Non oggi ma domani

Sandrina Liguori-Krijger

Davvero divertenti questi piccoli racconti di Sandrina che vi invito a leggere. E’ proprio curioso leggere tra le righe, sembra quasi di vederlo, lo stupore degli olandesi difronte al modo di fare tipicamente italiano in Italia che in alcuni casi è totalmente diverso da quello a cui loro sono abituati nel Paese di origine.. Perchè è cosi’ diverso ? Leggete il seguito e vi farete quattro sane risate anche se proprio sani, almeno in questi aneddoti, non si sono rivelati i nostri amici italiani..

Avendo provato tante volte a vivere nel Sud Italia, ho vissuto delle indimenticabili esperienze. Una di queste narra il fatto di aver portato la nostra macchina targata Olandese in un paese della Calabria dove per legge doveva essere reimmatricolata come italiana per poter percorrere il suolo italiano per un lungo periodo di tempo.
Per fare questo dovevamo passare i controlli all’ufficio doganale italiano, le cose in Olanda rispettano rigorosamente le regole, motivo per cui volevamo mettere subito a posto la macchina.

Arrivati all’ufficio non abbiamo trovato nessuno, quindi ci siamo rivolti ad un passante che ci ha riferito di chiedere al bar di fronte. Effettivamente in quel bar troviamo il doganiere che ci dice di passare l’indomani. Allora, il giorno dopo passammo direttamente dallo stesso bar dove trovammo ancora una volta lo stesso doganiere, raggiungemmo quindi il suo ufficio dopo aver preso il caffè. Qui lui ci consigliò di non avere fretta a sostituire la targa perchè forse potevamo in futuro cambiare ancora idea. Certo questo suo lento lavoro ci è stato di grande beneficio, perchè poi abbiamo camminato per un anno con la targa Olandese in Italia e cosi poi siamo rientrati in Olanda senza problemi.

In Italia ci siamo anche improvvisati venditori ambulanti di vestiti. Spesso acquistavamo gli indumenti a Nord e ritornavamo a casa con un furgone un pò malandato. Una volta nel raggiungere l’ultimo casello autostradale a Caserta fummo fermati dalla Guardia di Finanza.. un momento prima pensammo di averla fatta franca ma poi arrivò lo sconforto per la preoccupazione di non essere in regola. Infatti non avevamo la bolla di accompagnamento per quei vestiti.

Uno dei tre finanzieri prese una bolla che avevamo per caso in macchina di altra roba e guardando la merce s’incamminò verso i suoi colleghi mentre noi aspettavamo con ansia e trepidanti la nostra punizione. Poi aprì il cofano della loro macchina ed estrasse un libricino, in quel momento pensammo di ricevere una bella multa. Ma quale fu la nostra sorpresa? Invece di applicare questa sanzione, i tre perlustrarono attentamente tutte le misure e i colori delle camicie per scegliere poi quelle che meglio preferirono ! Presero quindi subito gli indumenti prescelti per sistemarli nel cofano della loro auto dove era già accumulata altra merce.

Ci augurarono quindi buon viaggio e noi potemmo proseguire il nostro cammino!

Sandrina Liguori-Krijger
(un’ olandese sposata ad un italiano che vive in Olanda)

Tag: , , ,

13 Commenti a “Non oggi ma domani”

  1. Pasquale Scrive:

    Io sarei andato ai Carabinieri X denunciarli

  2. Lucie Scrive:

    this is Italy!
    Non mi stupisce per niente. Sono 20 anni che ci vivo e convivo.

  3. cristina Scrive:

    Mannaggia…..che figuraccia ci facciamo noi italiani!!!!! Carabinieri o non carabinieri!

    Bel racconto, Sandrina!!!! Ragazzi, avete visto Sandrina, diventata fotomodella su http://www.ilcofanettomagico.it ??????? leggete l’articolo di ieri ed oggi “Stivali mania”ed avrete una sorpresona!!!!!!!
    Vero Francesco????!!!!

    Ciao a tutti,

    Cristina

  4. cristina Scrive:

    Ah…mi sono dimenticata di svelarvi un segreto…Osservate il quadro alle spalle di Sandrina….OSSERVATELO BENE!!!!!

    Tutto sommato non so se posso raccontarvi io la bella storia di questo quadro…allora lascio la parola a Sandrina se vuole farlo.

    Voi continuate a guardarlo e rispondete; vi sembra di riconoscere qualcuno? Anzi, qualcuna?????

  5. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Vero Francesco ? Ehh ehh.. non posso non darti ragione..

    L’avevo notato quel quadro Cri.. ma non sono in grado di rispondere..

  6. Emanuela Scrive:

    a me sembra Sandrina… ho fatto centro? :-D

  7. cristina Scrive:

    Brava Emanuela! Hai fatto centro!

  8. Sandrina Scrive:

    Allora svello il mistero del quadro.
    Una domenica pomeriggio mi chiammò mio marito di venire nel locale. Entrando nel locale, vedo me stessa in questo enorme quadro. E lui mi disse: ‘ho fatto dipingere questo quadro, in modo che mi stai piu vicino, (non scappi) e cosi sei anche sempre presente!’

  9. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Ehh.. nelle sue condizioni.. avrei fatto la stessa identica cosa :)

  10. Emanuela Scrive:

    è una dichiarazione d’amore da sottoscrivere :-)
    sei fortunata Sandrina ad avere un compagno vicino che ti pensa e che addirittura fa questi bellissimi gesti per farti capire quanto ti ama!

  11. Andrea Scrive:

    @ Cristina:

    Riferendomi all’esperienza di Sandrina, e premesso che due torti non fanno una ragione…che dovrei dire dell’esperienza di oggi al supermercato?

    Tizio che chiacchiera allegramente con un altro bloccando il corridoio. Chiedo gentilmente “mag ik doorgaan?” per ricevere un “RustAAAg, rustAAAg” (“calmo, calmo” facendo l’accento italiano per prendermi in giro)

    A questo punto domando “mi fai passare o restiamo qui fino a domattina?”: il tipo tira fuori un tesserino e…”POLITE! DOE MAAR NORMAAL!!”

    Quindi, non solo in Italia alcuni, (e sottolineo alcuni) appartenenti alle forze dell’ordine fanno gli sbruffoni riparandosi dietro ad una divisa….

  12. Cristina Scrive:

    Giustissimo, Andrea!!!! Anche qua non cherzano e ci sono anche i cafoni come quello che hai incontrato tu.

    Non dimentichiamo che la ragazza dodicenne sparita mesi fa in Olanda si scoprì che era stata attirata in casa sua da un poliziotto suo vicino di casa, di cui si fidava ciecamente, violentata, uccisa e seppellita nel giardino.

    E poi si è scoperto che picchiava la fidanzata e che c’era un referto psichiatrico su di lui; nonostante ciò l’avevano assunto nella polizia!

    Insomma; i buoni ma purtroppo anche i cattivi esistono OVUNQUE.

  13. Niet vandaag maar morgen « Zuid-Italië Scrive:

    […] Zie ook:  http://www.blogolanda.it/2010/10/14/non-oggi-ma-domani/#more-3117 […]

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline