Amsterdamtour.it sul Millionaire per conto di Google Italia

Amsterdamtour.it su Millionaire

Una recensione di amsterdamtour.it è stata riportata oggi 30 Marzo 2009 dal Millionaire per conto di Google Italia che spero vorrà inserirla tra la sua rassegna stampa.
Di qui potete vedere la scansione dell’articolo cartaceo, copertina e screenshot della home page del Millionaire versione online che annuncia lo stesso articolo.

Nel Settembre 2008, risposi ad una richiesta da parte del Blog Ufficiale di Google Italia, l’annuncio era titolato: “AAA cercasi publisher AdSense per progetto stampa” e a fine Febbraio del 2009, ecco un incaricato delle Relazioni pubbliche Google Italia contattarmi e fissarmi un appuntamento telefonico con un giornalista del Millionaire che poi mi ha intervistato.

Il sistema adottato da Google permette tramite la pubblicità contestuale visibile su amsterdamtour.it e quindi strettamente legata al tema trattato, di ripagare i costi del mantenimento del sito, che grazie al successo riscosso, richiede sempre più spazio e banda per poter sopperire al traffico prodotto da un numero sempre più crescente di visitatori.

Ma realizzare una risorsa che possa essere interessante per i potenziali visitatori non è semplice e di immediata attuazione, il grado di successo sarà commisurato alla qualità dei contenuti pubblicati, soprattutto se sono unici e originali.
Questo vuol dire impegno e dedizione, ma soprattutto passione, entusiasmo nel produrre qualcosa che può essere utile agli altri, nel mio caso la cultura e viaggi per l’Olanda.
E quindi fornire ad altri turisti aiuto a conoscere questo Paese organizzandogli il viaggio, diffondendo anche l’olandesità in Italia e creando possibilità di contatto e di lavoro tra italiani che vivono nel loro Paese di origine e italiani che vivono nei Paesi Bassi o ancora semplicemente fornendo informazioni a chi vorrebbe vivere e lavorare in questa terra.

Ecco quello che ho inviato loro e che per motivi di spazio hanno riassunto nell’articolo che potete leggere su:
Nell’ agosto del 2003 ho avuto modo di fare un viaggio ad Amsterdam nel corso del quale mi è venuto in mente di realizzare un diario di viaggi per documentare la mia esperienza, fornire suggerimenti ad altri potenziali turisti interessati ai Paesi Bassi, condividere informazioni utili anche con italiani che vivono in Olanda. Da appassionato viaggiatore e internauta, l’idea mi aveva già illuminato nel precedente soggiorno in Irlanda, ma l’Olanda mi aveva colpito particolarmente per quello spirito di libertà e tolleranza di cui ho subito avvertito una forte percezione appena raggiunta la destinazione. Nello stesso tempo potevo avere un’occasione per sperimentare in pratica e sul campo quello che avevo studiato da tempo per la realizzazione di siti web e il loro posizionamento sui Motori di Ricerca ma soprattutto coltivare meglio quella passione che da sempre mi entusiasma nel provare i servizi che ci offre la rete.
Inoltre potere realizzare un progetto di cui potevo essere soddisfatto aiutando quotidianamente chi cerca qualcosa su internet è stato uno dei maggiori principi ispiratori di questo progetto avendo partecipato in passato (e partecipando ancora)  ad altri progetti di larga scala come quello della più grande Directory al mondo (http://www.dmoz.org/ oggi contiene oltre 5 milioni di siti recensiti e classificati da 81.000 editori come me) che possa esistere.

Per questo motivo nel corso del soggiorno ad Amsterdam ho raccolto un’infinità di deplian su agenzie di viaggio locali che organizzavano escursioni, guide della città e informazioni generali con un blocchetto per appunti. Tornato in Italia, per 4 anni, a più riprese nel tempo, ho approfondito tutto quello che avevo raccimolato progettando un’ architettura di informazione che potesse frazionando i contenuti e catalogandoli per specifici temi rispondere nel modo più usabile e fruibile possibile alle esigenze dei potenziali visitatori interessati.

I contenuti da esporre erano davvero tanti e occorreva un sistema che poteva organizzarli in modo da offrire subito un riscontro e nel modo più facile l’informazione che veniva cercata. Allo stesso tempo i contenuti dovevano essere originali e strutturati secondo un percorso di navigazione che riuscisse a non far perdere la bussola oltre che mantenere sempre attivo l’interesse del visitatore all’interno della risorsa. In questo mi è stato molto di aiuto Istruzioni per i webmaster nella guida di Google.

A fine progetto, quello che era nato come un semplice Diario per i successivi approfondimenti si è poi trasformato in una fonte informativa che oggi costituisce una vera e propria Guida dell’Olanda, ed in particolare di Amsterdam.

Ecco che arrivato il fatidico momento nell’Aprile del 2007, amsterdamtour.it conosce finalmente la luce del web ma ancora oggi ci sono diversi parti in costruzione e perfezionamento. Se avessi indugiato ancora, il sito probabilmente al momento non sarebbe online e forse non lo sarebbe mai stato.
La realizzazione di intere sezioni porta via molto tempo, quindi convieniva presentare ai visitatori il lavoro già svolto.

Partito in modo amatoriale su un server che poteve permettere meno risorse in termini di spazio e la visibilità a pochi visitatori rispetto a quello che da subito amsterdamtour.it poteva permettersi, pena l’oscuramento, il sito si è poi trasferito su un hoster più potente ma occorrevano maggiori somme di denaro per poter mantenere il servizio. Ecco che gli introiti ricevuti grazie all’adesione al programma di Google Adsense mi hanno consentito di far sopravvivere questo complesso progetto.

Oggi continuo a pubblicizzare le novità di Amsterdamtour.it focalizzando alcune informazioni interessanti su www.BlogOlanda.it (trasferitosi dal 1° settembre 2008 dopo 2 anni e mezzo dalla precedente risorsa), Blog che mi ha permesso di creare e mantenere sempre attiva una bella comunità di italiani che vivono in Olanda e di appassionati viaggiatori di questa terra che visitano i singoli post e commenti, chiaccherano interagendo l’uno con l’altro nello spazio loro riservato in completo relax e divertimento parlando di temi più o meno importanti con un occhio di confronto e paragone alla nostra cultura italiana.

Tag: , ,

16 Commenti a “Amsterdamtour.it sul Millionaire per conto di Google Italia”

  1. Cristiano Scrive:

    Mannaggia Francesco, sei veramente grande :)))
    Scusami, ma devo dire che ti ammiro per la pazienza, la forza di volontà e la caparbietà con cui hai portato avanti questo progetto sull’Olanda…..e adesso i risultati, tutti strameritati, arrivano con gli interessi.

    Mi sarebbe tanto piaciuto essere come te, ma qui a malappena riesco a mandare avanti un blog scalcinato.

    Complimenti !!!
    Cristiano

  2. Sabry Scrive:

    mannaggia non sono riuscita ad arrivare per prima
    :))))))))))))))) Tuli er mitico

    che aggiungere a quello che ha già detto Cristiano?

    be’ che c’è solo da imparare e ricordarsi del tuo percorso, quando si è stanchi e si ha voglia di mollare

  3. Piero Scrive:

    Inutile commentare quanto già scritto …posso solo dirti una cosa Francesco……
    FRANCESCO SEI UN GRANDE !!!

  4. Carlo Scrive:

    Mi assoccio anch’io a Piero a Sabry e Cristiano, Francesco sei un grande non mollare mai.

  5. cristina Scrive:

    Sagge parole Sabry! Dovremmo ricordarcele sempre! Mai mollare!

  6. cristina Scrive:

    E….votate ( su Turisti per caso) anche il sito sul Giappone di Cristiano: se lo merita pure lui. Io l’ho già fatto. Incoraggiamolo perchè non molli!

    Ciao a tutti

  7. Luca Scrive:

    Ciao a tutti,
    stavo cercando delle informazioni sull’olanda e casualmente mi sono imbattuto in questo blog. Ho scritto una mail a Francesco e in pochissimo tempo mi ha risposto, come immagino avrà fatto con molti di voi, con cortesia e precisione.
    Non posso che unirmi al coro di complimenti!

    allora già che ci sono mi presento!

    sono un fotografo di Roma e con la mia compagna stiamo per trasferirci in Olanda, mancano ancora un paio di mesi prima del salto ma stiamo già iniziando a fare piccole spedizioni esplorative, la prossima è prevista per il 27 aprile.

    bhe è un inizio no?

    un saluto a tutti, Luca

  8. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Ciao Luca.. felice di rivederti qui.. benvenuto nel blog tra appassionati dell’Olanda !

  9. Piero Scrive:

    Luca …visto che ti trasferirai su in Olanda un bel imbocca al lupo…
    P.s. visto che farai una puntatina il 27 di aprile,non perderti la festa della regina che ci sarà il 30 di aprile…vedrai tutti gli Olandesi festeggiare per le vie delle città…una festa imperdibile.

  10. cristina Scrive:

    Caro Luca,

    Vivo in Olanda da 26 anni e ci sto bene. Però, ricordati, non aspettarti il paradiso terrestre, perchè non esiste nè qui nè in nessun altro posto al mondo. E dove esiste ( tipo isole, più o meno deserte) ci si annoia a morte.

    Cerate di venire DOPO aver trovato un lavoro e possibilmente una casa; tutti parlano inglese, allora per la lingua, non è un problema.

    Ricordati che gli olandesi sono molto organizzati e a volte non capiscono la nostra mentalità un po’caotica; anche se in questo modo noi sappiamo goderci la vita meglio di loro. Amano gli italiani, la nostra lingua, cucina e
    cultura.

    Purtroppo la criminalità è arrivata anche qui, ultimamente. 26 anni fa uscivo di casa lasciando le finestre aperte. Oggi chiudo anche la porta a chiave. Il tempo è pessimo ma se sei felice di dentro il sole lo porti tu stesso e lo regali a chi ti sta vicino.

    In bocca al lupo a te e alla tua compagna. Buon viaggio!

    Cristina

  11. Piero Scrive:

    MENO 21 GIORNI ALLA PARTENZA….OLANDA STO ARRIVANDO !!

  12. Luca Scrive:

    Ciao Cristina,
    grazie per i preziosi consigli, per quanto riguarda il lavoro ci stiamo già muovendo: la mia ragazza è stata su per fare dei colloqui ed io sto per fare altrettanto.

    Ne io ne la mia ragazza cerchiamo il paradiso ma solamente un posto dove le persone vengano rispettate. Per quello che mi riguarda con il mio lavoro non riesco a pagare l’attrezzatura che mi serve per farlo, mentre alla mia compagna ultimamente è capitato che un impegno di un mese si prolungasse per un altro mese a parità di stipendio, il lavoro precedente invece non gli è stato pagato.
    Se un posto dove non succedono queste cose è il paradiso allora si, forse, lo stiamo cercando.

    Ma a parte tutte queste brutte cose ci sono tanti bei motivi che ci spingono a provare quest’avventura! ma ogni cosa a suo tempo :)

    Luca

  13. Francesco GuidOlanda Scrive:

    Un grazie a Piero e a Cri per i preziosi consigli forniti a Luca.. ma in particolare mi è piaciuta davvero tanto questa frase e che per dovere di cronaca, riprendo e quoto di seguito:

    Il tempo è pessimo ma se sei felice di dentro il sole lo porti tu stesso e lo regali a chi ti sta vicino

  14. Gloria Scrive:

    Evviva!
    Chi parte per le vacanze (Piero e Simone), chi va a viverci per scelta…ragazzi, l’Olanda va forte.
    Così Cristina, Bianca, avranno dei nuovi conterranei con cui confrontarsi!
    Molti auguri a tutti.

  15. Piero Scrive:

    Guardavo il calendario eh……tolti i sab. e dom…..mancano esattamente 8 giornate lavorative…ahahahaah
    Arrivoooooooooooooooo……………..è da novembre che non vado in ferie..
    Vorrà dire che una sett. sostituirò l’acqua che sto bevendo alla media di 2 litri al dì…e cibo sano tipo fettine di tacchino verdura….(il tutto per risanare il mio fegato e non solo ) con della sacrosanta birra e cibo che non oso neanche immaginare…
    W. l’Olanda…

  16. Gloria Scrive:

    …ma bravo, bravo, bravo!
    E’ inutile curarsi in attesa di farsi male; medita ragazzo, medita.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline