questa breve e intensa tournée, sia per quanto riguarda l’organizzazione che ha preceduto le nostre esibizioni ad Utrecht ed Amsterdam, sia per la generosa ospitalità durante la nostra permanenza.
    Un abbraccio a tutti voi e a rivederci presto!

  9. Francesco GuidOlanda Scrive:

    L’ATELIER STUURMANSKUNST APRE LE PORTE PER UN WEEKEND.
    Su Facebook

    Il giorno il 19 e 20 novembre l’atelier StuurmansKunst dedicato all’esposizione delle opere dell’artista e illustratore italiano Raffaello D’Accolti apre le porte al pubblico dalle ore 15 alle 19 in Stuurmankade, 268.

    Inaugurato ad ottobre 2011 Stuurmanskunst vi accoglie con un’esplosione di colori e figure fantastiche tipiche dell’iconografia e della fantasia di D’Accolti. L’artista italiano che ha illustrato libri e cataloghi per case editrici nazionali come Franco Angeli, l’Espresso, Corsera, ha ultimamente realizzato una serie di opere sul cartone interno del packaging di prodotti “da supermercato”. Una suggestiva riflessione sulla cultura del consumo di massa e della spersonalizzazione della comunicazione, mondo che Raffaello si trova ad affrontare ogni giorno. Alcune di queste illustrazioni saranno presenti nello spazio espositivo insieme ai lavori più importanti realizzati su tela e legno. Un linguaggio che colpisce per l’apparente semplicità: l’utilizzo del colore puro e la sproporzione delle figure, vicina al mondo dei bambini, ma che in realtà contiene significati molto più complessi, ricchi di tensioni umane e rimandi psicologici a rapporti familiari, dominanti nella società dell’Italia meridionale.

    Andrea Sgobba
    Resp. Comunicazione
    RAFFAELLO D’ACCOLTI
    via Papa Paolo I 10 F/G/H
    BARI, 70124
    http://www.daccolti.com

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline