Giro d’Italia. Venti autori italiani contemporanei scrivono sul proprio Paese

Giro di Italia Fronte Libreria Bonardi

Venti autori italiani contemporanei hanno scritto per la libreria Bonardi qualcosa sulla regione dove sono nati.
Ventun traduttori olandesi e belgi hanno tradotto i loro contributi.

Dopo l’opera dal titolo ‘LA MIA OLANDA‘, che uscì nel 2007 per festeggiare i trent’anni di esistenza della libreria, ecco pubblicato il 22 novembre 2009, ‘Giro d’Italia‘ che Marina Warners, fondatrice e gestore di questa ammirevole attività, mi ha spedito in Italia. Colgo l’occasione per ringranziarla ancora una volta.

Vi riporto la prefazione, curata dalla stessa Marina, che riassume in poche parole il contenuto di ben 352 pagine.

Due anni fa, in occasione del trentennale della nostra libreria italiana Bonardi, abbiamo pubblicato l’antologia “La mia Olanda”. Quindici autori italiani contemporanei hanno scritto sull’Olanda e su Amsterdam e i loro contributi sono stati tradotti da diciasette traduttori olandesi. Il libro è stato, ed è tuttora, un grande successo, siamo infatti ormai prossime alla quarta ristampa.
Stimolate dal notevole interesse per il libro bilingue, siamo liete di presentare una nuova raccolta: “Giro d’Italia”, che questa volta ha come tema principale le venti regione italiane.
Abbiamo scelto come rappresenanti di quelle regioni altrettanti autori italiani, originari di quei luoghi o a essi uniti da un legame speciale, e abbiamo chiesto loro di raccontare a degli amici olandesi qualcosa su “casa loro”, particolari che non si trovano in qualsiasi guida turistica ma sui quali ritengono valga la pena di soffermarsi. E loro l’hanno fatto con molto affetto.
I temi sono i più svariati. Vengono rievocati molti ricordi di infanzia e gioventù. Si racconta di feste e tradizioni popolari, guerre e terremoti. Di catacombe, affreschi, teatri o progetti idealistici. Mari, fiumi e montagne. Ma anche di liscio, di cibo e politica. E di immigrati, emigrati, spazzatura e fabbriche inquinanti. E non mancano sentimenti, impressioni, colori e allucinazioni.
Anche questa volta moltissimi traduttori hanno collaborato in modo esemplare alla realizzazione di questa nostra seconda, e speriamo altrettando speciale, edizione bilingue.

Grazie a tutti di cuore.

E’ tutto vero.. non si tratta di una semplice guida turistica o di qualcosa che si può leggere su dei normali libri, ma di racconti che con il loro straordinario e particolare dettaglio, illuminano i lettori di precisi luoghi geografici, di curiosità e aneddoti, di bellezze difficilmente individuabili se non si leggesse ‘Giro d’Italia’, ma anche di quei lati che non si possono nascondere di questa Italia perchè fanno parte della realtà, di accadimenti noti e aggiornati fino agli ultimi eventi, come il terremoto di San Giuliano di Puglia nel Molise o di quella che è stata la grave emergenza dei rifiuti a Napoli.

Non appena ho aperto il libro ho letto subito il racconto della mia regione italiana di provenienza, la Puglia.. e ho scoperto di un giovane ragazzo olandese proveniente da Haarlem, al quale dei simpatici italiani, che presto diventeranno i suoi amici, affibbiarono il nome “Rep“, e del suo breve soggiorno estivo a Taranto. Il papà di Rep aveva raggiunto la città pugliese per riparare l’altoforno numero 5 del siderurgico Italsider. Leggere la storia di Cosimo Argentina, è stato come trovarsi lì con loro e assaporare momenti e sensazioni del tutto speciali.. è incredibile come si può spaziare con l’immaginazione, quando frasi e parole vengono composte in un modo così esaltante e ricco di particolari.
Ma l’altro racconto che mi ha colpito è stato quello che ha parlato delle catacombe di Roma, non avevo idea del significato storico di questi luoghi e tanto meno del fatto che molti (la maggior parte) dei cimiteri fossero nascosti al pubblico.

Aprite anche voi ‘Giro d’Italia’ e se non volete partire dalla Valle d’Aosta a pagina 13 secondo l’indice stabilito in sommario, fate come me, dirigitevi sulla regione che più vi interessa. A pagina 8 si trova una bella cartina dello stivale per avere un’idea panoramica. Le ultime pagine sono delle appendici attraverso le quali potreste conoscere il percorso formativo degli autori italiani e dei traduttori olandesi.. caspita.. quant’è presente la cultura italiana in Olanda !

Potete ordinarlo via e-mail: lb@bonardi.nl
Titolo: Giro d’Italia – VAN GEWEST TOT GEWEST
ISBN/EAN: 978 90 812213 2 0
Prezzo: euro 19,50, escluse spese di spedizione.
Il sito internet è: http://www.bonardi.nl/

Allora che aspettate ?…. Buona lettura !

Giro di Italia Retro Libreria Bonardi

Tag: , , ,

11 Commenti a “Giro d’Italia. Venti autori italiani contemporanei scrivono sul proprio Paese”

  1. Cristina Scrive:

    Molto interessante davvero.

    Appena andrò ad Amstedam acquisterò i libro.
    Dopo una simile presentazione sono curiosa…

    Il primo libro, La mia Olanda, l’avevo usato l’ anno scorso come materia di studio.

  2. Fatima Scrive:

    Spero trovarne sull’internet…
    Un saluto.
    Fatima

  3. Gloria Tomassini Scrive:

    Buongiorno a tutti,
    ma proprio a tutti gli amici di Blogolanda!
    Spero di trovarvi tutti bene….
    vedo con piacere che le attività proseguono sempre più interessanti ed appassionate e che Admin mantiene unito il Blog con la sua professionalità, condita dal buongusto e dai numerosi commenti di Cristina.

    Io sto meglio anche se sto facendo diversi “tagliandi” in ospedale per una completa guarigione. Con pazienza tornerò ad essere attiva anche qui, se ancora mi vorrete, non appena mi dichiareranno guarita.

    Un abbraccio virtuale ma affettuoso a tutti voi…..
    Cris, Bianca, Hans, Piero, Simone, e Francesco naturalmente!
    A presto, gloria.

  4. Cristina Scrive:

    Evviva, Gloria! Ben tornata!

    Anche noi sopravviviamo ma molto, molto stanchi….fra il lavoro per guadagnare la pagnotta, i nostri ideali ( Blogolanda per Francesco ed IL Cofanetto per me…ma che senza Francesco non esisterebbe), problemi di ogni genere.

    Non ultimo la perdita di lavoro per Simone e pure per Hans a cui la sua ditta ha comunicato la chiusura in Olanda. Si trasferiranno in CINA!!!!!!!!
    Io, in Cina, non ci vado neanche morta!!!!!! O mi fermo in Olanda o torno in Italia. Ci manca anche che vada in Cina, adesso!

    Tu riprenditi presto, mi raccomando!

    Bacioni,

    Cris

  5. Piero Scrive:

    Ciao Gloria e ben ritrovata,anche se io e te ci sentiamo spesso al telefono è comunque un piacere rileggerti qui sul blog.
    Sapevo di Simone ,ma non di Hans..mi dispiace tantissimo e spero che le cose possano prender una piega migliore di quella attuale…
    Un saluto e a presto.

  6. Cristina Scrive:

    Caro Piero, purtroppo anche qui, in OLANDA, le cose non vanno bene.

    Lo dico per chi pensa di trasferirsi proprio ora nei Paesi Bassi….Anche se in effetti ci sono maggiori sussidi.

    La vita è pesante per tutti; e a volte, finito un problema…non fai neppure in tempo a riprenderti che ne sorge un altro…

    Pazienza, tutto si supera; basta essere forti!
    E NOI DONNE LO SIAMO!!!!!!! Ah ah…..Noi donne andiamo avanti anche con il raffreddore, la febbre, il mal di testa; lavoriamo a casa e fuori casa, partoriamo, puliamo la casa, facciamo le spese, cuciniamo, stiriamo, seguiamo i mariti all’estero ( ma la Cina NOOOOO! )

    Ragazzi, se non ci stimate vi strozzo! Vi spenno: piuma per piuma…..

    Ciao anche a te, Piero!

  7. Piero Scrive:

    Per quanto riguarda la Cina, un mio vicino di casa si è dovuto trasferire in Cina x lavoro e torna a casa solo saltuariamente ogni 3 0 4 mesi….lui dice che si trova benissimo anche se la Cina ha le sue restrizioni che tutti noi ben conosciamo…ma si sa…la pagnotta a fine mese è pur sempre la pagnotta….o andava all’estero a lavorare facendo il giramondo,oppure faceva la fine dei suoi colleghi in Italia con la cassa integrazione…
    Buona fortuna a te e a Hans.

  8. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Ueeeee Gloriaaa.. ci mancavi tanto.. è una gioia risentirti.. mi dispiace per i tuoi guai di salute.. ma ti rimetterai presto
    Mi dispiace anche per Cristina.. ma la sua forza d’animo l’aiuterà.. non si perde mai lei.. è una forza della natura
    E’ un momentaccio anche per Simone e Hans.. ma hanno delle belle capacità.. che riusciranno sicuramente a risolvere..

    Un salutone a tutti voi e ai lettori di BlogOlanda..

  9. Gloria Tomassini Scrive:

    ………..noi donne facciamo tutto;
    anche senza gambe e senza mani….garantito.

    Mi spiace moltissimo per Hans, ma forse potrebbe fare concorrenza a sua moglie e impartire lezioni di ITALIANO anche lui? E’ diventato così bravo….che dici Cris?

    A parte tutti gli scherzi, è proprio un momentaccio per l’economia di moltissimi Paesi, ma se una persona è risoluta ed ha voglia di farcela….

    Simone che cosa è successo? Non era un lavoro sicuro il suo?
    Accidenti ragazzi…non posso allontanarmi nemmeno qualche mese che trovo una
    marea di novità poco entusiasmanti. Tu Piero sei al sicuro?

    Ciao Francesco, un bacio.

  10. Cristina Scrive:

    In effetti, Gloria, ti conviene NON ALLONTANARTI PIU’…….!
    Nessuno è più al sicuro!

    Francesco, guarda che non sono proprio una forza della natura…mi scoraggio anch’io…solo che cerco di non farlo vedere e pesare….

    Quando poi non ci riesco mi arrabbio, come con il quotidiano IL GIORNALE; la lite che tu sai mi è costata la collaborazione. Ma ho difeso i miei principi ed ideali. E me stessa….altrimenti non mi difende nessuno…..

    Piero, nonostante quello che dici della Cina NOOOOOOOO, io non ci vado! Ci sono solo cinesi! Tanti cinesi! Ovunque.

  11. Piero Scrive:

    Io adoro la Cina …o meglio le cinesi.. eheheee
    Non so xchè ma sin dai tempi in cui guardavo i film in tv di Bruce Lee…
    Veniamo alle cose serie vah…
    Mi dispiace x Hans e Simone,spero e mi auguro di cuore che risolciate tutti e due i vostri problemi di lavoro…
    Riguardo al mimo di lavoro non sono al sicuro,ma diciamo che per ora galleggio…
    Non me ne vogliate,ma a questo mondo l’unica cosa sicura è la morte….!!
    Causa il freddo persistente in questi giorni,mi sono anche infortunato alla schiena..niente di che,ma la prossima settimana me ne starò al calduccio in malattia con tutta provabilità…prer ora antinfiammatori e via andare….
    Per il resto a parte i soliti guai familiari,tutto OK ! e se non ci saranno altri guai,il 28 di marzo partirò per amsterdam…
    hola…il lavoro mi attende..ultima notte lavorativa

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline