Amsterdam capitale mondiale del libro; incontro a Milano con i più famosi scrittori olandesi

La sua doveva essere solo una breve vacanza a Milano in aiuto alla sua cara mamma, e invece alla fine, la nostra cara Cristina, è ritornata alla sua casetta olandese, ricca di strabilianti esperienze realizzate in compagnia di Simone, un altro affezionato lettore di BlogOlanda.

Roba da non crederci, proprio in questo periodo, organizzati da rilevanti case editrici e interessanti istituzioni, si sono svolti in Italia degli importantissimi eventi di confronto culturale tra Italia e Olanda a cui i nostri cari amici hanno partecipato attivamente e non solo come fruitori ma soprattutto come protagonisti intervistando personalità e celebrità culturali e musicali olandesi in Italia presenti alle manifestazioni.
E Cristina ancora una volta ci stupisce con l’arte del buon scrivere, frizzantina e ricca di tanti particolari.. mi domando come sia riuscita a fare tutto questo grande lavoro in pochi giorni.. eh si, quando c’è la passione.. si possono fare cose che si credono impossibili.. Come dice la stessa autrice: gli olandesi amano la loro cultura ed il fatto che gli scrittori possano usufruire di un fondo statale per scrivere romanzi ne è la prova “vivente”.

Deve essere stato davvero curioso vedere Simone che portava avanti un’intervista a degli olandesi in Italia tramite l’intermediazione di Cristina e soprattutto nel corso di un evento cosi’ importante.. non so cosa avrei dato per essere presente li con loro !

Leggete con attenzione, quello che Cristina descrive cosi’ dettagliatamente, sembra di vivere in prima persona le sue emozioni e assaporare l’atmosfera di quei momenti, senza contare l’autorevolezza di cui veste le celebrità che ha avuto la gioa e l’onore di incontrare.. che racconti poi.. curiosi e interessanti.. nel corso della lettura di questo articolo vi sembrerà di aver perlustrato un’intera biblioteca con opere che in rassegna raccontano di episodi di altri tempi.

Quello che vi presento è l’articolo di Cristina, domani seguirà quello di Simone. Personalmente non so come ringranziarli, visti i preziosi risultati che il frutto di tanto impegno è riuscito a dare a questo blog e che senza il contributo di persone come loro, non avrebbe mai potuto offrire dei contributi così originali e interessanti ai suoi lettori

Grazie di cuore sincero ragazzi..

Come potevamo tralasciare la notizia che Amsterdam quest’anno è stata nominata la capitale mondiale del libro? Per cui Blogolanda è “volata” a Milano per seguire, con i suoi corrispondenti, la più grande manifestazione che ha portato importanti scrittori olandesi nel nostro Paese. Il Corriere della Sera ha dedicato una bellissima pagina a questo avvenimento ( martedi 14 aprile)

Armati di penna e notes Simone, la sua ragazza ed io ci siamo incontrati al Caffè Frida, in Via Pollaiuolo 3, a Milano, mercoledi 15 aprile, dove abbiamo ascoltato la straordinaria storia del libro scritto dall’olandese Tommy Wieringa, “Joe Speedboat”, tradotto dalla Casa Editrice Iperborea ( nella foto con me). E’ un’interessante opera sul ruolo dell’eroe, in tutta la sua ambiguità, sempre pronto a combattere e persino a morire per non deludere chi crede in lui. Nel libro si parla di handicap, di desideri nascosti, di nudisti…La giovane e bella Ariella Kornmehel ha scritto “Il mese delle farfalle”, tradotto da 091. Questa volta ho lasciato l’onore di intervistarla a Simone. Io mi sono divertita a fare soltanto da traduttrice. Per cui sarà lui a raccontarvi di più su questa autrice, laureata in filosofia, che ha scritto il suo libro dopo una particolare esperienza di vita in Sud Africa. La serata è stata piacevole, il pubblico attento ed entusiasta; il luogo di ritrovo, decisamente alternativo, molto adatto per questo tipo di incontri. Parecchi giovani fra il pubblico, fra cui due ragazze italiane simpaticissime, di cui anche vi parlerà Simone. La violinista Tjamke Roelofs ha suonato dal vivo.Unico particolare stonato è stato l’orario di chiusura; ci hanno letteralmente “sbattuti fuori”alle 23.00 circa! Un’assurdità per serate come queste che di solito vanno avanti sino a notte inoltrata. E pensare che dico sempre ai miei amici olandesi che il bello dei locali italiani, rispetto ai loro, è proprio quello che restano aperti sino a tardi! Giovedi 16 aprile sono andata alla Libreria Feltrinelli in Corso Buenos Aires 33, a Milano, per l’incontro con uno degli autori olandesi più conosciuti in Italia e nel mondo, Cees Nooteboom, 76 anni, intervistato dal giornalista e critico letterario Pietro Cheli. Il suo cognome significa “albero di noce”.Ottimo scrittore, uomo erudito dotato di profonda ironia: nei suoi libri spazia con la fantasia in un mondo unico, universale, dove c’è posto per tutti. Per esempio… suoi protagonisti si addormentano ad Amsterdam e si svegliano a Lisbona; i suoi amori sono sofferti ma visti con un occhio che sa relativare tutto. “Vengo da un Paese piccolo,” ha detto durante l’intervista, “che cerco di ingrandire con le mie opere, con racconti che ogni volta lo allungano un po’…estendendone i confini sino a farlo diventare più grande…”. Nota stonata: la solita carenza di noi italiani quando dobbiamo affrontare interviste in lingua inglese. Per fortuna, dopo alcune domande che non venivano comprese ed alcune risposte che non c’entravano nulla con le domande, è subentrata una traduttrice simultanea che ha risolto il problema. I presenti hanno ricevuto un interessante inserto sui Paesi Bassi del mensile “Bell’Europa”, ed il racconto inedito GONDOLE di Nooteboom, tradotto da Iperborea, la Casa Editrice grazie alla quale molte delle sue perle letterarie sono arrivate in Italia.

Differenti incontri si sono tenuti nel corso della settimana in altre librerie della Feltrinelli, con la presenza di Dimitri Verhulst, che ha pubblicato “ Il purtroppo delle cose”, ( Fazi) con riferimento alla sua infanzia vissuta in una famiglia di alcolisti, Margriet de Moor, di cui è uscito “Mareggiata” ( Neri Pozza) sulla storia di Armanda, che mentre la sorella Lidy scompare (durante una burrasca) si innamora del cognato. E poi, ancora, Adriaan van Dis ha presentato “Il vagabondo” ( Iperborea) e Arnon Grunberg l’appassionate libro “Il maestro di cerimonie” ( Feltrinelli ) che ancora una volta l’ha incoronato come uno dei più brillanti scrittori olandesi di questi tempi. Il protagonista del suo libro è un funzionario editoriale prepensionato, ossessivamente attaccato alla figlia Tirza che passa le sue giornate a salutare gli sconosciuti in aereoporto…

Ieri, lunedi 20, alle ore 18, si è tenuto l’ultimo incontro milanese di questo festival della letteratura olandese ( chiamato “Caffè Amsterdam”): alla Libreria Feltrinelli di Piazza Duomo, dove la giornalista Maria Nadotti ha intervistato Margriet de Moor. Poi “ Caffè Amsterdam” toccherà altre città: Bologna, Novara, Padova, Roma, Terni, Trieste. E’ importante sottolineare che è stato organizzato da Iperborea e Feltrinelli insieme a due interessanti istituzioni: la Fondazione per la Produzione e traduzione della Letteratura Olandese (Nlpvf ) e la Casa dei traduttori. L’ Nlpvf è un ente statale che ogni anno gestisce un budget di 3, 5 milioni di euro per diffondere all’estero la letteratura in lingua nederlandese. Di solito escono dalla loro selezione fra i 220 e i 240 titoli per stagione da presentare alle diverse fiere mondiali del libro. La Casa dei traduttori è il luogo di incontro dei traduttori e scrittori. Gli olandesi amano la loro cultura ed il fatto che gli scrittori possano usufruire di un fondo statale per scrivere romanzi ne è la prova “vivente”. Un consiglio per chi va ad Amsterdam e vuole entrare in questo cuore letterario palpitante di iniziative o soltanto respirarne l’atmosfera, è di recarsi al Caffè De Zwart, alla storica libreria italiana Bonardi (che organizza fantastici incontri con scrittori italiani) e alla modernissima Openbare Bibliotheek ( dove potrete trovare anche i miei libri…), disposta su diversi piani a scaffali aperti. Fra i nomi di chi ha organizza e gestisce questi festival della cultura nederlandese, oltre a Luca Scarlini, segnaliamo Tiziano Perez, Bas Pauw e il direttore Henk Propper.

Il loro sito è www.nlpvf.nl.

Testo di Maria Cristina Giongo
www.mariacristinagiongo.nl
Foto di Maria Cristina Giongo e di Simone Rosai

Cristina con lo scrittore olandese Tommy Wieringa

Cristina con lo scrittore olandese Tommy Wieringa

Cristina con la scrittrice olandese Ariella Kornmehl

Cristina con la scrittrice olandese Ariella Kornmehl

Simone con la scrittrice olandese Ariella Kornmehl

Simone con la scrittrice olandese Ariella Kornmehl

Simone e la sua ragazza Anna

Simone e la sua ragazza Anna

il famoso scrittore olandese Cees Nooteboom

Il famoso scrittore olandese Cees Nooteboom. Il suo cognome significa Albero di noci, alla libreria feltrinelli di Corso Buenos Aires 33, a Milano

Tag: , , , , ,

24 Commenti a “Amsterdam capitale mondiale del libro; incontro a Milano con i più famosi scrittori olandesi”

  1. Simone Scrive:

    non vedo l’ ora di ripetere una serata cosi..e’ stato molto interessante..

  2. cristina Scrive:

    E per domani..tutti pronti per il primo articolo di Simone!

  3. Piero Scrive:

    Complimenti …bell’articolo e belle foto..Simone !!! anche tu sei diventato un’uomo da mille sorprese…presto o tardi ci conosceremo…
    Gente …mancano poco men odi 4 giorni alla partenza..sabato mattina si avvicina…

  4. Simone Scrive:

    grande piero fra poco riassapori l’olanda io l’ho solo assaggiata un po a milano..
    ma quanto stai?

  5. Bianca Scrive:

    Brava Cristy, complimenti! Che bella serata, anche io leggo molta letteratura olandese, interessante sebbene non conosciutissima in Italia.

    Ho letto doversi libri della “stella” Arnon Grunberg e tra i miei preferiti ci sono “La bottega del cioccolato” di Philibert Schogt e “Il frutto della passione” di Karel Glastra Van Loon, gran bel libro… purtroppo l’autore è morto alcuni anni fa a soli 42 anni per una brutta malattia.

    E poi tanti altri, pubblicati in Italia da Iperborea e altre case editrici.

    Ciao!

  6. Bianca Scrive:

    Ecco qui una notizia a metà tra l’Italia e l’Olanda per voi: domenica 19 aprile si è svolto il dodicesimo congresso del patronato ACLI Olanda ad Utrecht e la vostra vippina era lì anche per fare un rapportino.

    È stato rieletto come presidente delle ACLI olandesi il sign. Andrea Mantione (presidente anche del Comites) e sono stati eletti gli 11 membri del Consiglio Nazionale… auguriamo a tutti loro buon lavoro anche per un buon proseguimento di questo importante mandato.

    Inoltre: giovedì 23 aprile, dalle ore 18.00 fino alle 21.00 circa all’università di Amsterdam (in Singel 411) ci sarà una serata di raccolta fondi per le popolazioni vittime della tragedia del terremoto in Abruzzo.

    Si esibiranno tra l’altro la nostra brillante mezzosoprano Carla Regina e il gruppo teatrale “Quelli di Astaroth” che ha organizzato questa bella iniziativa.

    Io cercherò di non mancare nonostante gli impegni: se qualcuno che vive ad Amsterdam o anche fuori – come Cristina – volesse partecipare è naturalmente il benvenuto!

    I fondi vengono raccolti con il biglietto, aste, donazioni eccetera.

    Ciao a voi dalla biblioteca!

    PS: Ecco altre info dal sito di “Quelli di Astaroth”:
    Serata: giovedì 23 aprile dalle ore 18.00 alle 21.00
    Oude Lutherse Kerk (Aula Magna Università di Amsterdam)
    Singel 411 – Amsterdam
    Biglietto ingresso: euro 15

    Partecipate numerosi se potete!

  7. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Grazie Bianca.. per le preziose info

  8. cristina Scrive:

    Oh…Bianca, finalmente torni a scrivere!
    Peccato che non ci fossi anche tu a Milano!

  9. Isabella Scrive:

    Cara Cristina, sei una “duizendpoot”. Una bella parola olandese per te ;-) Grazie per un’articolo molto interessante. Isa

  10. Piero Scrive:

    P.s. x Simone..parto il 25 mattina e torno il 2 maggio di notte…

  11. cristina Scrive:

    Cara Isa,

    sono contenta che l’articolo sia arrivato sino a te, in America! Che bello che leggi Blogolanda! Hai nostalgia del tuo Paese????

    Allora sono una “centopiedi”, eh???? Più che altro sono una “cento idee”; per cui credo anche che diventerò centenaria! E verrete tutti a trovarmi nell’ ospizio per vecchi dove organizzerò corsi di calcetto e ballo liscio per i miei coetanei!
    Un abbraccio, cara Isabella!

    Piero, sino ad oggi c’è stato un tempo favoloso in Olanda ma da domani pioverà! Mi spiace di dovertelo dire e spero che si sbaglino ( si sbagliano sempre con le previsioni ! ). Tu comunque portati la maglietta di lana! E speriamo che il giorno della festa della regina ci sia bel tempo!

  12. Piero Scrive:

    Beh…a me risulta che fino a lunedì ci sono 11 gradi di minima e 22 gradi di max. con sole e nuvole…almeno fino adesso… ore 15.00 del giorno 22 aprile…Comunque grazie….ma NO PROBLEM !!! …sono vaccinato al clima olandese e neanche la neve mi terrebbe lontano dalle mie adorate ferie in Olanda..
    MENO 2 GIORNI…….!!!!!

  13. cristina Scrive:

    Allora buon viaggio e aspettiamo tante novità sul blog al tuo ritorno.

    Fai anche un video, mi raccomando

  14. Gloria Scrive:

    X Piero:
    Hai trovato la telecamerina?
    Ci farai dei reportage?
    Mi raccomando, non deluderci Piero.
    Divertiti, divertiti, divertiti! Buon viaggio.

  15. Piero Scrive:

    Tutto a posto..ho la fotocamera digitale con 3 giga da poter incamerare…ed è li che scalpita xchè non vede l’ora di essere utilizzata..ehehehehee
    Ciao Glo’…1 kiss

  16. admin Scrive:

    Piero.. sei grandeeeee.. sapevo che potevamo contare su di te.. anzi stracontareeee… nei prossimi giorni sembra ci sia sole ad Amsterdam.. speriamo bene

  17. Simone Scrive:

    Il sole lo portiamo noi dall’italia..

  18. Piero Scrive:

    Heilà.!!! c’è qualcuno che sente odore di ferie ….destinazione Amsterdam?
    Certo che si !!
    Sono io ovviamente….eheheheee
    Farò circa 300 foto e il resto lo utilizzerò per fare video durante la festa della regina e poi si vedrà…..
    MENO 30 ORE ALLA PARTENZA……

  19. admin Scrive:

    Caspita.. Piero.. è come se partissimo tutti con te … ormai si parla di ore …

  20. Gloria Scrive:

    ….dai, andiamo anche noi!
    Una sorpresa per Hans e Crisina.
    Loro vanno a nuotare con i delfini e ci lasciano le chiavi di casa!
    Che ideaaaaaaaaa.
    Parto anch’io ragazzi; torno lunedì. Besos

  21. Simone Scrive:

    e dove vai gloria???
    Piero mi raccomando divertiti e non fare il bravo!!
    Io ancora 3 settimana..ma intanto portami tu un po di sapore olandese..!!
    Buon viaggio!!!

  22. cristina Scrive:

    Per me va bene, Gloria! Anzi, meglio..ti lascio le chiavi e tu mi curi la gattina!
    Ma adesso sono curiosa anch’io…..dove stai andando, eh???????

  23. Piero Scrive:

    Io lo so e non ve lo dico…ehehehe
    MENO 18 ORE ALLLA PARTENZA…
    p.s. ho l’ansia del volo…azz….

  24. Ristrutturazione Appartamenti Scrive:

    Bellissimo Post, complimenti. Blog inserito tra i preferiti.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline